Posts Tagged ‘muro della memoria’

IL MURO DELLA MEMORIA

novembre 19, 2008

5812_lavoro

 

Quando

 

Nasce il 18 novembre 2008

Chi

Lo Staff di Famiglie d’Italia su richiesta di Andrea Ben Leva ha deciso di dare seguito al Progetto “MURO DELLA MEMORIA”

Cosa

 E’ un muro sul quale chiunque ha perso un parente, un amico, un familiare per un infortunio sul lavoro, può inserire il nome del proprio defunto da ricordare.

Dove

Sul Blog di Famiglie d’Italia nella categoria [MURO DELLA MEMORIA] verranno inseriti i nomi, le foto, la loro storia e il loro incidente, dei parenti defunti di cui riceveremo notizia.

Perché

 Affinchè si possa onorare la morte del defunto sul lavoro, nel ricordo di chi era, chi lo amava, cosa rappresentava, e come si chiamava. Questo per dare un ricordo perpetuo nel tempo del defunto, evitando che rimanga solo un numero statistico, e che poi lo si dimentichi nel tempo

Come

Dovete inviare una e-mail a info@famiglieditalia.it

inserendo nell’oggetto del messaggio MURO DELLA MEMORIA, nel testo il nome e cognome, una foto, la sua storia, e il suo incidente. Il nostro Staff tecnico penserà a pubblicare il vostro ricordo ed elogio sul MURO DELLA MEMORIA.

 

Annunci

Good Morning Italia – è nato il MURO DELLA MEMORIA

novembre 19, 2008
Repubblica Italiana

Repubblica Italiana

scritto da: Andrea Ben Leva

Quasi, quasi mi da fastidio, mi trovo semre a dover ripetere le stesse cose. Un disco rotto, che gira, gira, e dice sempre la stessa cosa: è inutile parlare di infortuni sul lavoro SOLO QUANDO CI SONO “I MORTI” SUL LAVORO.

 

Good Morning Vietnam ! iniziava così Robin Williams, la trasmissione radiofonica dell’omonimo film datato 1987. Era un segnale, un motto, un incoraggiamento per tutti i giovani ragazzi che lasciate le famiglie negli states, entravano nella giungla per sparare, e forse ritornare vivi nella propria branda alla sera. Un sonno difficile sotto i colpi dei mortai e dei fucili di fabbricazione russa AK47.

Spiegazione dei simboli della Repubblica:

Ramo d’ulivo – Indica la volontà di pace della Nazione
Ramo di quercia – Indica la forza e la dignità del Popolo Italiano
Ruota dentata – Traduce l’art. 1 della Costituzione: “L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro.
Stella – Compare come attributo dell’Italia già dal Cinquecento

Good Morning Italia, sarà il nostro motto, il nostro slogan per ricordare a tutte leFamiglie Italiane, che i loro cari che al mattino si recano al lavoro potrebbero non fare ritorno. E’ brutto, crudo, e duro dire così, ma credete a uno che ha vissuto l’infortunio sulla propria pelle, è meglio tenerlo sempre presente.

Ogni giorno in Italia avvengono infortuni sul lavoro, che non destano notizia. Molti giovani padri di famiglia che cedono al mercato del lavoro pezzi del loro fisico. Poi a fine anno vegono inseriti in un grande piano statistico, e di loro si ricorderà solo il numero, il tipo di incidente, e la data.

Vi sembra giusto? io ritengo di no !
Possibile che l’Italia, le Famiglie Italiane accettino questo ormai diventato “status quo” dove si soprasiede agli incidenti che per effetto della ridondanza, non fanno più notizia. Bisogna fare qualcosa, ma da soli non è possibile farlo, c’è bisogno che tutti partecipino.

Oltre ad aver subito un infortunio, con tutto quello che ne segue, ho accettato di servire il mio paese, dare qualcosa senza ricevere niente in cambio. Sono diventato un promotore di un’ Associazione no-profit che porta il mio nome, che si occupa gratuitamente di giovani infortunati sul lavoro, per il ecupero cognitivo, per il reinserimento nel campo del lavoro, seminari sulla percezione dei rischi e sulla prevenzione.

Nei tempi si è detto e scritto che bisgna dare un senso alla morte, che bisogna ricordare, che non bisogna dimenticare. Da quello che vedo, i media, i giornali, le radio; tranne per qualche eccezione, trasmettono sempre con lo stesso format, in modo che tutti dimentichino presto. Noi di Famiglie d’Italia, NON VOGLIAMO DIMENTICARE !

Ed è per questo che vi propongo un progetto, di collaborazione, di impegno morale, anche di sacrificio. In America esiste un muro dove per ogni morto viene affissa una sella, e non rimane traccia del nome per proteggere la famiglia, o l’identità segreta. Qui invece vogliamo che i nomi dei nostri cari defunti per infortunio sul lavoro, rimangano scritti ed INDELEBILI nella memoria, pertanto vi invito a partecipare al progetto: “MURO DELLA MEMORIA”, dove ognuno di noi che ha perso un caro, un amico, un parente possa rendergli omaggio, inserendo il suo nome su Famiglie d’Italia.

Scrivete una e-mail a info@famiglieditalia.it scrivendo nell’oggetto del messaggio: MURO DELLA MEMORIA. E nel testo: il nome, il cognome, e come è successo l’infortunio sul lavoro che ha causato la morte, scrivete anche chi siete, e perchè volete aderire al progetto “MURO DELLA MEMORIA”

Sarà una testimonianza vera, che durerà nel tempo, un ricordo di chi non c’è più, e che forse un giorno vedrà un nostro futuro Presidente della Repubblica, inginocchiarsi davanti ad un monumento con tutti i nomi scritti, mentre depone una ghirlanda di fiori, in ricordo di chi è morto per il lavoro. Quel giorno, e soltanto quel giorno renderemo giustizia ai nostri defunti sul lavoro, abbattendo il nostro muro, così che tutti possano vedere, affinche rimanga traccia di loro anche dopo di noi.

                                                                               Andrea Ben Leva

Non piangere se non vedi il Sole, perchè le lacrime ti impediscono di vedere le stelle. Jim Morrison