Posts Tagged ‘Fini’

L’ultima parola… spetta a noi

settembre 17, 2011

Ieri sera è stata l’ultima volta che ho preferito la visione di un format politico ad un buon film o, meglio ancora, ad un sano libro. Speravo in un’analisi serena della situazione politico-finanziaria italiana in modo obiettivo e costruttivo e, invece, ho assistito al solito teatrino offensivo della nostra sensibilità ed intelligenza. I nostri problemi, quelli veri e tragici, relegati sempre in secondo piano, preferendo andare prima a rovistare in immonde intercettazioni o spregevoli interviste a ragazze disposte a tutto pur di emergere approfittando delle ” debolezze ” di Berlusconi e politici annessi, di destra e di sinistra. Non mi è parso che Gianluigi Paragone abbia aggiunto qualcosa di nuovo agli ingredienti dei soliti minestroni che siamo obbligati a trangugiare ormai da troppo tempo. Abbiamo fatto il pieno di tutti…. Di Pietro non incanta più, Formigoni ha perso troppo tempo al Pirellone per potersi proporre ancora a livello nazionale, il sindacalista ideologicamente schierato ed indietro con i tempi non scalda più, come del resto il direttore di giornale troppo schierato, come i ” si dimetta ” di Bersani, o i proclami familiari di Casini, per non parlare dei disdtinguo di Fini, o le invettive di Bossi o… le calde notti del Premier. Siamo stanchi, assordati e impoveriti, per cui  ” L’ultima Parola ” credo che d’ora in avanti spetti solamente a noi… siete una casta politica, dirigente e mediatica stantia: rinnovatevi finché siete in tempo, se volete salvarvi e… salvarci!

Umberto Napolitano
 
Famiglie  d’Italia

2011, Anno Nuovo: di qua o di là, per un bimbo da crescere senza più compromessi o insalatone anemiche

gennaio 3, 2011

L’anno nuovo dovrebbe iniziare ufficialmente oggi… e invece no, teniamo il bimbo in standby un’altra settimana. Troppi di noi sono sotto effetto dei non ancora smaltiti bagordi di fine anno, mentre i più fortunati o stanno sfrecciando su qualche pista innevata o si stanno rosolando al sole di qualche esotico paradiso. Quelli che hanno ripreso a lavorare sono, per lo più, alle prese con inventari di vario genere: io ad esempio sto cercando di mettere ordine tra quanto di giusto o sbagliato ho fatto nel 2010, capire quanti traguardi ho raggiunto di quelli programmati e, soprattutto, individuare quelli da impostare per l’anno in corso. Insomma, visto che a quanto dicono sarà un anno povero di ” ponti ” festivi, forse questo prolungato di inizio anno potrebbe non cadere a sproposito. (more…)

Buona domenica facendo un salto indietro per meglio guardare avanti

gennaio 2, 2011

Oggi è la prima domenica dell’anno nuovo ed ho voluto offrirvi, invece del solito oroscopo propiziatorio, la replica di uno dei post più letti su questo blog nel 2010 ( 4 ottobre ). Un post nel quale meglio si evidenziano il nostro pensiero e le nostre speranze per un futuro più serio e responsabile tenuto dalla politica e dalle forze designate al timone della nostra amata Italia. Non voglio aggiungere altro e, dandovi appuntamento a domani, rinnovo quell’ augurio domenicale che spesso accompagna i vostri fine settimana.  (more…)

Berlusconi vince ed apre alla crisi pilotata, ma in piazza, pilotata o no, è guerra!

dicembre 15, 2010

Ieri si è svolto a Roma l’ultimo atto di una farsa senza fine: Berlusconi ha vinto la sua ennesima battaglia, ormai solo, a parte Bossi, contro tutti… ma in piazza è guerra! Fini, più che ridimensionato, esce a pezzi, e noi con lui. Il suo attacco all’uomo nero, il cavaliere intruso, è fallito miseramente: si era illuso, lo hanno illuso… si è fatto usare. E’ uscito a pezzi, come dicevo, e con lui anche noi dato che per il suo desiderio di sovvertire  l’odiato partner di tanti anni ( il padre padrone che lo aveva in qualche modo rigenerato ) ha bloccato l’Italia per sei mesi. Questo ci può anche stare se ottieni dei risultati, ma così no! E’ apparso evidente che non c’era alcun progetto politico valido ed alternativo, solo un desiderio di rivalsa e di predominio per cui, come in ogni azione a cui manchi l’anima, si è dissolta da sola come il suo drappello di futuristi già pronti, in parte, a rientrare concretamente nel presente. (more…)

Buona domenica, amici… in attesa di un lunedì e un martedì migliori

dicembre 12, 2010

La domenica è il giorno ideale per rilassarsi, per cui scrivo con amore e serenità questo articolo in piena notte, in modo che al sorgere del sole spazzerò dalla mia mente ogni analisi ed ogni elucubrazione per dedicarmi totalmente al calore ed affetto dei miei cari, la mia famiglia. Lascio a voi leggere queste poche righe invitandovi a fare vostri solo i convincimenti personali, quelli reali, ma, in ogni caso, a riporli in un cassetto almeno per un giorno e godervi in santa pace i pochi momenti di relax e di sane relazioni la cui proprietà non sia stata ancora totalmente inquinata dai giochi e dalle diatribe dei nostri politici… a parte gli stenti finanziari procuratici e con i quali la maggior parte di noi deve convivere grazie a finanze aggressive e furbe insufficientemente contrastate da politiche troppo ” allegre “. (more…)

Vieni via con me… che in due si banalizza meglio

novembre 16, 2010

Beh, ieri sera nel programma di Fazio e Saviano, sono stati fugati gli ultimi dubbi di chi stentava ancora a collocare la politica attuale sul palcoscenico di un cabaret stile avanspettacolo anni ’50. Bersani e Fini, con le loro spiegazioni su cosa sia la sinistra e cosa sia la destra, offrendosi l’uno quale spalla dell’altro, hanno delineato alla fine un quadro piuttosto banale e confusionale dei valori e dei distinguo della politica attuale, con una linea di demarcazione fra le due ideologie sempre meno distinguibile, se non per un denominatore che ancor più li accomuna basato su interessi personali e di fazione. Un cittadino che li ha ascoltati in quel momento difficilmente, non conoscendoli prima, è stato in grado di comprendere chi dei due rappresentasse la sinistra e chi la destra, tanto le puntualizzazioni rimarcate fossero banalmente collocabili nelle esigenze di qualsiasi individuo dotato di un minimo di buon senso e di morale comune. Entrambi, più o meno, hanno elencato i valori della patria, della solidarietà, del diritto al lavoro , all’uguaglianza, ad una vita ed una morte decorosa… dimenticandosi, però, entrambi, anche un minimo accenno alla Famiglia ed alla necessità di rafforzarne e salvaguardarne diritti e doveri, restituendole importanza ed adeguata collocazione nella scala delle priorità di una Nazione e si è assistito, quindi, ad uno spot elettorale di scarsa incisività, per non dire, addirittura, controproducente per gli stessi promotori.

Stiamo andando in contro all’ennesimo confronto elettorale e quello che più ci disturba e ci deprime sono i tremendi giorni futuri di bombardamenti mediatici che ci aspettano, all’insegna di promesse e illusioni che difficilmente saranno appagate e che, sempre più, contribuiranno inesorabilmente a farci disaffezionare alla politica e ai suoi interlocutori.  Il nostro futuro è gonfio di incertezze e di scenari foschi, come gli stessi Fazio e Saviano non hanno mancato di sottolineare, chi in  modo comico chi in modo un po’ più intellettuale. Ciò che ne è scaturito è, che alla fine, io mi sentivo talmente vuoto e depresso da sfiorarmi l’idea di chiamare mia moglie, di invitarla a fare le valigie e dirle…

… verso un mondo migliore e, soprattutto, più serio! 

 

Umberto Napolitano

Famiglie  d’Italia

 

La guerra delle istituzioni…

novembre 12, 2010

Forse siamo vicini all’epilogo. Dopo un lungo dissanguamento che ha portato la maggior parte dei cittadini sull’orlo di una doppia crisi, finanziaria e isterica, siamo vicini alla resa dei conti. La guerra scoppiata all’interno della maggioranza, guerra appoggiata e fomentata con arte e meticolosa pazienza dall’opposizione, sta per scrivere il suo ultimo atto. Quello che appare evidente e più ci umilia e rattrista è che si tratti di una guerra di potere a discapito di tutto e di tutti. Si riavvicinano turbolenze finanziarie internazionali e, dato l’enorme voragine del nostro debito pubblico, poco importa loro se i nostri titoli, per non diventare carta straccia, dovranno aumentare il tasso di interesse con tutte le conseguenze immaginabili: per i nostri politici è importante la conquista del timone di comando. Ogni mezzo è stato ed è lecito. Noi cittadini siamo vittime sacrificali: l’invidia di Fini, l’odio di Bersani e Di Pietro, l’opportunismo di Casini si contrappongono rabbiosamente alla feroce difesa di un Cavaliere che non vuole arrendersi, sostenuto ormai solo dal fedele scudiero Bossi alla perenne ricerca della realizzazione di un sogno federal-secessionista.

Carissime famiglie, cari cittadini ci attendono momenti bui: questi, i politici, sanno solo dire… ma non hanno a cuore le nostre sofferenze. Come gli amici del Veneto all’indomani dell’ultima alluvione, tiriamoci su le maniche e prepariamoci al peggio. Teniamo a mente tutto ciò che sta accadendo e i volti e gli atti di ognuno…specialmente per quando saremo richiamati a votare, anche nel caso in cui una nuova legge elettorale ci consentirà di spazzare via definitivamente tutti gli indegni. Una volta forse non eravamo preparati a scegliere personalmente i nostri rappresentanti e le nostre decisioni erano dettate da un servilismo clientelare, sperando in benefici futuri… ora i tempi sono cambiati e la politica pretende che noi diventiamo più coscienti, trasformandoci da comprimari ad interpreti. Lo so, ci sono pochi volti nuovi all’orizzonte… ma qualcosa affiora, sia a destra sia a sinistra: prendiamoli in considerazione e cerchiamo di studiarli conoscendoli meglio, ma, soprattutto…condividiamo le responsabilità del nostro futuro.

Umberto Napolitano

Famiglie  d’Italia

Tutti contro tutti e tutto: la Seconda Repubblica verso il fallimento

novembre 1, 2010

Quando in un Paese si combatte per distruggere e non per costruire… il suo destino è inesorabilmente segnato. Da quando è nata la Seconda Repubblica ogni più rosea speranza ed aspettativa dei cittadini partecipanti al progetto sono state tradite e vanificate: indipendentemente da chi abbia governato. Riferendosi agli ultimi due governi, quello di Prodi e di Berlusconi, l’esempio di fallimento e tradimento del rispetto degli interessi collettivi a favore di quelli personali appare sempre più evidente… lapalissiano! Il centro sinistra di Prodi è imploso per le rivendicazioni e le lotte delle minoranze interne determinanti per i loro ” no “, il centro destra di Berlusconi si sta disintegrando per gli stessi motivi, con l’aggiunta dell’odio che si porta dietro da 18 anni, odio che sta avvolgendo e dilaniando l’intera Italia. (more…)

La politica italiana naviga nel guano: noi prendiamo le distanze

ottobre 4, 2010

Famiglie d’Italia è un’ associazione nata fra poche persone con il fine di crescere e di rivolgersi a tante, possibilmente alla totalità delle famiglie. Un percorso arduo iniziato circa due anni fa e che, piano piano, sta cominciando a delinearsi e ad intravvedere un traguardo meno lontano. Il blog dal quale mi rivolgo giornalmente ha espresso una filosofia: quella di interloquire con le forze politiche contribuendo ad offrire cultura ed informazioni di primaria importanza relative all’ Habitat ed alle sue componenti essenziali ed esigenze comuni. (more…)

Non è una patacca, è…

settembre 25, 2010

… una merdaccia!, come direbbe il buon Fantozzi, viste le ultima rivelazioni. Ed il termine, purtroppo, è ormai estendibile a  quasi la totalità dei fatti che quotidianamente avvengono   nella politica italiana. Senza più alcun dubbio appare palese che chi è al potere può comportarsi tranquillamente nel modo illegale che a noi viene ” sconsigliato “, sperando, vista la sua ” posizione “, di poterla fare franca. Alla luce di tutto ciò che sta venendo a galla in periodo di ” scontro istituzionale ” in cui Berlusconi ed il suo esecutivo sono in guerra contemporaneamente contro se stessi ( Fini ) e contro l’opposizione ( Bersani, Di PIetro, Casini ), figuriamoci cosa accade e cosa ci viene nascosto nei momenti di ” pace “… A noi, che abbiamo perso quasi completamente la fiducia nelle Istituzioni, in attesa di qualche insperato ricambio giovanile, non resta, come varie volte ripetuto, che tirarci su le maniche ed affidarci esclusivamente alla propria iniziativa e voglia di lavorare, però, riflettendoci amaramente sopra, viene naturale sospirare… che schifo!!!

Umberto Napolitano

Famiglie  d’Italia

L’infelicità non paga

settembre 3, 2010

Il mio livore nei confronti di una politica rissosa è ben noto ed ha le sue ragioni più che fondate. Per cui, chi segue questo blog ricorderà come per me lo Stato sia la grande  ” Famiglia  ” di tutti gli italiani e come io consideri la Maggioranza  il buon padre che si assume tutte le sue responsabilità e governa con saggezza ed autorità il  nucleo di cui è a capo, e l’ Opposizione  la  brava madre paziente che vigila attenta, abile nell’intervenire quando è necessario con la sua importante opera di mediazione e correzione. Il Parlamento  rappresenta la casa e i cittadini, i figli…  figli che però crescono male se padre e madre non vanno d’accordo e litigano continuamente davanti ai loro occhi. In questo modo la grande famiglia si sgretola ed i figli, tristi abbandonano i genitori per non  perdersi totalmente e soccombere inesorabilmente. (more…)

1° settembre 2010, tiriamoci su le maniche e diamoci da fare

settembre 1, 2010

Il 1° settembre alfine è arrivato…era ora! Tutte queste vacanze mi hanno intorpidito, ed anche un po’ annoiato. Perché?… perché qualcuno ha fatto di tutto affinché queste vacanze io non potessi  godermele fino in fondo. La storia di Fini e dei suoi vari scheletri sparsi un po’ ovunque, per non parlare di quelli dei suoi familiari, mi ha ossessionato quotidianamente aggiungendo rabbia alla delusione. Rabbia, perché in questo modo sono passati in secondo piano notizie e problemi più seri… delusione, perché trattandosi della terza carica dello Stato, dopo tanti bei suoi discorsi che in qualche modo mi avevano affascinato ed incuriosito, avrei immaginato da lui un comportamento dignitoso e coerente, soprattutto, con quanto affermato e predicato precedentemente… (more…)

E’ morto Francesco Cossiga, ricordiamolo con rispetto

agosto 18, 2010

  Ieri si è spento Francesco Cossiga, uno degli ultimi e rari politici che hanno sempre preferito al ” politichese ” il saper parlare chiaro, senza fronzoli e, soprattutto, senza possibilità di non essere capiti. Per una facile rispolverata della sua storia politica vi invito a cliccare su Francesco Cossiga – Wikipedia , ma per rendervi un’immagine più evidente del suo carattere schietto e sanguigno, fra le varie interviste della sua lunga carriera politica, ve ne propongo una di Claudio Sabelli Fioretti , affermato giornalista e scrittore italiano. (more…)

Il blog va in ferie… Buon Ferragosto a tutti!

agosto 14, 2010

Post del 14 agosto 2010

Quello che sta succedendo intorno a noi è assurdo, sadico, ingeneroso… o, ancor di più, egoistico!… La politica ed il suo teatrino stile ” sceneggiata ”  hanno nuovamente ed impietosamente invaso le nostre vacanze… l’anno scorso con i problemi di Berlusconi, quest’anno con quelli di Fini. I ruoli e le parti sono stati scambiati con naturalezza impressionante e gli accusati, direttamente o indirettamente, sono divenuti accusatori… ma  i sostenitori e i super partes di uno o dell’altro hanno risposto con comportamenti dissonanti tra loro per quanto professato e quanto messo in pratica precedentemente. Per un blog ” trasversale ” come il nostro, angoscia e confusione ci costringono a sospendere commenti e riflessioni in attesa di sviluppi chiarificatori e a concederci qualche giorno di vacanza. Però, è proprio deprimente sentirsi parte di una comunità dove è difficile vedersi in qualche modo ben rappresentati da uomini da noi un dì preposti, ma oramai quasi tutti privi dei minimi requisiti essenziali per svolgere adeguatamente le loro funzioni: onestà e coerenza!

In ogni caso, questo ci spetta di diritto, scambiamoci sereni e puliti nel cuore, almeno noi, gli auguri di un sincero e sentito  BUON FERRAGOSTO A TUTTI!!!

Umberto Napolitano

Famiglie  d’Italia

Parlare di politica?… Tra Berlusconi e Fini, com’è difficile con questo caldo!

agosto 7, 2010

Molti di voi mi stanno accusando di aver trascurato troppo ultimamente i temi politici relativi ai recenti  eclatanti avvenimenti. Beh, onestamente ho preferito astenermi, sorvolare, far finta di niente la strategia di questo blog è quella di cercare di fare delle analisi nel modo più onesto e trasversale con l’intento di salvaguardare gli interessi ideologici di ognuno, ma non sempre ciò è possibile: di questi tempi, anzi, è addirittura impossibile! (more…)

Fini-Berlusconi, il teatrino è finito: manovre di governo tecnico

luglio 6, 2010

Il sipario è calato ed il teatro della politica chiude i battenti: Berlusconi ha capito che il divorzio con Fini è inevitabile… e, quasi sicuramente, divorzio sarà! All’esterno un’infinità di pretendenti sente il profumo di una poltrona calda da occupare facilmente: l’idea di un governo tecnico, un cocktail eterogeneo all’italiana, è in fase di studio e il nostro Presidente Napolitano, a dire di alcuni, dovrebbe avallarlo per il bene del popolo italiano.

Ma noi,popolo italiano, per nostra fortuna, abbiamo un Presidente che ci tutela più dei nostri  politici, un Presidente onesto che sa che se cade un governo democraticamente eletto, spetta al popolo eleggere il successivo… perché l’ Italia è una Nazione seria e non una torta da spartire!

Qualsiasi parola in più sarebbe superflua.

Umberto Napolitano

Famiglie  d’Italia

Fini Berlusconi: ” fare pace, fare finta? ” La cosa non ci tange più di tanto… però, ci preoccupa

Mag 13, 2010

Scusate, non vogliamo mancare di rispetto, ma non vogliamo nemmeno come cittadini sentirci invischiati oltre in polemiche che poco ci riguardano in momenti in cui i nostri pensieri vanno in altre direzioni… attraversano i confini e si specchiano… in Grecia, in Portogallo… per soffermarsi infine in Spagna. La politica del nostro governo, quindi la politica della maggioranza, ci ha salvaguardati in momenti di turbolenza in modo cosciente ed adeguato: la turbolenza non si è ancora acquietata, anzi!.. (more…)

Quando la politica si fa male da sola

aprile 22, 2010

Pensiero di un giovedì mattina di un cittadino un attimo prima di uscire per provare ad andare a lavorare…

 ” Certo che i nostri politici mancano totalmente di fantasia e di rispetto nei confronti nostri e di loro stessi. Invece di approfittare di un momento di tregua fra gli schieramenti e dedicare energie ed impegno per fare decentemente il lavoro per cui sono stati eletti, ecco che adesso nella ” maggioranza ” qualcuno ha trovato il modo per litigare ancora e perdere ulteriore tempo, questa volta per questioni ” personali “, che a noi possono non ” tangere ” più di tanto. Ok, il malumore di Fini covava da tempo, ma quando ha dato vita al Pdl con Berlusconi sperava forse che questi cambiasse improvvisamente modo di fare ed interpretare la politica e si facesse da parte solo per ” grazia ricevuta “, per decadimento senile improvviso o per apertura di qualche cella allestita con ” dovizia ” per cambiargli residenza?… (more…)

Spari e sprangate: l’Italia degenera

gennaio 9, 2010

E dai e dai… e la scintilla è scoccata! Tra risse parlamentari e scambi di insulti, tra proposte assurde e richieste insensate, tra buonismo di facciata e fermezza esagerata, tra moschee negate e crocifissi banditi… si è creato un caos tale ed un clima talmente  surriscaldato, che alla prima occasione è scoppiata la rissa e…chissà che cos’ altro potrà ancora accadere! Sto parlando di quanto sta avvenendo in Calabria, nella rivolta scoppiata prima da parte degli extracomunitari del luogo che hanno attaccato, e, in seguito, da parte dei cittadini offesi che hanno reagito all’ invasione e distruzione delle proprie cose offendendo e distruggendo a loro volta: naturalmente, il tutto sotto una probabile regia occulta ad opera di chi campa e prospera sull’odio e sul disordine. La rivolta è scoppiata, come al solito, tra poveri nei confronti di altri poveri. Poco lavoro malpagato, ed interessi che si intrecciano senza regole e  rispetto di nessuno, hanno probabilmente ispirato la mano di chi ha sparato per primo innescando la miccia e le reazioni a catena : è in questo modo, purtroppo, che cominciano tutte le guerre… (more…)

Le riforme nel 2010, un atto d’amore…subito

dicembre 27, 2009

Il volto che intravvedete è quello di Virraj Sorhvi: la sofferenza e la speranza di questo giovane si perdono nella cecità di chi potrebbe vedere, ma preferisce ignorare e passare oltre. E’ una storia particolare che, ” oltre ad essere un ” CASO UMANO “, racconta di un ragazzo geniale che parla e scrive 7 lingue ed è uno dei massimi poeti indiani nelle lingue Hindi e Urdu che vengono trasmesse dalla Radio “.  Virraj possiede un fascino particolare e soprattutto è profondamente spirituale. A seguito di un  grave incidente occorsogli qualche anno fa, la sua vita è diventata un calvario a causa di infezioni varie seguite da una ventina di operazioni che ne hanno minato il fisico, ma non la volontà di lottare. La sua vita è perennemente sospesa ad un  filo, ma basterebbe poco… un atto di buona volontà, un permesso di soggiorno che un governo come il nostro, sollecitato al riguardo da vari appelli, definitosi ” dell’amore “, potrebbe concedere per permettergli cure adeguate che il piccolo ospedale-sanatorio di Shimla, nell’Himalaja non è in grado di offrire. Ciò non costerebbe nulla allo Stato, perché c’è chi si è dichiarato disposto a pagare ogni spesa: occorre, ripeto, solo un permesso di soggiorno che permetta l’accesso a strutture ( in Svizzera o in Italia ) meglio attrezzate e in grado di salvare sicuramente la vita di un giovane destinata, in caso contrario, a spegnersi inesorabilmente. Per meglio informarvi, mi permetto di pubblicare un recente appello apparso sul blog,  ” La voce di Megaride “, curato dalla mia amica Marina Salvadore. Siamo in periodo natalizio… e quale migliore  messaggio agli italiani, per un Presidente del Consiglio come Silvio Berlusconi, sempre attento a ” certi ” richiami, potrebbe essere se non quello di annunciare, oltre alle riforme agognate per il 2010, il dono di  ” un permesso di soggiorno speciale per un giovane extracomunitario speciale “? (more…)

Che la Stella di Natale guidi la nostra politica sulla via della ragione

dicembre 24, 2009

” Quando Gesù fu nato a Betlemme di Giudea ai tempi del Re Erode, ecco apparire dall’Oriente a Gerusalemme alcuni Magi, i quali andavano chiedendo dove fosse nato il Re dei Giudei, perché, dicevano, avevano visto la sua stella al suo sorgere ed erano venuti ad adorarlo. Allora Erode, accolti segretamente i Magi, si informò accuratamente da loro circa l’epoca in cui la stella era apparsa. Udito il re, essi partirono ed ecco, la stella che avevano visto al suo sorgere, apparve di fronte a loro, finché si arrestò sul luogo dove stava il Bambino “. Matteo (II, 1-2)… E da allora In ogni presepio del mondo, come su quello che mentre scrivo sta allestendo mia moglie, sopra la grotta dove nasce il bambino Gesù o sulla punta di un albero di Natale, splende l’immagina della stella cometa, la stella di Natale (more…)

” Vado avanti per il bene dell’Italia “… e perché, Presidente, ha ricevuto un mandato!

dicembre 21, 2009

  Caro Presidente  Silvio Berlusconi, sono passati ormai otto giorni dall’aggressione di piazza Duomo alla Sua persona. Abbiamo condiviso la Sua sofferenza fisica e morale, condannando nel contempo l’atto e i commenti inappropriati e privi di umana sensibilità. Abbiamo analizzato il perché ed il che cosa abbia portato all’epilogo drammatico che l’ha vista protagonista, ed abbiamo consigliato che per stemperare la tensione il modo migliore non fosse cercare colpevoli e mandanti, ma far calare un doveroso e salutare silenzio, almeno per qualche giorno… appello, purtroppo, andato quasi completamente a vuoto. Nella giornata di ieri, intervenendo telefonicamente a una manifestazione di solidarietà nei suoi confronti a Verona, ricordandoci i vari attacchi mediatici e non da Lei subiti in questi ultimi mesi, ha sottolineato il perché del Suo voler continuare ” nonostante tutto ” per il bene dell’Italia… Grazie, signor Presidente, intento nobile, risposta appropriata… ma non ci basta! (more…)

A Ballarò si discute su Berlusconi e Fini, a Bari con Asita si parla di scelte energetiche e di compatibilità ambientale.

dicembre 2, 2009

 ” In Puglia, nodo nevralgico del commercio e dei contatti politico-culturali con l’Est e il Mediterraneo, sede e crocevia di antiche civiltà, ASITA celebra quest’anno la tredicesima Conferenza. Nessuna sede può, meglio di Bari, interpretare l’esigenza di internazionalizzare le attività scientifiche e culturali; da Bari parte la sfida per dare al nostro Paese il ruolo che gli compete nel Mediterraneo. “… Come Famiglie d’Italia, noi siamo presenti dall’1 al 4 dicembre con la Consulta Geodomotica Lombarda e con Fare Ambiente Lombardia ( grazie a  Giorgio Pastorino, Paolo Francesco Rodogna e Mauro Langfelder ) in tre sessioni poster delle ventitrè previste. Il che per confermare che non tutti in Italia si limitano a presenziare a dibattiti e polemiche televisive, tipo quelle di ieri sera a Ballarò, per non tralasciare Porta a Porta ( caso Brenda-Marrazzo ) e Matrix ( no a nuovi minareti in Svizzera ), bensì esiste, per fortuna, una parte attiva che lavora e si adopera per trovare soluzioni a problemi che ci riguardano immediatamente o che lo faranno in un futuro molto prossimo. (more…)

Le parolacce di Fini non insegnano ai bambini

novembre 23, 2009

Noi lo ripetiamo da tempo, ma ora che si è aggiunto anche il Cardinal Bertone, rafforziamo il coro e tutti insieme gridiamo: ” Politici, deponete le armi! ” Deponetele perché ci avete stancato ed abbiamo altro a cui pensare; deponetele perché vi state rendendo ridicoli; deponetele perché, soprattutto, vi state imbruttendo e state perdendo il controllo dando l’immagine più bassa e deleteria che mai abbia mostrato la politica. Non bastavano orge, droga e morti sospette, che si è aggiunto anche il Presidente della Camera Fini, apparso fino a poco prima l’immagine di una figura politica seria ed equilibrata conforme al ruolo ricoperto, che parlando ai bambini ha detto, pronunciandola, che per esprimere meglio un concetto a volte una parolaccia ne rafforza il significato. (more…)

Rutelli lascia…proprio ora che c’è chiarezza

novembre 1, 2009

rutelliFrancesco Rutelli ha deciso di lasciare, meglio così. Con l’elezione di Pierluigi Bersani alla guida del Pd si è fatta finalmente chiarezza. Si è data un’identità definitiva ad un progetto che era nato in modo enfatico, come un grande sogno, rimasto tale… perché di reale aveva ben poco. Era una ” cosa “, ma cosa? Aveva un grande fine, per fortuna sopravvissuto: il via ad un bipolarismo che avrebbe dovuto e dovrebbe rappresentare la grande chance italiana per un riscatto della politica verso una conduzione meno confusa e meno tortuosa.

(more…)