Posts Tagged ‘Vacanze’

Tanta frutta al giorno toglie il medico di torno ( Famiglie d’Italia Salute News )

luglio 10, 2013

 

Foto:©Photoxpress.com/.Shock
Scorrendo fra le infinità di notizie racchiuse nel web, un ottimo consiglio ha attirato la mia attenzione ispirandomi di condividere con voi le sensazioni positive ottenute dalla lettura del post che vi ripropongo con gioia ed interesse. Fatene tesoro e buone vacanze a chi ne sta già usufruendo.

Salute

09/07/2013 – la dieta che fa bene alla salute e allunga la vita

Mangiare tanta frutta allunga la vita

( fonte: SaluteLa Stampa )

Una dieta che comprenda buone quantità di frutta e verdura, oltre a far bene alla salute pare possa allungare la vita.
Cinque porzioni di frutta al giorno sembra siano in grado di aumentare l’aspettativa di vita quasi tre anni.
Una mela al giorno toglie il medico di torno, dicevano i nostri nonni. A quanto pare, invece, tutta la frutta aiuta a stare meglio; ma non solo: secondo recenti studi infatti allungherebbe persino la vita di circa tre anni. Certo, non dona l’immortalità ma possiamo accontentarci.

A parlarci delle benefiche proprietà della frutta – ma anche della verdura – è stato un team di ricercatori del Karolinska Institutet di Stoccolma che ha preso seguito oltre settantamila volontari di entrambi i sessi, e per ben tredici anni.
Tra le persone – aventi una fascia di età compresa fra i 45 e gli 83 anni – che hanno aderito allo studio, si sono dimostrate più longeve di circa tre anni quelle che consumavano ingenti quantità di frutta e verdura. Chi invece non ne consumava affatto moriva addirittura prima – mediamente di circa un anno e mezzo – rispetto a chi consumava quantitativi minimi di frutta.

Ci sarebbe quindi da chiedersi qual è la dose giusta da consumare ogni giorno per star meglio e allungare la nostra vita. Ovviamente questa è una stima non facile da fare, considerando il fatto che ogni individuo potrebbe aver bisogno di dosaggi differenti a seconda dello stile di vita che conduce. In ogni caso è bene dire che nei tredici anni di follow-up dello studio in questione, ci sono stati più di 11mila decessi, tutti riguardanti persone che consumavano meno di cinque porzioni di frutta e verdura al giorno. E’ quindi evidente che almeno tali razioni dovrebbero essere consumate al fine di mantenere un buono stato di benessere fisico e mentale.

E’ tuttavia probabile che nei momenti di maggior stress potrebbe esserci una richiesta maggiore da parte dell’organismo. Purtroppo, però, lo studio sembra non fornici dati in merito, così come pare non offrire informazioni riguardanti l’eventuale differenza tra frutta biologica e non, maturata sulla pianta o meno. Dettagli che potrebbero emergere nei prossimi studi.
Lo studio, guidato dal dottor Andrea Bellavia dell’Istituto di Medicina Ambientale (IMM), è stato recentemente pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition.

SaluteLa Stampa

Introduzione a cura di

Umberto Napolitano

Famiglie  d’Italia

L’eccesso di grassi non giova all’equilibrio ( Famiglie d’Italia Salute News )

luglio 8, 2012

Cari amici, buona domenica d’estate. Un saluto particolare a tutti quelli che in questo momento sono già in vacanza, anche se solo per poche ore. In qualche modo è necessario recuperare dallo stress della routine quotidiana che, purtroppo, ultimamente raramente ci abbandona. Ricordo che il riposo va distribuito in tutto il corpo con una particolare attenzione all’intestino, spesso soggetto a ricevere quel che capita e il più velocemente trangugiabile. Purtroppo, specialmente nelle vacanze brevi ” tocca e fuggi “, questa usanza abusata per l’intero anno nelle ” pause pranzo ” non viene tralasciata e punti di ristoro ed autogrill vengono saccheggiati da consumatori frettolosi di questi cibi che, come leggeremo nel post sotto, sono considerati ” spazzatura “, in quanto per lo più contenenti grassi in eccesso e dannosi alla nostra salute. Termino la mia predica, ma un po’ di riflessione ed attenzione in più spesso giovano al nostro equilibrio.

La dieta spazzature ha pessime conseguenze ( Fonte: In dies  )

Una dieta a base di cibo spazzatura, quello che in genere viene servito nei fast food, porta a infiammazione indotta da obesità, più che una dieta ricca di grassi animali, secondo un nuovo studio condotto dai ricercatori della University of North Carolina at Chapel Hill.

Lo studio è stato pubblicato nel mese di giugno su Public Library of Science (PLoS ONE).

Nel corso della ricerca, gli studiosi hanno analizzato le risposte infiammatorie nei ratti alimentati con diete diverse: la dieta bilanciata, la dieta ad alto contenuto di grassi animali (lardo, burro, strutto) e la dieta spazzatura (composta da snack a base di salumi, cioccolato, biscotti e patatine).

“La dieta a base di cibo spazzatura è stata quella che ha provocato più infiammazione e più drammatici cambiamenti metabolici”, hanno detto i ricercatori.

Una dieta a base di cibo spazzatura contiene molti ingredienti (grassi saturi, grassi trans, sodio e colesterolo) associati all’aumento del rischio di malattia coronarica, di ictus e di diabete di tipo 2. Questa dieta è anche a basso contenuto di nutrienti e di sostanze protettive come la fibra.

Mentre è noto da tempo che l’obesità può causare infiammazione nel tessuto adiposo, lo studio della University of North Carolina at Chapel Hill per la prima volta ha dimostrato che una dieta a base di cibo spazzatura può causare alterazioni drammatiche in alcuni metaboliti – prodotti chimici molecolari creati quando il cibo viene convertito in energia.

Queste alterazioni possono essere responsabili dell’infiammazione indotta da obesità e della aumentata resistenza all’insulina.

introduzione a cura di

Umberto Napolitano

Famiglie                        d’Italia

Le vacanze son finite, si torna a casa e al proprio lavoro ( per chi ce l’ha )

agosto 17, 2010

Quest’anno le vacanze estive sono state proprio un volo breve che, purtroppo, per i più è già finito. Per giunta un volo abbastanza turbolento insidiato continuamente dalle varie perturbazioni meteorologiche e politiche in atto. Da domani molti torneranno al tran tran quotidiano e tra questi anche noi, che ci siamo concessi solo tre giorni di pausa e di riflessione… pronti, però, a ripartire con ancor più convinzione e determinazione nello svolgere il nostro compito informativo su tutto ciò che riteniamo opportuno sia di vostro interesse e gradimento. Quindi, a domani e buon rientro a tutti coloro che in questo momento stanno procedendo pazientemente incolonnati nelle chilometriche code autostradali.

Umberto Napolitano

Famiglie  d’Italia

Oziare e mangiare per un’estate di benessere?… No, meglio contenersi e seguire i consigli di Francesca Martini

agosto 10, 2010

Con l’arrivo dell’estate e della partenza per le vacanze ognuno di noi tende a ” lasciarsi un po’ andare ” ed a liberarsi  delle limitazioni e dei tabù che ci hanno accompagnato e condizionato durante tutto l’anno. L’alimentazione è quella che subisce le rivolte più cruente, e, se prima di partire ci siamo sottoposti a diete stressanti per buttare giù qualche etto, ecco che improvvisamente recuperiamo il tutto, aggiungendoci il resto, condannandoci così ad un rientro che ci vedrà sovrappeso e con qualche problemino fisico non facilmente smaltibile… Ma, tutto sommato, chi se ne importa! Avremo sì o no il diritto una volta all’anno, e per una manciata di giorni, di farci servire, coccolare, lasciandoci andare alle libidini cibarie più represse?… (more…)

Buona domenica ai 6 italiani su 10 che non vanno in vacanza

agosto 8, 2010

Questa foto, molto indietro nel tempo,  rappresenta una coppia milanese che si accontenta di una mini-vacanza, in  una   probabile domenica assolata d’agosto, sulle sponde dell’idroscalo di Milano. Colgo spunto da questa immagine amarcord per ricordare tutti coloro che quest’anno non potranno permettersi una vacanza lontano dalla città di residenza… e che sono tanti, come appare evidente da un’indagine Censis pubblicata su Libero-news.it. Proprio a tutti questi ” meno fortunati ” dedico oggi il mio  ” Buona Domenica “, invitandoli a non disperarsi troppo ed a godere appieno delle loro città certamente più vivibili per le defezioni vacanziere. (more…)

Tutti al mare?… Oggi sempre meno ( Famiglie d’Italia news )

agosto 5, 2010

Sembra incredibile, ma da un’indagine evidenziata in un post pubblicato da il VELINO emerge che il popolo italiano sta gradatamente abbandonando le spiagge italiane: i motivi sono molteplici, ma il ”  non saper nuotare ” sembra sia il principale…

ECOVacanze, Confesercenti: sette milioni di italiani non sanno nuotare (more…)