Posts Tagged ‘sistema’

Benvenuto raggio di sole…( Ferruccio Jarach ) II parte

novembre 29, 2009

Innanzi tutto Buona Domenica29 novembre 2009! Oggi, per chi volesse dedicare un po’ del suo tempo ad una sana lettura, contribuendo così ad alleggerirsi in parte dell’inquinamento culturale in materia energetica che inesorabilmente lo sovrasta , potrei offrire l’occasione per  trasformare questo giorno uggioso in una domenica speciale. Per cui, riprendendo l’articolo di ieri…  

 Forse Valentina può insegnarci qualcosa. Forse può prenderci per mano, farci smettere di picchiare la testa contro il muro, mostrarci dove è questa porta aperta e come attraversarla. I suoi occhi possono aiutarci a vedere quella porta, mentre noi rimaniamo fermi, riempiendo il mondo di parole su quello che dovremmo fare, ma restando lì dove siamo. (more…)

O innoviamo o…

dicembre 21, 2008

inovazioneDa un paio di giorni una piccola frase, indipendentemente da chi l’abbia pronunciata, continua ad affacciarsi ed a rimbalzare nel mio cervello: o innoviamo o… , oppure, magari o innoviamo o… , no, forse sarà o innoviamo o… ecco, credo che sia…Oddio, mi sto perdendo!

O innoviamo o…ma che cosa?!…ma che cosa vorrà  mai significare veramente?!

Sono andato su Google ed ho cliccato sul termine ” innovare “. Risultato della ricerca: alterare l’ordine delle cose per fare cose nuove.

Non mi bastava, e allora ho aperto un dizionario della lingua italiana e ho appreso quanto segue: mutare un sistema, introducendo qualcosa di nuovo.

Un barlume di luce e di speranza hanno  attraversato improvvisamente la mia anima e la mia mente:

berlusconi-e-veltroniche stia per avverarsi quanto prospettato all’inizio?! Cioè, dato che di solito  avviene il contrario “ di quanto  auspicato in campagna elettorale, con l’innovare possa accadere che alterando l’ordine delle cose e mutando un sistema quel  avviene il contrario “ si trasformi davvero in cose nuove?… rappacificazione, collaborazione, uniti per un solo obbiettivo, il bene e gli interessi del popolo italiano? …Contorto, ma possibile! Ma se uno propone e l’altro riceve?…difficile, ma auspicabile! E se uno fa un passo avanti e l’altro uno indietro?…incredibile, ma così semplice!

A volte mi perdo ed esagero nelle mie elucubrazioni.

antoineNegli anni ’60 ero molto amico di un cantautore francese, Antoine, divenuto famoso a livello internazionale con la canzone “ Les élucubrations d’Antoine “. Poi sbarcò in Italia ed accettò di farsi tirare delle ” Pietre “, in un numero talmente elevato da fargli perdere la “ Tramontana ” … risultato:  si ritrovò talmente frastornato e trasformato da prendere la decisione di innovarsi mollando tutto, cambiando professione, fino ad arrivare a comprarsi un catamarano e ad affrontare il mondo sospinto dal vento.

Invito chi mi legge a non intravvedere particolari messaggi in questo piccolo aneddoto raccontato, ma…innovare è un termine strano che vuol dire tutto e vuol dire niente: può significare cambiare le cose, ma anche lasciarle come sono, specialmente se il termine si limita a rappresentare un semplice proclama, uno dei tanti, e che rimane tale.

E’ in certe situazioni che mi vengono in mente le frasi dei vecchi, gli antichi proverbi, come uno che usavano menzionarmi mio nonno Paolo e mio padre Pasquale:  chiacchiere e tabacchere ‘e lignamme ‘o Banco ‘e Napule nun ‘e’ impegna!

banco-di-napoli

Chiacchiere e tabacchiere di legno il Banco di Napoli non le impegna!

Umberto Napolitano