Posts Tagged ‘Stati Uniti’

The Conspirator… dall’immaginario alla realtà

novembre 22, 2013

800px-The_Conspirator

Ieri sera ho scelto di guardare su Rai 3 il film The Conspirator, un film storico, nel quale si è cimentato come regista il noto attore Robert Redford, che racconta la storia di una donna che ingiustamente viene condannata ed impiccata dopo l’assassinio del presidente degli Stati Uniti Abramo Lincoln. La Nazione è da poco faticosamente nata ed è reduce da una guerra sanguinosa e fratricida. Il Sud ha perso ma molti “ribelli ” ancora non si arrendono e tramano nell’ombra. Sette uomini ed una donna vengono accusati di tale orrendo delitto e l’eco e la rabbia si diffondono in modo esponenziale. Per il potere politico è necessario arrivare immediatamente al verdetto per placare gli animi instaurando un tribunale militare che giudicherà a senso unico infischiandosene delle prove mancanti, soprattutto per quanto riguarda la donna. La donna verrà impiccata innocente per ragioni di Stato!

Al termine della proiezione sono andato a letto ed ho cominciato a meditare su quanto visto arrivando alla conclusione dell’ennesima conferma di quanto noi popolo poco contiamo e di quanti soprusi nel corso dei secoli siamo stati costretti a subire ed ancora subiamo per colpa di un potere politico troppo attaccato alla poltrona che non riesce ad evolvere in egual misura all’evolversi dei tempi. Si è fermato al periodo dei barbari, degli intrighi di corte… altro che uomo nello spazio!

Diamo un’occhiata agli ultimi eventi e traiamo le conclusioni:

– nella Finanza, per lo più falliamo e moriamo perché inadempienti verso lo Stato e verso tutti a causa delle inadempienze dello Stato stesso per il quale abbiamo anticipato, lavorato, pagato dazi e gabelle, senza venire alla fine saldati delle nostre spettanze per un marchingegno sadicamente ideato, dettosi Patto di Stabilità interno fra Regioni e Comuni, per cui, anche se esistono fondi per pagare i propri debiti, questi vengono congelati in attesa di disposizioni dall’alto.

– nel Lavoro, in un’ Italia nella quale proprio il primo articolo della Costituzione ne esalta le fondamenta dichiarandola basata proprio sul lavoro, questo, se considerato nel suo valore più dignitoso, è diventato ormai un lusso a disposizione di pochi eletti…. e per i fortunati arrivati al termine del ciclo lavorativo ultimamente accadono delle sorprese impreviste ed immaginabili, per cui per aver seguito correttamente le disposizioni di un governo precedente, alcuni si ritrovano con quello successivo in una specie di ” limbo ” senza lavoro e senza pensione, praticamente con il sedere per terra!

– nella Giustizia, la confusione e l’ingiustizia regnano sovrane. Assistiamo a casi analoghi considerati e giudicati in modo totalmente opposti, a seconda a quale fazione appartengano gli inquisiti. I casi recenti sono evidenti come evidente ormai appare al cittadino semplice e normale che non sempre la legge sia uguale per tutti.

– nella Comunicazione, ognuno, ed ultimamente ancor di più, dice la sua a seconda dell’umore e delle direttive provenienti dagli alti piani di appartenenza politica dell’editore, facendo passare per cretino chi la pensa in modo opposto… e con questo ho detto tutto.

Mi limito a questi quattro esempi, ma sono infiniti, e tutto questo porta al disorientamento e disgregazione della comunità, con caduta vertiginosa di valori e tradizioni. La Famiglia, quella composta da madre, padre regolarmente sposati davanti a Dio ed allo Stato con relativa prole è in fase di estinzione. Ormai vengono privilegiate le coppie di fatto, miste, libere… ma non protette! Già, non protette, perché se la famiglia regolare andrà sempre più a diminuire, lo Stato probabilmente risparmierà un sacco di soldi (destinandoli ad altri usi) nel calo delle pensioni da retribuire ai coniugi regolari rimasti in vita in caso di decesso di uno dei due. Oddio, il mio è un pensiero assurdo… perché se vero significherebbe cadere ancor di più nel mare dei sospetti alla ricerca del The Conspirator occulto, ma che, ragionandoci sopra, alla fine tanto occulto non è.

Umberto Napolitano

Famiglie  d’Italia

Annunci

L’Euro è il nulla, è virtuale!

novembre 22, 2012

Ebbene sì, per l’ennesima volta la Germania rimanda una sua decisione di conferma di aiuti alla Grecia ed i mercati vanno puntualmente in fibrillazione facendo risalire lo spread delle nazioni più in difficoltà, aggiungendo di conseguenza problemi ai problemi. Sistema metodico e chirurgico per sgretolare ogni possibilità di uscire dalla crisi: l’Europa è finalmente ai suoi piedi e con le chiappe spalancate ad un’azione invasiva moderna, senza spargimento di sangue… in quanto il sangue viene prelevato preventivamente goccia a goccia. Chi ha sognato un’Europa Unita e moderna non penso abbia immaginato l’epilogo poi rivelatosi. Se prima uno Stato era in difficoltà, questi poteva ” tranquillamente ” fallire e cercare poi di risalire con politiche di rinnovamento come una fenice dalle proprie polveri. Ora non è più possibile, perché se lo Stato salta, si porta nel suo tracollo più di mezza Europa… e gli avvoltoi in attesa stanno a guardare pregustando libidinosi il banchetto: non ci sono dubbi, siamo in piena terza guerra mondiale!

L’Italia non è messa meglio. Monti con l’azione del suo governo ha messo in atto una politica che ci mette in buona luce agli occhi dell’Europa: ma quale Europa, quella che si sta pregustando il lauto banchetto finale?... Noi potevamo permetterci un debito pubblico ” sostanzioso ” ( grazie agli scellerati politici che ci hanno governato ) perché ampiamente bilanciato dalla nostra operosità, creatività e propensione al risparmio. Ebbene: i nostri risparmi si stanno esaurendo! Il fisco ci propone un nuovo redditometro perché molte famiglie spendono più di quanto incassano… Per favore, non abusate della nostra intelligenza!... Anche un cretino capirebbe che la maggior parte di noi sopravvive cercando di non abbassare troppo il livello della propria esistenza indebitandosi ulteriormente e attingendo ai propri risparmi o a quello dei parenti più stretti, sperando in un evolversi futuro con prospettive migliori.

Ma questi risparmi si stanno esaurendo: il padre ha aiutato i figli, ed il padre del padre i figli e i nipoti: stiamo per capitolare!…

Famiglie all’occhio, prepariamoci a soluzioni alternative confrontandoci e cooperando fra di noi: non chiudiamoci nei nostri problemi ma apriamoci a vie di uscita alternative. Ricordo sempre che le nostre risorse principali stanno nella terra che amorevolmente ci ospita, terra agricola e storica, con belle montagne e tanto mare.Teniamo duro… e visto che tutti dicono la loro cazzeggiando più o meno, provo a farlo anch’io aggiungendo la mia: speriamo che anche questa volta vengano a salvarci gli americani, se non altro per salvaguardare le proprie basi nel Mediterraneo in una Nazione allo sbando e facilmente aggredibile se sacrificata a tavolino nel progetto di una spartizione globale, magari annettendoci come 51° Stato degli USA. Pensate, potremmo passare al Dollaro e dimenticarci di questo Euro maledetto che tanto ci fa dannare… perché il Dollaro, anche se non è la nostra vecchia e rimpianta Lira, almeno è reale in quanto sostenuto da una banca che interviene a sostegno quando occorre, mentre l’Euro… l’Euro è il nulla, è virtuale!

Umberto Napolitano

Famiglie                        d’Italia

Aids: il nemico della porta accanto colpisce ancora

giugno 4, 2011

 Il 5 giugno del 1981 sull‘Mmwr (Morbility and Morbidity Weekly Report), un opuscolo diffuso dal quartier generale del centro per le malattie degli Stati Uniti di Atlanta, apparve uno scarno comunicato di tre paginette che segnalava ai centri sentinella americani che 5 giovani omosessuali maschi residenti nelle grandi aree urbane di Los Angeles e di New York avevano contratto delle ” inusuali ” malattie e presentavano una polmonite e un raro tumore della pelle. Bastarono due mesi perché i casi segnalati diventassero 41 e quelle segnalazioni sono considerate l’inizio ufficiale dell’epidemia di Aids, una malattia che, come viene evidenziato dalla foto in alto, ci rese tutti uguali nella nostra  fragilità dall’esserne esenti se malauguratamente colpiti. come  Domani saranno 30 anni esatti dalla sua ” nascita ” ed io dedicherò attraverso questo blog un post particolare per fornirvi notizie ed informazioni che ancora possono esservi sfuggite. Posso anticiparvi solo questo: la medicina ha fatto degli enormi progressi e, in qualche modo, è in grado di curare la malattia, ma non ancora di debellarla, per cui ogni giorno si ammalano inconsapevolmente ancora migliaia di persone al mondo ( in Italia una ogni due ore ), perché molti non si rendono ancora conto, o, se ne sono completamente dimenticati, che l’Aids, sempre e più di prima, è il nemico della porta accanto che subdolamente colpisce ancora.

Umberto Napolitano

Famiglie  d’Italia

Il New York Times accusa… l’Italia sotto assedio

marzo 26, 2010

Prima l’Inghilterra contro Berlusconi, ora gli Stati Uniti contro Benedetto XVI… l’Italia è oggetto da tempo di una serie infinita di attacchi, che ne stanno minando credibilità e posizionamento a livello mondiale. Siamo ormai considerati definitivamente un Paese di furbetti governato da un Premier-boss, sempre meno affidabili, razzisti e, dulcis in fundo, ora anche protettori… di preti pedofili. Anche se quest’ultima accusa riguarda solo il Vaticano, io la considero ugualmente visto che, in fin dei conti, lo Stato Pontificio sorge proprio nel cuore della nostra  Roma capitale.

Cosa significa tutto ciò? Come mai, improvvisamente, siamo diventati la pecora nera dell’intero mondo occidentale?… Diamo fastidio a qualcuno, o siamo diventati davvero il pericolo numero uno di un sistema che si è scoperto allergico a tutto ciò che riguardi il nostro Bel Paese?… (more…)