Posts Tagged ‘soluzioni’

L’Italia dei suicidi e dell’indifferenza

aprile 18, 2012

E’ sempre più difficile per me dissertare su questo blog con serenità ed obiettività. Sono gli argomenti ” nuovi ” che scemano. Oddio, ogni giorno qualcosa capita, anzi, fin troppe cose, ma in una scadenza così di routine che ormai le notizie, anche le più tragiche, ci scivolano addosso. La tragedia è all’ordine del giorno, ma il peggio è che spesso non è una tragedia naturale, bensì annunciata ed in maniera  consequenziale voluta e cercata. La politica è morta e con essa i pochi punti di riferimento che legavano un cittadino al concetto di ” Nazione “. Non esistono più partiti ” vergini “, ma solo uomini alla deriva che evidenziano le proprie debolezze ed i propri errori con incallita disinvoltura, come fossero normali, un fatto dovuto… una conseguenza storica. L’Italia in mano ad un Governo Tecnico, appoggiato da politici che non ne sono più degni per tutto il marcio affiorante nelle loro azioni passate e presenti. Passate, per lo spreco dei soldi che abbiamo loro messo a disposizione… presenti, per la loro innata capacità nel riuscire a rinunciare a nulla di quanto indebitamente acquisito. Siamo tutti nel guano più profondo, ma essi insistono nel reclamare soldi di finanziamenti ormai dimostratisi eccessivi ed ingiustificati… e quel che è peggio è che affamano il popolo ma non si tolgono un euro dal portafoglio: quanta ignobile ingiustizia ed aberrante nostra coglioneria nel permettere ed accettare tutto ciò passivamente! Siamo capaci di scendere in piazza in massa per seguire battaglie idealistiche per ” diritti acquisiti ” in un tempo ormai ” fuori tempo “, perché organizzati e mossi da chi teme più di perdere in potere che in interessi dei cittadini rappresentati… ma non siamo capaci di organizzare da soli alcuna forma di protesta incisiva e credibile  per far mollare l’osso a chi per troppi anni l’ha rosicchiato spudoratamente a causa della nostra totale indifferenza… Sì, un’ indifferenza colpevole che ora ci sta presentando un conto sempre più amaro, un conto che mette la maggior parte di noi con le spalle al muro costringendo i più  ” deboli ” alla fuga nel suicidio … ed i più ” forti ” all’arroccamento nella  sopportazione  galoppante verso un’inedia quasi assoluta di dignità e sostentamento.

Ecco perché mi è sempre più difficile scrivere e dissertare, perché come un disperato sto cercando di reagire sforzandomi di studiare soluzioni alternative, e, nel contempo, mi sento sporco ed inutile nel limitarmi anch’io a lamentarmi solamente, come fanno tutti ormai, sottolineando le brutture, anzi, le schifezze che ci contornano quotidianamente, ma poco o nulla proponendo.

Umberto Napolitano

Famiglie  d’Italia

Berlusconi vince ed apre alla crisi pilotata, ma in piazza, pilotata o no, è guerra!

dicembre 15, 2010

Ieri si è svolto a Roma l’ultimo atto di una farsa senza fine: Berlusconi ha vinto la sua ennesima battaglia, ormai solo, a parte Bossi, contro tutti… ma in piazza è guerra! Fini, più che ridimensionato, esce a pezzi, e noi con lui. Il suo attacco all’uomo nero, il cavaliere intruso, è fallito miseramente: si era illuso, lo hanno illuso… si è fatto usare. E’ uscito a pezzi, come dicevo, e con lui anche noi dato che per il suo desiderio di sovvertire  l’odiato partner di tanti anni ( il padre padrone che lo aveva in qualche modo rigenerato ) ha bloccato l’Italia per sei mesi. Questo ci può anche stare se ottieni dei risultati, ma così no! E’ apparso evidente che non c’era alcun progetto politico valido ed alternativo, solo un desiderio di rivalsa e di predominio per cui, come in ogni azione a cui manchi l’anima, si è dissolta da sola come il suo drappello di futuristi già pronti, in parte, a rientrare concretamente nel presente. (more…)

Buon fine settimana, all’insegna del buonsenso

marzo 14, 2009

https://i0.wp.com/lasimo.blog.deejay.it/files/photos/uncategorized/2007/06/29/buon_fine_settimana.jpg

E’ stata una settimana all’insegna dello scontro dialettico fra maggioranza e opposizione, tra Franceschini e Berlusconi. Su tale argomento quello che c’era da dire è stato ampiamente esposto, per cui vorrei invitare i nostri lettori che non hanno trovato il tempo di visitarci durante la settimana, di dare ora una sbirciatina agli articoli pubblicati e tenersi informati. Il nostro essere trasversali ci ha permesso di esprimerci liberamente, dalla delusione per le politiche dell’ opposizione apparse obsolete ed, a volte, irritanti… al consigliare alla maggioranza di non perdersi in inutili chiacchiere giustificative ed insulti di rimando, ma di continuare ed, anzi, intensificare l’impegno per portarci fuori dalla crisi nel modo più veloce e indolore. Noi di Famiglie d’Italia tifiamo e tiferemo sempre per i governi in carica, qualsiasi sia il loro colore, perchè rispettosi delle scelte elettorali. Questo non significa che ci offriamo inermi nell’accettare qualsiasi decisione, però ci pare giusto e onesto permettere lo svolgere del proprio lavoro in modo sereno a coloro che sono stati  demandati dall’esito delle urne…Anche perché, ogni problema presenta sempre diverse soluzioni, per cui è difficile stabilire in partenza quale sarà quella giusta. E siccome è impossibile che tutti  concordino all’unisono sulle direttive da intraprendere, mi pare doveroso e sensato dare precedenza, fino a prova contraria, a quelle suggerite da coloro che ne hanno acquisito democraticamente il diritto e il dovere. E tutto questo al fine di non perdere del tempo prezioso e sprecare energie ed entusiasmi in polemiche e diatribe dannose alla salute e al portafoglio.

 Del resto, quelli che hanno governato fino a ieri con risultati mediocri, per non dire scadenti, non possono improvvisamente ergersi a detentori della giusta formula risanatrice; però se apportano un contributo positivo, offrendolo in modo pacato e non altezzoso a chi li ha sostituiti al timone della Nazione, noi italiani, come più volte ripetuto, non siamo scemi e sappiamo apprezzare il lavoro ben fatto, da qualsiasi parte venga eseguito. Una cosa, però, non sopportiamo più: la baruffa accompagnata dall’arroganza di chi propone e da quella di chi rifiuta. Non esistono geni infallibili, e lo sta dimostrando il mondo intero. Esistono, però, i delinquenti tipo il Madoff americano, capaci di mandare in rovina migliaia e migliaia di famiglie. Quelli sì che vanno stanati ed abbattuti, spogliati fino all’ultimo calzino in loro possesso o imboscato da parenti e prestanome; dopo di che, vanno chiusi e lasciati a marcire in una galera, a lavorare per guadagnarsi la michetta…altro che a spese dello Stato. Ma questo fa parte di un qualcosa del passato, chissà perché, in disuso. Infatti, un cittadino onesto senza lavoro rischia di morire di fame e di freddo, o perché dato a fuoco su una panchina mentre dorme, un delinquente, invece, può permettersi di sopravvivere a lungo con un pasto e una cena assicurati giornalmente, per non parlare della ricreazione e degli svaghi garantiti, gratis.

Buon fine settimana amici, all’insegna del buon senso e di una consigliata… sana meditazione.

Umberto Napolitano