Posts Tagged ‘sorriso’

Un sorriso alza la qualità della vita

ottobre 7, 2013

sorriso

Oggi intendo farvi cominciare la settimana con un sorriso che, forse,pochi giorni fa è passato del tutto inosservato. Ebbene, venerdì 4 ottobre è stata la ” Giornata del Sorriso “, una ricorrenza internazionale che, a quanto pare, a pochi media interessa evidenziare perché… perché sorridere fa bene, alla salute ed al lavoro. Invece, si preferisce che l’individuo sia depresso e più facilmente attaccabile da speculazioni varie che tendono a corroderci e a renderci sempre più dei numeri preda di politicanti o faccendieri senza scrupoli. Ebbene, vi chiedo scusa, ma era una notizia sconosciuta anche al sottoscritto: per quest’anno arrivo in ritardo, ma per l’anno prossimo, credetemi, comincerò con i manifesti esposti sul blog almeno un mese prima.

Sorridere fa stare in salute, la Giornata mondiale del sorriso

Pubblicato 04 Ottobre 2013
Di Antonio Luzi ( fonte: Vitadidonna.it )

Il primo venerdì di ottobre è la giornata internazionale dedicata al sorriso, cosa che dovremmo fare spesso, giornata che venne inventata da Harvey Ball, l’inventore della faccina sorridente, divenuta con il tempo l’emoticon, ossia quelle riproduzioni stilizzate delle principali espressioni facciali umane che esprimono un’emozione (sorriso, broncio, ghigno, ecc.).

I giovani ed a volte anche noi, quando sappiamo come fare, le utilizziamo prevalentemente su Internet e negli SMS, per aggiungere componenti extra-verbali alla comunicazione scritta.

Harvey Ball, l’uomo che nel 1963 inventò quella icona, impiegò meno di dieci minuti a disegnare quella faccina che gli venne richiesta dalla State Mutual Life Assurance Company of Worcester, Massachusetts, ora conosciuto come Hannover Assicurazioni, la quale aveva acquistato Garanzia Mutua Società dell’Ohio.

La fusione aveva provocato un pessimo morale da parte dei dipendenti e cosi Ball, che era un artista free lance, venne incaricato di inventare qualcosa che aiutasse a far rinascere l’allegria ed il sorriso.

In circa dieci minuti, come lui raccontò aveva appunto creato una faccina sorridente per essere utilizzato su pulsanti, schede di scrivania, e manifesti, spillette.

Da allora questa icon è divenuta giorno dopo giorno sempre più famosa e nel 1999 Ball fondò la “Harvey Ball World Smile’ che decise di dedicare il primo venerdì di ogni ottobre alla giornata del sorriso.

Sorridere è importante perché, come molti studi scientifici hanno dimostrato, sorridere fa bene alla salute perché ridendo si rilassano i muscoli e si mettono in circolo molecole ‘positive’ come le endorfine.

Sorridere attiva la messa in circolo della dopamina, un ormone che ci aiuta a rilassarci ed ad abbassare le nostre tensioni. Una risata irrefrenabile equivale a 45 minuti di relax e costa molto meno.

La geloterapia,ossia la terapia del sorriso, finalizzata a ristabilire uno stato di buonumore e di benessere psicofisico, suscitando allegria nei pazienti, ha funzione terapeutica riconosciuta in ambito medico.

Sono ormai molti gli studi scientifici che hanno dimostrato il valore terapeutico.

Ilona Papousek, del dipartimento di psicologia dell’Università di Graz in Austria, ha pubblicato uno studio nel quale ha dimostrato che “sorridere abbassa la pressione del sangue e che potrebbe essere un ottimo esercizio di riabilitazione dopo ictus”.

Lo studio condotto dall’Università del Maryland a Baltimora, ha ad esempio dimostrato che il senso dell’umorismo insieme alla capacità di sorridere diminuiscono i rischi di malattie cardiovascolari.

Quindi cari lettori ricordatevi di sorridere oggi perché è la giornata mondiale del sorriso e dio farlo ogni volta che potete perché ci fa bene.

 Antonio Luzi ( fonte: Vitadidonna.it )

Introduzione a cura di

Umberto Napolitano

Famiglie  d’Italia

Annunci

Il sorriso dell’inganno e delle beffe

settembre 27, 2012

Gli ultimi fatti del Lazio ed i sorrisi-sberleffi, sia colpevole o innocente poco conta, di Fiorito mentre gli mostrano in tv i suoi cospicui guadagni, svelano desolatamente il vero volto di un’Italia a due marce: quella di un popolo disfatto dallo stress in cerca perenne di uno straccio di lavoro e di qualche certezza, in cambio di pochi euro… e quella di una gran parte della massa dei politici che la mal governano in cambio di lusso e privilegi acquisiti ed ormai ostentati serenamente con la sfrontatezza di chi si sente forte ed invincibile.

Ho ben poco da aggiungere se non invitare i miei compatrioti a non lasciarsi andare ed a cercare vie alternative a quelle indicate dalle strategie di governo per sopravvivere. Io continuo ad indicare nella madre terra le risorse più concrete ed immediate alle quali ricorrere per provare ad uscire dal tunnel con le proprie forze… Ai politici sfrontati e sfarzosi ricordo che proprio non molto tempo fa anche un certo Gheddafi sbarcava a Roma ostentando scorta, oro e cavalli: il finale lo conosciamo tutti,  perché il popolo sopporta e rispetta… ma solo fino a un certo punto!

La morte fisica, però, per certa gente è il male minore, per cui non mi permetterei di augurarla nemmeno al mio peggior aguzzino, dato che interrompe tutto ed elimina i problemi… ma da noi, che per fortuna vige ancora il rispetto, se non altro fisico, per la vita umana, un bel calcio nel deretano improvviso e lo spoglio totale di ogni sfarzo immeritato, con annesso invito a ritornare a zappare la terra insieme a noi umili mortali … ebbene sì, per chi abituato a fare ” nulla “, sarebbe molto, ma molto peggio di una pena capitale.

Politici, tornate sulla terra finché siete in tempo… voi siete solo quello che noi ancora vi permettiamo di essere!

Umberto Napolitano

Famiglie                        d’Italia