Posts Tagged ‘omosessuali’

Alessandro Cecchi Paone/Nazionale di Calcio… ma la discrezione, dove sta di casa?

giugno 14, 2012

Come al solito aspetto un paio di giorni prima di esporre le mie considerazioni sui fatti che ultimamente hanno maggiormente attirato l’attenzione dell’opinione pubblica. Lo faccio per cercare di considerare tutti gli aspetti prima di giungere a delle conclusioni ed esporle… e sul caso Cecchi Paone/Nazionale di Calcio mi sono fatto un’idea abbastanza chiara, specialmente dopo aver ascoltato le opinioni di molti amici e conoscenti. Alessandro Cecchi Paone non può cavarsela dando del ” maleducato ” ad Antonio Cassano ed assolvere se stesso affermando ” La mia battaglia è per la normalità. Nessuno deve rischiare di essere insultato per questi motivi ( essere omosessuali ) “…

Ebbene, io credo che per prima cosa il desiderio di avvicinarsi alla normalità ed all’educazione stia prima di tutto nel sapersi comportare in modo discreto e nel non sbandierare attraverso i media le proprie  ” conquiste sessuali “. Aver affermato di aver avuto rapporti con un giocatore della nazionale di calcio, ha certamente violato l’intimità di ” uno ” e messo in imbarazzo 23 giocatori, l’intero staff e tutta la Federazione in un momento delicato ed importante come la partecipazione ad un Campionato di Calcio Europeo. Il comportarsi discretamente pretenderebbe da tutti il tenere per sé fatti personali e soprattutto nel non  rivelare ne alludere mai al presunto ” peccatore “… e qui, il solo fatto di affermare “ ho avuto rapporti con uno della nazionale di calcio ” denota, purtroppo, una mancanza di rispetto verso l’intera nazionale ed un desiderio di mettere in evidenza le proprie arti di ” grande conquistatore ” che non credo  faccia bene all’ ” orgoglio omosessuale “, come non farebbe bene all’ ” orgoglio eterosessuale ” in un caso simile

Certo, il calciatore Cassano ha risposto in modo brutale e inadeguato, usando termini popolari eccessivi, ma lui è fatto così e forse era anche un po’ adirato: tanta classe con un pallone tra i piedi , ma non altrettanta nel rispondere in modo forbito, anche se chiaro. … Ma da Cecchi Paone si pretende molto di più. Lui con il pallone tra i piedi non ha bisogno di eccellere, ma è un affermato ed apprezzato giornalista e conduttore televisivo, per cui è un nostro diritto sentirlo esprimersi in modo educato e pretenderne un comportamento adeguato. Sì… ” educato ed adeguato “, perché tra lui e Cassano non sono poi emerse troppe differenze: se Antonio rispondendo ha sbagliato eccedendo nell’espressione verbale, Alessandro Cecchi Paone ha attaccato per primo e lo ha fatto rivelando questioni personali che dovrebbero sempre rimanere racchiuse tra le lenzuola di un letto disfatto.

Tutti ormai accettiamo come fatto normale ciò che ancora impropriamente viene indicato come “ diversità “, perché madre natura non permette a nessun individuo di scegliere in anticipo quale sarà il percorso perfetto della propria vita… ma pretendiamo rispetto a 360 gradi… da tutti, siano omo o etero-sessuali!!! Penso perciò che non si possa uscire allo scoperto e giudicando e vantandosi di un qualcosa e poi pretendere di non essere a propria volta giudicati e bacchettati. Io sono convinto che sia arrivato il momento definitivo di non parlare più di diversità sessuali: questa diversità non esiste più fra le persone intelligenti e, soprattutto…  non fa più notizia!

Umberto Napolitano

Famiglie                        d’Italia

Annunci

Caso Busi: e gli italiani stanno a guardare

marzo 19, 2010

Una volta la diversità era un delitto, un dramma… una disgrazia da nascondere con timore e vergogna: oggi è un segno di distinzione, di cultura… un vanto da ostentare con orgoglio. In entrambi i risvolti si evidenziano errori ed esagerazioni di una società che non è in grado di offrire equilibrio e ragionevolezza, ma solo esempi estremi per meravigliare e speculare. La televisione, inoltre, è diventato il mezzo primario di diffusione del ” peggio “. Ognuno si può permettere di urlare e di usare linguaggi volgari e sprezzanti in un contesto di critiche distruttive ed aberranti. Il caso Busi è l’ultimo esempio, e, forse per questo, il più eclatante. Aldo Busi, scrittore, intellettuale… profeta, può permettersi di dire ciò che vuole e offendere come vuole. Lui è il verbo, gli altri un ” danno “, e per altri si intendono la maggior parte di coloro che non la pensano come lui, chiunque siano, anche Benedetto XVI, perché a suo dire …  ” gli omofobi sono degli omosessuali repressi , sono un danno della società “… (more…)