Posts Tagged ‘maggioranza e opposizione’

Giacomo Carone, autore de ” Il Tassello Verde – La Giacomite ” commenta un nostro post…

luglio 27, 2011

Giacomo Carone, mio carissimo amico, è un giovane imprenditore specializzato in consulenze in tema di sostenibilità nell’edilizia (green building) e del costruire bene a prezzi corretti. Recentemente ha scritto un libro, IL TASSELLO VERDE – LA GIACOMITE, la cui lettura ha offerto gratuitamente sul web  invitando a cliccare sul seguente link Powered by Google DocumentiGiacomo è anche un attento lettore del nostro blog al quale non fa mancare i suoi ” commenti “, alcuni dei quali, grazie alle sue capacità narrative, sono spesso superiori all’articolo commentato e meritano una collocazione e una visibilità più appropriate. E il caso più recente è proprio relativo al post di ieri  ( Prime pagine quotidiani… ma l’Informazione, che considerazione ha di noi italiani!?! ), al quale ha risposto così…

Giacomo Carone Dice:
luglio 26, 2011 alle 4:37 pm

Riagganciandomi a quanto riportato nell’articolo, ho alcune domande alle quali ultimamente non riesco a dare una risposta:
1. “Esiste una maggioranza ed una opposizione in Italia?”
2. “I politici, specialmente in Italia, lavorano per il bene del Popolo che essi dovrebbero rappresentare?”
3. “Che influenza ha il Vaticano sulla politica e la legiferazione in Italia (a tutti i livelli)?”

Ma la domanda che mi lascia con molti dubbi è:
“Anche se stravolgessimo il sistema politico attuale, saremmo poi in grado di produrre quei cambiamenti che sono necessari per migliorare il nostro Paese?”.

Per 5 anni ho potuto assaporare in prima persona i poteri ed i giochini della politica, motivo per i quali ne sono uscito e non intendo più ritornarci.

E’ facile criticare l’operato di chi ci governa, ma noi Italiani tutti, siamo maturi per guidare un cambiamento con perizia e lungimiranza, che apporti modifiche sostanziali nel mondo del lavoro, al benessere sociale, all’economia, al sistema sanitario ed a quello pensionistico e chi più ne ha, più e metta?

Troppi anni di intrallazzi, di favoritismi, di media guidati come marionette (l’articolo in questione ne è la prova concreta), di mazzette, di soprusi, di gabelle, di favoritismi, di distruzione della sanità ed istruzione pubblica (a favore di quella di altra gestione “estera” o “privata di parte”), di impoverimento strutturale delle Forze dell’Ordine e delle Amministrazioni Comunali, degli investimenti spropositati nel cemento ieri e nel pseudo-green oggi (stranamente chi tirava le fila ieri, se si va a vedere attentamente sono gli stessi di chi le tira oggi), ha mandato in metastasi l’intero sistema-Italia.

Si fa lo “scudo fiscale” e chi ci guadagna?
si fa il “condono edilizio” e chi ci guadagna?
si fanno gli “incentivi ad hoc” e chi ci guadagna?
si pilotano le “crisi” e chi ci guadagna?

L’economia insegnata nelle università ha cannato brutalmente, però vengono ancora fatti i “Festival dell’Economia” assieme alle banche che hanno generato (o perlomeno coadiuvato) il crollo dell’economia stessa a livello mondiale attraverso varie azioni non sempre molto chiare, continuano ad essere supportate economicamente e ad avere sgravi fiscali a livello globale.

A noi cosa resta? Il lamentarci ed il subire.

Con tutto il rispetto per Beppe Grillo, che considero un buon comico, penso che sobillare un popolo già di suo incavolato rischia di far degenerare la situazione.

Sono però convinto che ci siano delle Persone che sono in grado di prendere le redini ed aiutarci a capire come tirare su la testa con criterio, con metodi costruttivi e produttivi; è di queste Persone che l’Italia ha bisogno ora.

Gente indipendente dalla politica e dal Vaticano che sappia gestire problemi complessi ed aiuti tutti noi a rimboccarci le maniche, motivandoci e responsabilizzandoci per una ripresa lenta ma effettiva.

Siamo molto vicini all’”orizzonte degli eventi”, ma non ci siamo ancora dentro.

Famiglie d’Italia lo considero uno strumento, uno dei migliori, per raccogliere questo messaggio, e sono convinto che tra i suoi lettori ci sia qualcuno che come me vuole rimettere in moto questo meraviglioso Paese che Dio ci ha reso la grazia di donarci.
Io sono pronto a rimettermi in gioco, ma non in politica. Voglio lavorare al fianco di altri Italiani che invece di lamentarsi, hanno idee e progetti concreti e concretizzabili.

Giacomo Carone

Giacomo Carone: intervista ad un giovane imprenditore « Famiglie d

Giacomo Carone ci invita a leggere un libro di Sonia Ricotti che

introduzione a cura di

Umberto Napolitano
 
Famiglie  d’Italia

Regionali 2010: in Lazio e in Lombardia un mix di dabbenaggine e di voglia di vincere facile

marzo 3, 2010

In fondo a questa tazza stanno scivolando i nostri diritti e l’ultimo scampolo di credibilità di una nazione, l’Italia, devastata da una guerra di potere che sta degenerando nello squallore più assoluto. Ha ragione Emma Marcegaglia quando afferma “… il dibattito politico è incentrato sul caos delle liste, sui conflitti su maggioranza e opposizione, tra magistratura e politica, mentre c’è grande disattenzione sui temi dell’economia, del benessere, della crescita dei nostri lavoratori “. Ha ragione da vendere!… (more…)

Ocse, la ripresa avanza: l’Italia, divisa, è in testa

novembre 7, 2009

soldiL‘Ocse annuncia che la ripresa in Europa avanza e che proprio l’Italia, l’Italia bistrattata, l’Italia perennemente divisa da lotte interne e fratricide, l’Italia ” spaghetti e mandolini “, l’Italia… Italia è in testa al gruppo a tirare la volata verso traguardi più ambiziosi, ponendosi a esempio e speranza nei confronti del mondo intero. Considerazione: e se fosse più coesa, dove potrebbe mai arrivare questa Italia? (more…)

Benché la politica… l’Italia va avanti!

ottobre 26, 2009

italia malataBene, Pierluigi Bersani, come nelle previsioni, è stato alfine eletto a maggioranza dal popolo del Pd. E’ il nuovo presidente del partito e l’auspicio per molti, indipendentemente dai colori politici, è che ciò possa rappresentare il segnale per lo stop definitivo ad un imbarbarimento della politica senza precedenti. Dalle sue dichiarazioni si presume la fine di ogni strategia di opposizione basata esclusivamente sull’ “ antiberlusconismo ” e sugli errori e debolezze altrui… Del resto il caso Marrazzo, sul quale ho preferito calare un velo pietoso e non aggiungere ulteriore benzina ad un fuoco di per sé già devastante, sancisce come nessun uomo sia indenne da vizi e stravizi, per cui non conviene a nessuno sventolare le bandiere della propria ” moralità “: l’uomo è uomo, indipendentemente dai valori che rappresenta!

(more…)

Benché tutto… Buona domenica 18 ottobre 2009 con Michele Guardì e Mezzogiorno in Famiglia

ottobre 18, 2009

guardiStamani mi sono svegliato in modo positivo, benché una notte piuttosto agitata. Entrando su Facebook ho notato immediatamente il volto sorridente di Michele Guardì, autore e regista di molti programmi televisivi. Ringraziava personalmente tutti gli amici per i complimenti spontanei che gli inviavano per le sue trasmissioni… trasmissioni semplici, capaci di entrare in casa di noi italiani in punta di piedi tenendoci compagnia, strappandoci un sorriso e, soprattutto, rasserenandoci. Grazie Michele anche da parte di Famiglie d’Italia. In momenti come questi durante i quali veniamo assaliti e tormentati da duelli politici, da gossip inutili e volgari ( cosa ci importa dei tre amori della Moric o della Aida ubriaca al volante a Milano, messaggi negativi per i giovani  ” fattene tre per volta e ubriacati che si guida meglio ” ), un programma come ” Mezzogiorno in Famiglia ” come si stacca da Anno Zero, Porta a Porta & c.! … Si può creare interesse ed ascolto anche facendo conoscere al pubblico i  nostri paesi con le loro tradizioni, la loro storia e cultura, mostrando in diretta i luoghi e i monumenti più caratteristici. (more…)

Napolitano come il suo il popolo: stanco della politica incivile

ottobre 3, 2009

Nella seconda giornata del suo viaggio in Basilicata il nostro Presidente Giorgio Napolitano, in un incontro con le autorità di Matera, non ha saputo trattenersi dal fare un amaro raffronto tra il modo di fare politica attuale e quello di una volta… “Erano tempi – spiega Napolitano – in cui non si facevano tanti complimenti tra maggioranza e opposizione, ma ci si ascoltava, ci si rispettava e c’era civiltà nei rapporti tra schieramenti in Parlamento e tra chi faceva la maggioranza e chi l’opposizione… anche se non faccio più politica  nutro nostalgia per quei tempi, la nostalgia non è un sentimento indegno perché non è idoleggiamento del passato”. (more…)