Nasce www.tuttofamiglia.info : dedicato alle tematiche familiari

by

https://i2.wp.com/www.politichefamiglia.it/media/43766/giovanardi_foto.pngIeri, a cura di Carlo Giovanardi, Sottosegretario di Stato del Dipartimento per le politiche della Famiglia, e del Direttore Dott. Roberto Marino, si è tenuta presso la sala stampa di Palazzo Chigi, una conferenza stampa di presentazione del nuovo servizio informativo “Tuttofamiglia”, realizzato dal Dipartimento per le Politiche della Famiglia- Presidenza del Consiglio dei Ministri, in collaborazione con l’INPS, Istituto Nazionale di previdenza Sociale, rappresentato dal Dott. Antonio Mastropasqua. … ” Il servizio, che fornisce informazioni dettagliate su molte tematiche familiari, con particolare riguardo alla tutela della maternità e paternità ed alle misure di sostegno al reddito, si caratterizza per essere particolarmente personalizzato.
Lo slogan “soluzioni casa per casa” vuole proprio indicare questa personalizzazione, visto che ogni famiglia ha le sue domande ed ha bisogno di consigli su misura. ” …

… ” Attivato un call center, al numero  803.164, ed una sezione dedicata all’interno del portale dell’Inps. A partire dal 16 luglio sarà trasmesso uno spot su tutte le reti RAI, insieme alla campagna di comunicazione istituzionale creata a supporto dell’iniziativa. ” …

… ” Il sito internet  fornisce, oltre ad informazioni di carattere generale raccolte in schede distinte per tipologia di lavoratore e per le diverse forme di tutela, anche riferimenti normativi, una serie di risposte alle domande più frequenti (FAQ) ed un glossario, contenente la spiegazione per esteso di alcune parole contenute nelle informazioni generali. ” …

È possibile chiedere informazioni al servizio “ Chiama Ora ”, da un pc dotato di cuffia e microfono,  con cui si attiverà una chiamata telefonica via internet. Richieste specifiche possono essere inoltrate al servizio “ Inps risponde “.

Famiglie d’Italia,grata per l’importanza del  ” vitale ” servizio messo a disposizione della collettività , tramite Matteo Dozio, nostro Responsabile Nazionale  per i Rapporti con le Istituzioni, si adopererà per un incontro col Dott. Giovanardi, per confermare il fervido e responsabile impegno della nostra Associazione nell’informare prontamente di ogni iniziativa del Governo a favore delle famiglie e, quando è il caso, segnalarne particolari esigenze.

Famiglie d’Italia – click on –

Umberto Napolitano

P.s. suggerimento per l’estate aggiunto il 20/07/2009

{img_a}Adottiamo una famiglia in difficoltà… è un’iniziativa che invita ogni famiglia a cui avanzi qualche euro, invece di depositarlo tutto sul proprio conto corrente, ad adottare una famiglia che conosce e che sa che è in difficoltà. Può accompagnarla una volta al mese ad un supermarket ed offrirle la spesa, adottando la formula, per non offendere, ” … a buon rendere, non si sa mai… “. Otterrà due risultati: aiutare chi ha bisogno ed immettere del denaro nel mercato. Questo consentirà di vivere meglio la crisi e di facilitarne una via d’uscita. State certi che ciò che avrete dato non sarà stato sprecato ed, in qualche modo, lo vedrete restituito.

” Adottiamo una famiglia in difficoltà ” è una proposta che non avrà un adeguato appoggio mediatico, ma che voi sarete in grado di far conoscere ed apprezzare con il vostro agire e con l’impegno di spargerne parola.  Noi di  Famiglie d’Italia lo ricorderemo ogni giorno da questo blog e voi, in qualche modo, fatemi sapere se l’iniziativa prenderà corpo, usando l’anonimato più discreto… grazie!

Tag: , , , , , , , , , ,

179 Risposte to “Nasce www.tuttofamiglia.info : dedicato alle tematiche familiari”

  1. Alfredo Farci Says:

    Penso Sia una buona opportunità per i cittadini per capire in tempo reale come il governo e le istituzioni e il parlamento portino avanti soluzioni per le famiglie . Ma soprattutto in linea diretta ciò che i vari governi fanno . Complimenti per la grande capacità del ministro di carpire le esigenze del ministero che si trova a presiedere.

  2. famiglieditalia Says:

    E’ una buona opportunità che noi di Famiglie d’Italia approviamo e promuoviamo. Anticipo, inoltre, che è allo studio, anzi, in fase avanzata un grande progetto che creerà aggregazione e scambio di opportunità fra le famiglie con aiuti, finanziamenti, etc. … ma diamo tempo al tempo e vi renderemo noto ( speriamo, ma sono fiducioso ) già a partire dall’autunno. Umberto Napolitano

  3. Anna Says:

    Spero sia un’iniziativa che possa portare un raggio di sole in tante famiglie con serie difficoltà. grazie

  4. luigi Says:

    spero che non sia una bolla di sapone, e che possa dare un aiuto a tante famiglie italiane e non . grazie

  5. Mariarosaria Says:

    Spero che questa iniziativa venga pubblicizzata, ci sono alcuni bambini che mangiano soprattutto pasta perchè i loro genitori non possono permettersi altro. Grazie.

  6. famiglieditalia Says:

    La prima pubblicità sarà quella scaturita dal suo comporamento e dal passa parola. Grazie

  7. paolo taddei Says:

    Spero che questa iniziativa sia una occasione per mettere in evidenza le problematiche che una famiglia si trova da affrontare con un malato di Alzhaimer in casa.
    Attualmente per garantire una assistenza decente presso una struttura(decente) ci vogliono circa 2700 E al mese.
    E’ giusto questo?
    Tutti i dettagli sono disponibili.
    Gradirei una risposta.
    Distinti Saluti Paolo Taddei

  8. antgri Says:

    Buona opportunità anche se la politica mal sfrutta il Web.

  9. Sanrubian Says:

    speriamo voi possano sentire alcuni dei problemi che hanno le famiglie, e cosi ci possano fare delle politiche più vicine alle situazioni delle famiglie.

  10. Giuseppe Generoso Says:

    Sono stato licenziato dopo 30 anni di servizio dipendente.
    Mia moglie ha cessato una piccola attività commmerciale dopo 15 anni.
    Abbiamo tre figli di cui due maggiorenni che non lavorano.
    La mia domoanda è la seguente:
    Perchè nella mia situazione attuale quardano per una qualsiasi agevolazione i 20.000 Euro globali quadagnati nel 2008?
    Infatti io e la mia famiglia siamo disoccupati nel 2009 senza un minimo di entrata il 2008 per noi è già passato,e seppure lavoravamo abbiamo dovuto stringere la cinta.
    Nl 2009 dove prendiamo i soldi per poagare Ticket e altre tasse?

  11. gaetano orefice Says:

    sposato con 2 figli disoccupato di nuovo 43 anni non so piu’ cosa fare. come posso dare un futuro ai miei figli? io e mia moglie non sappiamo piu’ come pagare tra affitto medicine spesa ecc. ecc. che cosa ci dobbiamo inventare? mi auguro che prenderano provedimenti x noi e famiglie come noi civili educati grazie.

  12. sabry Says:

    sono una palermitana disperata mio marito che ha 51 anni non riesce a trovare lavoro e mio figlio è a rischiare la vita per guadagnarsi un pezzo di pane quando sappiamo che c’è gente che non sa che farsene dei soldi che sperpera in cose più disparate chiedo aiuto alle istituzioni anche se non ci credo più. E’ uno schifo per avere un lavoro dignitoso o meno si ha bisogno della raccomandazione figuratevi anche per il servizio civile ci vuole la raccomandazione e non da uno qualunque!!!!! chiedo veramente aiuto grazie

  13. carolina Says:

    aiutare una famiglia in difficoltà è un ottima idea ma come far capire a questa gente che l’aiuto che si vuole dare è sincero e che non si vuole ferirli nella loro dignità?

  14. carmela Says:

    mia madre quasi settantacinquenne è appena rimasta vedova da circa un mese gli hanno dimezzato la pensione a 400 € mensili come si può solo pensare di poter andare avanti per sopravvivere pagando bollette, medicine che sono vitali per lei e semmai qualcosa da mangiare almeno una volta al giorno… io mi chiedo chi è capace di riuscire a vivere con questa misera somma delle persone che fanno queste leggi o che governano l’Italia con questo vi ringrazio e aspetto risposta urgente
    P.S. se poi con l’età che ha deve andare a lavorare per poter vivere.

  15. famiglieditalia Says:

    Per questo nascono iniziative da parte del governo, per avvicinarsi di più alle problematiche dei cittadini( come http://www.tuttofamiglia.info ) e da parte delle associazioni, come Famiglie d’Italia, che intende sollecitare proprio gli amici ed i conoscenti di chi è in difficoltà a non voltarsi ma a tendere una mano amica ad un amico che ha bisogno.

  16. ciro. Says:

    sono amareggiato che il governo attuale continua a dire che va tutto bene quando ormai siamo in tanti a fare cassa integrale a 870 euro al mese e poi dicono di spendere ma cosa l aria

  17. Mariarosaria Says:

    Vorrei rispondere a Carolina.
    Ti prego di non aver paura di offendere la dignità, chi ha dei figli da mantenere e non ha i mezzi per farlo nel bene degli stessi accetterebbe l’aiuto.
    Sicuramente ci vuole un pò di tatto, puoi anche dire alla famiglia che vuoi aiutare che la spesa che le porti l’hai vinta e per te è troppo.
    Capiranno che non è vero, ma se hanno realmente bisogno accetteranno senza offendersi.

  18. M.Luisa Sannella Says:

    Sono una mamma di due figli disoccupata dal 2005.
    Premetto che ho fatto più la casalinga che la lavoratrice.
    Ho uno sfratto esecutivo imminente e campiamo di 200 euro mensili.
    Soldi che il mio ex compagno ha deciso di mandarci come assegno di mantenimento.
    Ho chiesto di poter avere la mensa e il bus per la scuola di mio figlio e mi è stata negata.
    A breve non avremo una casa e di che mangiare.
    Il lavoro non riesco a trovarlo e per di più non ho amici o parenti che mi possono o vogliono dare un sostegno.
    Vorrei avere un barlume di speranza, grazie.

  19. famiglieditalia Says:

    Questa iniziativa è nata per sollecitare le persone che si conoscono affinché si rendano conto della realtà e capiscono che aiutare una famiglia in difficoltà è aiutare anche se stessi proiettati in una società il cui futuro va salvaguardato. Io ho pubblicato il suo s.o.s. in modo che sia letto e ispiri un intervento amico e provvidenziale. Umberto

  20. gaetano orefice Says:

    siamo tante famiglie e nessuno non prende provedimento.ormai ci dobbiamo aiutaci a vicenda con il nostro sorriso anche se è maliconico.speriamo che sia il governo o chi di dovere prenderano subito provedimenti.mi auguro che chi legge queste notizie riesce a capire in che situazione ci troviamo.cerchiamo di essere sempre uniti cosi possiamo avere anche noi una svolta migliore grazie.

  21. adriana tedeschi Says:

    sono separata con due figli di cui uno minorenne nn lavoro da sei mesi sono senza acqua senza gas e nn mangiamo un piatto decente da settimane qui a prato nessuno ti aiuta sono di una freddezza unica io nn credo che qui ce qualcuno disposto ad aiutarci nn conosco nessuno sono sola e credetemi tra caritas chiese e ass sociali ho capito che nn mi aiuteranno mai purtroppo nn sono abbastanza simpatica sso solo che spero che qualcuno mi aiuti prima che il proprietario ci sbatti fuori cosa che spero ma so bene che nn avverra se credete davvero che ci si ancora un po di umanita nel mondo fatemelo sapere mi unisco a loro.

  22. adriana tedeschi Says:

    almeno alla signora sannella gli danno 200 al mese a me nemmeno quello mio figlio ha lasciato la scuola per problemi economici cmqaccetto aiuto e lavoro senza offendermi chi soffre è umile e disponibile sempre come dice il signore sarei una gocia di gioia in un oceano dinfelicità se sarei aiutata sarebbe davvero un miracolo grazie e che dio vi benedica

  23. Alberto Says:

    …ma dove e’ il sito? http://www.tuttofamiglia.info porta a una pagina del sito INPS… c’è qualcosa che non va o e’ giusto cosi’?

  24. famiglieditalia Says:

    E’ giusto. Il sito è dell’Inps. Sulla sinistra del vostro pc leggerete Informazioni Servizi Online e sotto, dopo sei righe, la voce Tuttofamiglia con le altre varie voci sulle quali cliccare.

  25. M.Luisa Sannella Says:

    Rispondo ad Adriana che come me e altri fanno a gara a chi sta peggio.
    Mi piange il cuore a sapere che le istituzioni lavorino solo per scrivere parole senza aggiugere ai fatti, o che aiutino chi già qualcosa ha!.
    Il diritto al lavoro e alla casa è una legge COSTITUZIONALE!… quindi dove sta applicata questa legge???!!!!….
    Mi piacerebbe se fossimo vicine unire le ns forze e aiutarci vicendevolmente sai?
    Vorrei aiutarti anche se nn ho nulla anch’io….

  26. Anna Says:

    Propongo una cosa a “famiglieditalia”. Qui abbiamo bisogno in tanti di un sostegno economico reale e concreto. Le parole volano, occorrono fatti. La dignità è un diritto umano, e se non vogliamo offenderla bisogna aprire il cuore agli altri in silenzio. Allora perchè non facciamo una bella cosa. Viene chiesto a noi cittadini di darci una mano tra noi, questo è lodevole, bene. Allora faccio un appello innanzitutto al primo cittadino d’Italia, al nostro caro Presidente, a tutti i ministri, a tutti i segretari, senatori, deputati, ecc. di versare ciascuno Euro 50 al mese, e convogliarli in un fondo cassa. Poi passiamo ad altra categoria, gli industriali, quanti ce ne sono in italia……? 50 euro al mese anche loro e fondo cassa anche loro. Poi tutti i bancari, uguale, poi tutte le categorie di lavoratori benestanti, ecc. ecc. Per tutti questi cittadini italiani 50 euro al mese non sono una grande cifra, ma tutte quelle 50 euro possono ridare la serenità a tante famiglie. Affidare i fondi di tutte le somme raccolte ad una banca per ogni città e organizzare la cosa in maniera che le famiglie bisognose, dietro documentazioni per dimostrare le loro necessità, possano usufruire di questo beneficio. Però conosciamoci, piangersi addosso non serve a nulla. Vivere, è un nostro diritto, non sopravvivere come facciamo tra rinunce e sacrifici. Coraggio a tutti. E grazie a famiglieditalia

  27. Alfredo Farci Says:

    Sono d’accordo con Anna un fondo di solidarietà per le famiglie si può fare partendo dai più alti ai più picoli , ognuno secondo le proprie possibilità . Non aspettiamo che siano le banche ad aiutare le famiglie poiche il loro aiuto lo vorranno indietro con gli interessi ,e non faremmo altro che aumentare il debito pubblicodegli italiani. Il governo ogni volta che deve attingere fondi che non esistono dove li cerca? se non in chi li producce:( le banche)Tutto questo per arricchirle ancora di più . Questi soldi gli dobbiamo tirare fuori dalle nostre tasche . Come siamo usciti sempre a ltesta alta dai vari conflitti sono sicuro che il nostro cuore di orgoglio Italiano saprà uscire anche da questa crisi . Allora se questo governo sapra muoversi sarà promotore di una nuova rinascita , in senso contrario della sua rovina. Noi abbiamo una forza enorme seppur nelle nostre divisioni siamo un popolo unito .

  28. Mariarosaria Says:

    Cosa ne pensate se facessimo un passaparola su facebook per far conoscere questa iniziativa?

  29. Anna Says:

    Si, Mariarosaria, sono d’accordo con te, lo farei adesso. Ho i miei dubbi però che questa cosa nasca dall’euforia del momento e che poi col tempo, l’entusiasmo iniziale vada scemando. Questa iniziativa deve diventare un impegno a vita per chi ha le possibilità, nei confronti di chi è meno fortunato. E’ come adottare un bambino a distanza. Qui, metti mano alla tasca con una somma irrisoria e garantisci la vivibilità alle famiglie italiane in crisi. Tra l’altro è l’economia che si risolleverebbe, perchè per una legge di mercato, chi non ha soldi non spende, le aziende falliscono e il paese si impoverisce. Diamo la possibilità anche ai poveri di fare una spesa decente, di comprarsi un abito nuovo, un paio di scarpe, è così che gira il danaro e crea danaro. Vorrei sottoporre la mia proposta (vedi in alto-Anna), all’attenzione del sig. Matteo Dozio, responsabile nazionale di “famiglieditalia” per i rapporti con le istituzioni, affinchè prenda a cuore l’iniziativa che mi sembra ragionevole e fattibile. Il sig. Dozio è un giovane brillante e pieno di entusiasmo che, dando voce a noi cittadini, potrebbe apportare dei benefici notevoli con la sua intermediazione. Sarebbe un progetto Robin Hood, solo che non viene tolto nulla a chi ha tanto, però quel nulla darebbe tanto a chi non ha niente. A nome di tutte le famiglie d’italia che soffrono, resto in attesa di un cortese riscontro. Grazie

  30. Mariarosaria Says:

    Vorrei rispondere ad Anna, io ho fatto un lavoro artigianale rivolto a persone abienti e ti assicuro, che molte persone ricche sono avide e non tanto generose.
    Molti altri artigiani ti possono confermare.
    Spendono molti soldi in viaggi, gioielli e per la cura della propria persona, in pochi sono orientati al prossimo.
    Alcuni per lo sconto iscenavano storie inverosimili senza rendersi conto di rendersi ridicoli, non hanno idea di come essere dura la vita.
    Nonostante ciò sono ottimista e spero sempre nella bontà dell’animo umano.

  31. Alfredo Farci Says:

    Alora avanti tutti facciamo vedere di cosa siamo capaci e che potenzialità ha Internet . Pubblicizziamo questo movimento su tutti i motori di ricerca .

  32. alessandra Says:

    sono molto d’accordo con ciò che dice anna sarebbe una soluzione molto intelligente,e forse per questo non ha ottenuto una risposta da chi doveva.

  33. famiglieditalia Says:

    Aiutiamo una famiglia in difficoltà è un’iniziativa che sta avendo un grande riscontro…sommerso; nel senso che non è dovuto dalla pubblicità o dall’eco mediatico ( siamo solo all’inizio ed insisterò per tutta l’estate ed oltre ), ma dal comportamento di ognuno di noi. Io so che nei fatti già sta accadendo… e questo è un risultato reale. Umberto Napolitano

  34. raffaele Says:

    vorrei sapere come mai nn ho ancora ricevuto l’assegno della cigs da due mesi. spero ke tutte le tematiche disperate ke ho letto verranno almeno risposte altrimenti è l’ennesima pubblicità . mi rivolgo sopratutto al ministro Giovanardi

  35. Anna Says:

    Ringrazio vivamente famiglieditalia e il sig. Matteo Dozio per l’attenzione prestata alla mia proposta. Non mi ero illusa di trovare un riscontro, ma solo cortesia. Io ringrazio invece Alfredo, Mariarosaria e Alessandra che hanno fatto sentire la loro voce e si sono dimostrate persone sensibili a questo problema. Spero con vero piacere di incontrarvi in facebook

  36. Alfredo Farci Says:

    Penso che non importa come sia il portafoglio di ognuno di noi .
    Penso a cio che mio padre mi ha insegnato povero ma onesto .
    Penso Anna che se vai su facebook capirai bene il mio giudizio .
    penso che tutto l’oro del mondo non vale un amicizia .
    Penso che tutto il mondo ci osservi e l’ultimo di noi fara rinascere il mondo .
    Io continuo questo movimento piano piano e con fiducia sono sicuro che cosi come non ci vogliono mesi per fare le montagne i nostri risultati prima o poi li ragiungiamo .
    Per questo io ringrazio te Anna ,Mariarosaria e Alessandra che abbiamo acceso questo lumino di ragione .

  37. Valeria Says:

    Che iniziativa gagliarda!!!
    L’ho subito segnalata a mia sorella, che a luglio dello scorso anno, dopo un’estenuante trafila, e’ passata dall’avere 1 figlio biologico, Joel a 4 figli, di cui 3 adottivi, dal Brasile, Ana Paula, di 9, Davi’, di 7 e Gabriel, di 5 anni. E l’adozione e’ avvenuta un attimo prima della CRISI, per cui adesso ogni aiuto e’ il benvenuto – sempre con dignita’ e rispetto. Grazie per esserci…
    Una zia molto grata,
    Valeria

  38. giusi Says:

    sono state scritte tante parole , infatti solo parole e quelle rimangono, credete che questo sito aiutera qualcuno! io credo proprio di no chi non ha problemi grossi come i nostri non potra mai capire e aiutare gli altri che non possono nutrire i propri figli assicurargli un tetto dove rifugiarsi, convincetevi che le istituzioni aiutano chi ha da mangiare e no chi ha la pancia vuota o chi rischia di finire in mezzo a una strada. Nel 2008 ho fatto l’ultimo tentativo per cercare di uscire dalla crisi in cui mi trovo chiedendo incentivi statali tipo (sviluppo italia) per aprire un’attività con il risultato di far incrementare ulteriori debiti senza nessun risultato a questo punto l’unica cosa che posso dirvi aiutati da solo perchè il presidente della repubblica e il presidente del consiglio non perderanno mai il loro tempo per persone come noi che anno problemi di SOPRAVVIVENZA .

  39. famiglieditalia Says:

    Il sito Tuttofamiglia fornisce informazioni a chi le necessita….l’iniziativa ” Adottiamo una famiglia in difficoltà “non cerca aiuto a nessun presidente, ne della Repubblica ne del Consiglio… solo a noi stessi. Io ho degli amici a cui do una mano, nel mio piccolo… finalmente sembra che qualcosa per loro stia tornando a girare per il verso giusto. Sono orgoglioso che con poco ho permesso di evitare loro umiliazioni, specialmente nei confronti dei loro figli, od altre scappatoie. Non è oro tutto quel che luccica ed ognuno di noi ha i propri problemi…solo che qualcuno li ha più grandi e aiutandoli, chi può farlo, probabilmente, aiutiamo anche noi stessi. Umberto

  40. ben belgacem ridha Says:

    la mia vita diventa un incubo lavoro da mattina fino sera per pagare laffito ebollete .non arrivo mai a fine mese e moglia e figlia a carico . viramenti non so piu cosa fare.talvolta non sapiamo come fare laspesa.e capita spesso che non vado allavorare perche sono senza benzina nella machina .per favore datimi qualche consiglio.sto diventando psicopatico e semre nervoso non dormo piu.sopra tutto adesso che mi trovo con un sfratto.purtroppo con un stipendio di 1000e al mese si fa quello che si po o bussato tutte li porte.inutile perfavore si ce qualcuno che po aiutarmi a vivere normale perche la voglia di fare il bravo papa, cilo’ ancora..grazie

  41. famiglieditalia Says:

    Caro amico, forse un consiglio lo avrei. Mia figlia ha 29 anni e vive da sola e paga un affitto di 500 euro al mese,più le spese e la benzina per lavorare. Il suo introito è di circa 1000 euro al mese: lei ha portato il tutto ( nota spese in rapporto a quanto guadagna_ alla fine deve anche pagare all’inps una certa percentuale dai 1000 mensili_ ) al suo comune di residenza ed ha ottenuto un contributo che l’aiuti a pagare l’affitto. Ti consiglio, quindi, di fare lo stesso anche tu col tuo comune di residenza, dato che con 1000 euro e moglie e figlia a carico tu ne abbia più diritto di mia figlia. Cao,Umberto.

  42. luisa Says:

    e una buona iniziativa speriamo solo che non sia una burla come quella che danno i comuni di residenza dove nemmeno davanti ad una minore intervengono per aiutare chi presto non avra una casa. Forse e il momento di pensare un po di piu agli italiani e non sempre le persone starniere. grazie

  43. giuseppe Says:

    sono capo famiglia 52 anni ho perso il lavoro da 1 anno.sono disperato ho4 figli e moglie. non trvo lavoro non ho piu SOLDI.che fine faro Alla cortese attenzione del ministro GIOVANARDI.giuseppe da napoli

  44. cristina Says:

    ciao mi chiamo Cristina…. sono madre di due figli… per motivi di salute ho smesso di lavorare ed è dura arrivare in fondo al mese. Lavora solo mio marito come operaio in una ditta edile. Paghiamo un’affitto di 600 euro e con uno stipendio di 1500 euro è difficile arrivare in fondo al mese con bollette, scula, asilo e mangiare. Volevo sapere come si deve fare per entrare in categoria per case popolare visto che la precedenza su tutto è degli extra comunitari… Grazie

  45. angela Says:

    Ciao mi chiamo Angela, ero un’Ass.te Amministrativo a tempo determinato,il mio contratto è finito il 30/06/09.Mio marito lavorava x POSTE italiane ed anche il suo contratto è terminato,ho una figlia di 7 anni.
    Se Volete aiutare davvero le famiglie italiane con basso reddito, dovete creare più opportunità di lavoro a tempo indeterminato almeno ad un componente della famiglia affinchè nessuno possa sentire il disagio di non potersi permettere neanche il pane!
    Le Famiglie ITALIANE hanno una dignità e non vogliono che nessuno gli offra la spesa,perchè vorrebbero potersi permmettere almeno i beni di prima necessità.

  46. famiglieditalia Says:

    Cara Angela, l’iniziativa della spesa non è governativa, ma un’iniziativa nata tra le famiglie italiane… le famiglie che possono danno una mano a quelle amiche in difficoltà. Non è carità, ma io preferisco spendere 100 euro per un carrello della spesa pieno di un amico che la stessa cifra per una serata in quattro a mangiar la pizza. Noi siamo un’ Associazione, forniamo notizie e ci stiamo preparando,con i nostri mezzi, a crearci delle opportunità di lavoro… è un progetto che piano piano sta prendendo corpo…speriamo al più presto e lo renderemo noto e operativo. UN saluto,Umberto Napolitano

  47. angela Says:

    Vi prego di accettare le mie scuse, perchè non era una critica alla Vostra ammirevole iniziativa,ma un mio sfogo.
    La mia situazione di precaria è una situazione che mi rende precaria anche nella vita e sinceramente ad una certa età si è stufi di subirla, spero che le Istituzioni si rendano conto di ciò e facciano al più presto qualcosa di costruttivo (un lavoro a tempo indeterminato) per noi famiglie “precarie” invece di darci il colpo di grazia come è accaduto quest’anno con i tagli.
    un saluto e Vi ammiro molto.

  48. mauro Says:

    io personalmente credo poco allo sbandierare di politiche organiche per le famiglie o le fai o taci a me sembrano piu spot elettorali e poi io di questi non mi fido questi non vogliono una democrazia ma piuttosto una oligarchia affinche’ pesce grande mangi pesce piccolo e loro continuano a fare le loro nefandezze

  49. angelo de leo Says:

    ritengo che questa iniziativa è ottima, ma rimarrà tale, solo se nel tempo perseguirà i principi di base per la quale è nata. buon lavoro e un grazie a tutti i promotori

  50. Roberto Says:

    Il sottoscritto Roberto Pelagalli Vi scrive perché ritiene che nella sua situazione di revoca di “fido per mafia”.
    Si stia creando un fatto nuovo proprio di costituzione di parte civile, da parte di chi ancora non so.
    Per fortuna questo governo ha istituito il sito un’ epigrafe a cui rivolgersi allorquando le forze in campo in diritto sono stravolte. Lo strapotere delle banche e le forze misere di un cittadino che a questo punto diventa suddito.
    URGENTE!
    Roberto Pelagalli

  51. giuseppe ed irene Says:

    Siamo una coppia ,sposati dal luglio 2008,abbiamo una bimba di un anno, una piccola attività commerciale come unica risorsa,siamo in affitto sia nella casa che nel negozio, prima della crisi si poteva vivere decentemente. Oggi, anche economizzando un po su tutto, non riusciamo a sostenere tutti gli oneri che su noi gravano,figuriamoci riuscire ad avere un risparmio che ci consenta di avere una casa nostra e poterci permettere una vita,non dico agiata ma almeno dignitosa.i nostri genitori dopo una vita di sacrifici per farci crescere ,non hanno piu la possibilità di aiutarci,ed ormai neanche l’età e le forze fisiche per farlo. abbiamo sentito di questo sito e per la prima volta abbiamo messo da parte l’imbarazzo di chiedere aiuto,ma a chi possiamo chiederlo se non al nostro governo? fiduciosi nella vostra comprenzione,aspettiamo una risposta,per capire se siamo sostenuti da chi puo farlo o se dobbiamo accettare nostro malgrado,l’assenza di uno stato che fino ad adesso ha saputo solo chiedere ed ha autorizzato i pesci grossi a fare scorpacciate delle vite di tutti quelli che come noi hanno cercato di rimanere a galla senza avere aiuto da nessuno , anzi ,al contrario hanno ricevuto sempre ulteriori pesi superflui e deleteri che li hanno distrutti definitivamente,gli esempi di quelli che ormai sono sotto zero,non sono migliaia ma milioni. grazie per l’ascolto,attendo risposta.

  52. mauro Says:

    in teoria problemi per le famiglie in italia non dovrebbero esserci almeno a giudicare dalle manifestazioni del family day, le pubblicità dell’ 8 per 1000 alla chiesa cattolica che addirittura strappano il cuore per solidarietà,la pubblicità del ministero per le politiche sociali poi invece la realtà è che le politiche sociali sono un vero camposanto. Io credo che mai come ora la povertà faccia gioco alla politica. Tra i promotori politici di aiuti alle famiglie possiamo annoverare mastella casini giovanardi che non mi sembrano un bell’esempio

  53. Salera Stefania Says:

    Sono una madre trenta tre anni io convivo da sette anni e ho una bimba di due anni il mio compagno non mi da mai dei soldi devo cercarmi un lavoro per mantenermi anche per gli studi però non trovo niente vado sempre nelle agenzie interinarie mi dicono sempre le stesse cose cioè le faremo sapere ho un abrutta malattia agli occhi e il mio compagno mi ha detto di arranciarmi anche per il pagamento degli occhiali e sono veramente disperata

  54. annanapoli Says:

    sono una mamma di cinque figli e cerco di non far mancare niente ai miei figli anche se in famiglia lavora solo mio marito,inoltre pago un affitto e ci sono spese extra,spesso a fine mese non ci si arriva e quindi si stringe la cinghia ma non mi avvilisco infatti dico ai miei figli: ;ma ogni tanto non ci dimentichiamo di guardare anche un pò indietro dove ci sono bambini che non hanno neanche gli occhi per piangere. Nella speranza che il domani sia migliore!

  55. annanapoli Says:

    con questo mio messaggio cerco di incoraggiare coloro che si sentono giù perche sono ottimista per quello che faranno i capi del governo oggi per noi e un domani per i nostri figli.Forza tutti uniti ce la faremo!

  56. Alfredo Says:

    Piano piano stiamo crescendo ,uno dopo l’altro ci uniamo a questo gruppo unico che corrisponde alla vera realtà Italiana che fonda le sue radici nella famiglia , penso che fra non molto se ,riusciremmo ha promuovere questo gruppo diventeremmo tantissimi e in graddo di vincere tante bataglie .

  57. isabella Says:

    Buongiorno,
    speravo propio di trovare un sito cosi per nn sentirmi tanto sola nei problemi che purtroppo e sono evidenti schiacciano la felicita di tante persone spero davvero che come il detto dice l’unione faccia la forza.

  58. SONIA Says:

    ved con piacere che si parla di sostegno alle famiglie, ma io sono una donna sola con un figlio di 10 anni non sposata, quindi non ho diritto agli alimenti da parte del mio ex compagno, solo per il bambino. In Trentino danno un assegno per il nucleo famigliare ma solo se il bambino rientra nei 7 anni d’eta’….e gia’ perche’ dopo i 7 anni i fligli non mangiano piu’..non si vestono piu’ etc etc…diventano trasparenti..spariscono! Quindi non ho diritto neanche a questo…Oltretutto ho gia’ 53 anni ed ho dovuto rimettermi in gioco nel campo del lavoro con tutte le difficolta’ correlate agli impegni di mio figlio. Allora ci sono sostentamenti anche per mamme sole come me ? Qualcuno ha affermat che le legi sono fatte da furbi per i furbi…ciao a tutti..soprattutto a mamme sole e disperate!!

  59. SONIA Says:

    Ah ! Ho fatto anche domanda per il contributo sull’affitto…l’anno scors!!! Non ho saputo piu’ niente ! ono in graduatoria per le case popolar al 94mo posto!!!! Praticamente senza reddito..e magari prima di me ci sono famiglie complete che un po’ di reddito lo hanno…Volevo fare domanda per il PROGETTONE che sarebbe un progetto per dare lavoro a donne sopra i 45…perfetto !! Io riento pienamente !! Invece NO…perche’ non sono iscritta alle liste di mobilita’. Ripeto la domanda : Qualcuno sa se le donne sole con bambini hanno diritto a qualcosa ? In fondo siamo ance noi una FAMIGLIA !!

  60. maria rosa Says:

    Interessante di sicuro!Informazioni si ma soluzioni?Io vivo in un piccolissimo paese della Sicilia,ho 31 anni e sono una mamma single che abita fortunatamente con i genitori ma nonostante i miei sforzi non riesco tutt’oggi a trovare lavoro.Alla mia richiesta di assistenza economica mi sono sentita rispondere:ma tuo padre ha una buona pensione non possiamo darti aiuto;la pensione a cui si riferiscono è quella di un operaio con a carico oltre me,mia figlia,mia madre e mia sorella,con un mutuo da pagare!Adesso mi chiedo,come posso risolvere il mio problema?Come posso ricevere aiuto e a chi mi devo rivolgere per avere delle risposte serie?

  61. giuseppe ed irene Says:

    vedo commenti di donne e di uomini che mi fan capire che pur essendo tristi ed impauriti da un futuro sempre piu buio, tutti abbiamo ancora la speranza e la fiducia che le cose vadano meglio. a chi legge ,dico:sappiate che questa fiducia,se non remunerata,finisce e tutti noi ci uniremo all’immenso esercito di coloro che ormai non credono piu che si possa o meglio si voglia cambiare in meglio, e poi, qui, leggeremo commenti di persone nuove che, come noi oggi, spereranno ancora di essere ascoltati ,spereranno ancora,come noi,di non sciupare tempo e dignità nel raccontare i loro problemi.

  62. giuseppe ed irene Says:

    leggendo mi scendeva una lacrima… non vedete quanta sofferenza? uomini di governo,non è possibile che non vedete… è troppo facile e vi conviene fare orecchio da mercante?no? dimostrateci il contrario,pensate a noi poveri italiani prima di bombardarci di slogan per gli immigrati per i paesi piu poveri e soprattutto per una natura che va alla distruzione con l’inquinamento di chi puo permettersi di inquinare,io piuttosto non inquino,non xche’ sono ecologico ma per non consumare il prezioso carburante,o perche evito di SPENDERE .Come potete pensare che una mamma come quella che scriveva di non avere neanche i soldi per curarsi gli occhi o come quella con 5 figli o tanti altri,possano accollarsi altri pesi ???

  63. isabella Says:

    pultroppo in italia c’è l’arte di guardare quelli che stanno peggio, perchè è cosi’ che ci hanno abituati a pensare i nostri antenati,ma questo quando tutti stavano bene e chi stava peggio era pronto a mettere su’ una casa per il futuro dei figli.
    oggi non per egoismo ma per la realta’ dei fatti che tutti raccontiamo nn si puo’ penzare ad altro ma solo al fatto che si sta solo peggio di ieri ogni giorno,e per rispondere al fatto che si cerca di essere ottimisti,io voglio ancora esserlo nonostante mio marito abbia perso il lavoro da piu’ di un anno ho avuto uno sfratto e tutto questo quando stavo per mettere al mondo la mia gioia piu’ grande mio figlio che appena compito un anno.voglio essere ottista per lui che della vita ancora non conosce nulla e mi sforzero’ lottero con le unghie affinche liu come noi in passato e tutti i bimbi di oggi possano vivere dignitosamente e con il sorriso quello di una serenta propia e famigliare in questo non posso smettere di credere perchè cosi negerei l’opportunita a mio figlio di una vita tranquilla.

  64. russo vincenzo alessandro Says:

    io vorrei sapere una cosa ma per qelle famiglie dove purtroppo qui al sud (in sicilia) ve ne sono molte il cui capo famiglia non è mai stato agganciato e finora a dato da mangiare alla stessa facendo lavori saltuari non c’è un qualche sussidio come negli altri stati in germania per esempio fino a che la persona non trova un lavoro ? vorrei una qualche risposta visto che i patronati di catania della mia zona non sanno dire che le stesse cose inutili.
    anche perchè a mio figlio vorrei dare una vita più tranquilla e non come quella che ho e sto passando io.

  65. annabis Says:

    sono al 6mese e ho gia un bimbo di 2 anni……mio marito fa l operaio anche se grazie al cielo stiamo in una casa di proprieta arriviamo alla fine del mese giusti giusti…..vorrei sapere se ci sono dei contributi che mi possano aiutare a quadrare le giuste spese familiari e fare qualcosa di nuovo al nuovo arrivato

  66. Raffaele Says:

    Carissimo Sottosegretario di Stato Carlo Giovanardi
    del Dipartimento per le politiche della Famiglia,

    ma a malincuore
    senza alcun esito e risposte.

    è morto mio padre,e oltre a dovermi trasferire e lasciando,lavoro,casa e un portafoglio clienti aziende non indifferente.

    mi trovo da ormai 23 mesi senza lavoro, e per mettere Avvocati e perizie oltre che vivere, in passivo di oltre 40.000 euro
    senza alcuna possibilità di lavorare.

    QUESTE SONO LE POLITICHE A DIFESA DELLA FAMIGLIA
    E DELLE AZIENDE?
    CHE IO CONOSCO,
    LE CHIACCHIERE CHE Fà LA POLITCA, E LA MAGISTRATURA IN SPECIAL MODO.

    La rigrazio Anticipatamente

    non nascondendole, il mio scettiscismo e la delusione immensa che provo.

    Raffaele

    mi resta la risorsa della RETE di FACEBOOK & YOU TUBE

    per mettere tutti gli indirizzi ISTITUZIONALI a cui mi sono rivonto in tutti questi mesi, SENZA ALCUNA RISPOSTA.
    VERGOGNA
    DI TUTTE LE CHIACCHIERE CHE Fà LA POLITICA.

  67. Caro Carlo Giovanardi…mi chiamo Raffaele « Famiglie d’Italia Says:

    […] Raffaele Dice: Settembre 28, 2009 alle 6:29 pm […]

  68. Pasquale Says:

    HO PRESO IN CASA LA SUOCERA VEDOVA,MA OGNI QUALVOLTA VI SONO DELLE AGEVOLAZIONE PER LE PERSONE A BASSO REDDITO,VENGO PENALIZZATO PERCHE DEVO PRESENTARE IL REDDITO DI TUTTI I COMPONENTI DEL NUCLEO FAMIGLIARE ,COSI’ FACENDO SONO DUE VOLTE PENALIZZATO,UNO PERCHE’ DEVO FARE DEI SACRIFICI AVENDO LA SUOCERE ANZIANA ED INVALIDA AL DUE CHE LA STESSA NON PUO’ USUFRUIRE DI DETTI BENEFICI.DESIDEREREI UNA RISPOSTA GRAZIE

  69. gianfranco Says:

    per risolvere tutti i vostri problemi penso ci sia una sola soluzione, e cioè dichiaratevi come zingari e andate a fare casino in comune, piazzateci una tenda e trasferitevi li con tutta la famiglia. Qui dove vivo io gli zingari senza un effettivo reddito vivono da ricchi, belle macchine e belle case e le istituzioni non fanno niente. Meditate gente ciao.

  70. gianfranco Says:

    tutti i provvedimenti che fino ad ora sono stati fatti a favore delle famiglie da tutti i governi sono state tutte caz… perche se le famiglie vogliono sopravvivere se la devono cavare da sole anche con illeciti cercando di non farsi scoprire.

  71. grazia Says:

    anna dice che 13 anni fà ha dovuto chiudere la sua attività perché andava male adesso mi trovo in debito con l inps di15,000 euro e anche
    pignorata di metà casa io non ho reddito e non so come pagare.
    vorrei tanto essere aiutata grazie.

  72. famiglieditalia Says:

    caro Gianfranco,
    preferisco risponderti personalmente. Capisco il tuo stato di agitazione in quanto è comune in tutti chi più chi meno. Noi di Famiglie d’Italia ci stiamo impegnando cercando di sollecitare le istituzioni e provando a creare alternative, interscambi di informazioni, etc. Certo, siamo appena nati e occorrono i tempi giusti per operare… in ogni caso tutti ci stiamo tirando su le maniche per sbrigarcela da soli, però nel modo più corretto possibile. Perché questa situazione potrà pure metterci in ginocchio, ma non trasformarci in delinquesnti simili a coloro che tale danno hanno causato. Ciao, Umberto Napolitano

  73. luigi Says:

    Ciao io sono vedovo da 3 anni con due figli minori ,e sono invalido civile al 100% sto in dialise da un anno e mezo.Come posso vivere mi sto anchevedendo la casa non riesco ha vivere con una penzione di euro .240.00 al mese ma come posso vivere come posso mangiare dite voi .
    Io credo tra fra di voi c’e’ un santo che mi puo aiutare spero ,uno ci deve stare dentro come sto io senza una lira che vergogna luigi MARCHE.
    Aiutatemi per piacere credo in voi grazie aspetto una risposta.????????

  74. famiglieditalia Says:

    Caro Luigi, io pubblico il tuo appello e tu invita qualche amico che sai in condizioni finanziare migliori delle tue a leggerlo: Aiutiamo una famiglia in difficoltà è un messsaggio di solidarietà fra persone che si stimano e si conoscono… una mano per arrivare a fine mese. Oggi tu mi aiuti e un giorno potrei farlo io con te. E’ un’iniziativa che non vede raccolte di soldi od altro, è una scelta personale fatta da ogniuno di noi verso chi sappiamo in difficoltà anche se fa fatica ad ammetterlo…sembra che stia funzionando. Ciao, Umberto

  75. sabrj74 Says:

    sono una disoccupata da quando ho teminato la scuola di ragioneria, sono mamma di una bambina di 10 anni,che ogni giorno che passa richiede piu’ cose e anche costose sia per la scuola che per cibarsi, mio marito 30 enne e’ naturalmente senza lavoro,mi spiegate come potremmo come minimo aumentare la famiglia e poter dare una vita dignitosa alla mia bambina.Vi giuro che se non fossimo a Palermo dove abbiamo il senso della famiglia e i genitori che per aiutarci rinunciano a molte cose chissa’ deve fossimi.
    disperatissima e con tanta voglia di lavorare.

  76. carlo Says:

    sn invalido con famiglia composta da 4 persone percepisco invalidita e accompagnamento ma nn arrivo a fine mese cerco solo un lavoro per mia moglie . sn inabilitato al lavoro del 100%fatemi sapere s cè qualche categoria speciale per coniugi d’invalidi al collocamento come quella per gli invalidi

  77. consuelo Says:

    sono 2 anni ke ho fatto una domanda per il contributo prima dote a taranto la prima transch lo avuta a dicembre del 2008 . poi hanno detto che ci sara’ stato il pagamento della seconda parte ma e’ da gennaio ke kiamiamo al comune di via veneto e ci dicono di chiamare tra 10 giorni li chiami e ti dicono di richiamare comunque questa storia va ancora avanti e’ dipende tutto dall’ inps vorrei avere una risposta concreta dopo un anno di chiamate se qualcuno puo’ dare spiegazione grazie ……….

  78. La voce delle famiglie italiane « Famiglie d’Italia Says:

    […] Inviato il 29/09/2009 alle 22:24:46 sono 2 anni ke ho fatto una domanda per il contributo prima dote a taranto la prima transch lo […]

  79. Daniela Says:

    Mio marito a perso il lavoro da circa un mese ,non abbiamo dei risparmi e cosi’ non sappiamo come fare abbiamo due figli minorenni delle spese da affrontare i parenti fano finta di niente. non e vero che lo stato e con noi non ci aiuta per niente. si dicono solo belle parole anche con questo sito tutto famiglia non vedo aiuto concreto o fatti veri. non ci sono sussidi siamo soli anche per trovare lavoro e difficile vanno avanti solo i raccomantati. vorrei un aiuto concreto perchè siamo davvero disperati capisco perchè si arriva a delle soluzioni estreme come il suicidio.

  80. rosaria Says:

    siamo una famiglia 5 persone mio maritoè dsccupato io lavoro come collabboratrice domestica e guadagno quattro cento euro al mese e pago solo di pigione 380euroal mesenon so piucome vivere imiei figli crcano di aiutarci abbiamo sempre bollette da pagare in ritardo
    non possiamo farci gli analisi x si paga tutto mio maritocerca di fare qualche lavoro onesto come possiamo vivere cosi io ai miei figli non posso dargli nulla spero che questa iniziativa potra andare avantiper le famiglie veramente bisognose

  81. Alfredo Says:

    Ultimamente se pur nel limite delle mie possibilità cerco di dare una mano a mio cognato e alla sua famiglia che e rimasta senza un lavoro. Anche io sono un operaio è faccio fatica ad arrivare alla fine del mese ho una moglie e pago 650 euro di affitto al mese. Mia moglie lavora come commessa in un supermercato , riusciamo cosi ad arrivare a circa 2000 euro al mese 350 li spendiamo per mandare il bambino all’asilo avendo solo 1 anno acqua luce gas viaggiare assicurazione e macchine potete capire che rimane poca cosa avolte nulla . ciò nonostante cerco di dividere il mio mangiare con i miei parenti in difficoltà . Come mi diceva mio padre e mia madre i qualli anno cresciuto 12 figli con un solo salario . Dove si mangia in 2 si può mangiare anche in tre . Bisogna tornare ad allimentare la famiglia dei più sacri principi che ci hanno sempre contradistinto . La solidarietà soprattutto nelle famiglie . Prego anche questo movimento a continuare a combattere sono fiducioso che tutti insiemo siamo molto forti .Chiedo A famiglie d’italia di promuovere ed organizzare incontri per far crescere il gruppo.

  82. La voce delle famiglie italiane… continua « Famiglie d’Italia Says:

    […] il 30/09/2009 alle 17:00:39: siamo una famiglia 5 persone mio maritoè dsccupato io lavoro come collabboratrice domestica e […]

  83. Luigi Says:

    Spero che il governo accelleri la procedura del redditometro: cioè che le tasse si pagano in base alla composizione numerica della famiglia, no del reddito unico – esempio: se io con mia moglie che non lavora, con 3 figli minorenni che vanno a scuola, componenti della famiglia 5, reddito annuale lordo 32.000,00 pago le stesse tasse di una singola persona non essendo sposato senza prole con lo stesso è identico reddito lordo di 32.000,00, è ingiusto secondo il mio modesto parere, in quanto il sottoscritto tra: 1)rata di mutuo (450,00 al mese x 20 anni), 2)rata prestito cessione del 1/5 inpdap (305,00 x 10 anni), 3)rata piccolo prestito inpdap (160,00 x 4 anni), 4)rata prestito credirama (135,00 x 3 anni) 5)a tutt’oggi ho ancora attivo lo scoperto bancario di 10.000,00 (mio trovo su c/c bancario 1.500,00 in negativo)……..+ non le dico le spese per portare una famiglia di 5 componenti a sopravvivere ogni giorno tra alimentazione, vestizione, bollete da pagare ecc.ecc……non voglio portarla per le lunghe ma il sottoscritto, da quando è entrato in vigore questo maledetto euro (€) non riesce + a vivere in modo decente, infatti mi trovo con l’entrate (solo stipendio €. 1.800,00 al mese) con le uscite (€. 2.800 – 3.000,00 al mese)……………….ditemi voi che devo fare………secondo me, fra non molto dovrò andare a rubareeeeeeeeee….qualche rapinaaaaaa…….spero che il governo non prenda + in giro gli Italiani, deve capire che non stiamo + negli anni ’50 (dopoguerra) adesso i cittadini Italiani non sopportano + di essere presi in giro o per i fondelli…..è inutile dire che fanno o cercano di dare respiro all’economia, dare aiuti alle famiglie, cioè danno un assegno (non sisà a chi????booh) le famiglie che hanno un reddito di 8.000,00 lordi……mi sapete dire chi sono le famiglie che guadagno 8.000,00 lorde l’anno….a chi volete prendere per i fondelli (culo………)…basta vado via che stò molto amareggiato è incazzato con tutti e tutto…..vi saluto grazie di avermi dato la possibilità di sfogarmi, in attesa di essere aggiornato su gli ultimi sviluppi del caso, colgo l’occasione per porLe distinti saluti alla redazione.

  84. Ornella Says:

    Ho due figli minorenni;circa un anno fa ho perso il lavoro.Ero impiegata in un supermercato,situato in un centro commerciale;poi mi sono trasferita in un altro supermercato;pioche’ quest’ultimo non apparteneva alla stessa azienda ,ho dovuto licenziarmi dal precedente lavoro e fare una nuova assunzione pero’ a tempo determinato.Con il nuovo lavoro andava tutto a gonfie vele x era situato vicino casa e anche gli orari erano abbastanza flessibili,soprattutto x riucsivo bene a gestire la casa ed i bambini. Dopo 4 mesi che ero al nuovo lavoro il supermercato ha chiuso.Ora sono ancora senza lavoro,sono in continua ricerca ma ci sono sempre mille scuse x non assumere ,soprattutto x l’età.Ma io mi chiedo allora le persone che anno oltre 40 non mangiano più? si deve sempre scendere a tristi compromessi x ottenere qualcosa? ma le persone oneste e di sani principi che fine hanno fatto? Orny

  85. mura antonina Says:

    salve a tutti mi chiamo tonina o 39 anni siamo in 4 n famiglia di qui la mia figlia grande è disabile al cento x cento..lavora solo mio maritto con 900euro al mese stiamo in una casa vecchia dove abbiamo il tetto in internit…che come sapiamo la internite è mortale ..a me anno diagnosticato un tumore !!!! abbiamo chiesto una casa da restaurare di tasca nostra , sono le cosidette case della ersaf coloniali ..ma ci anno fatto preparare una marea di doccumenti certificati è tante speranze , invece dopo 3 anni ci troviamo a combatere x darci queste 4 mura , ci anno detto ke dovevano fare un bando …ma allora mi chiedo a cosa sono serviti tutti i doccumenti fatti è tante belle parole ? io col tumore non posso stare in questa casa che poi fa acqua dentro quando piove …non abbiamo soldi x poterne comprare una xè li abbiamo spesi x curare nostra figlia ..ditemi devo esser una zinghera x avere casa ??? solo io so quello he passiamo quando piove è con problemi eletrici …queste 4 mura xè non cele danno almeno li abbiamo le tegole nel tetto ….poi sono case che lasciano cadere ma non le danno , io col tumore è mia figlia disabile al 100=100. possiamo stare in una casa on le internite??? io credo nella giustizia ma spero che la giustizia creda in me ….vi prego fatemi sapere l’inverno arriva ..tonina

  86. Ramona87 Says:

    Gent. Signor Presidente mi chiamo Ramona ho 22 anni. Mi sono sposata nell’ Agosto 2008 (al comune) ho una bambina di 9 mesi. Io sono disoccupata, mio marito è disoccupato. Non abbiamo un abitazione e per il momento ci troviamo dai miei suoceri… Abbiamo fatto la domanda per il sussidio e a Natale scorso è arrivato un assegno (se si può chiamare così) di soli 100 €, dopo di che non abbiamo ricevuto più niente. Adesso io le chiedo: E’ possibile vivere in queste condizioni? Spero di avere da Lei una soluzione al mio problema. Grazie in anticipo. Cordiali saluti Ramona.

  87. isabella Says:

    che bello,
    persone cosi’ c’è ne sono rimaste poche e una di quelle grazie a dio e mia sorella che con 5 figli affitto e tutto il resto..quando puo’ mi aiuta sopratutto con il mio piccolo,anche perchè io voglio cosi se deve mancare qualcosa meglio a me che a lui,spero davvero che la proposta di alfredo possa concretizarsi,sicuramente ne verra fuori qualcosa di buono.

  88. Italia… anno Zero, ma proprio Zero « Famiglie d’Italia Says:

    […] modo il diritto alla vita sua e dei suoi familiari… Inviato a Famiglie d’Italia il 01/10/2009 alle 21:43:59 ” …salve a tutti mi chiamo tonina o 39 anni siamo in 4 n famiglia di qui la mia figlia […]

  89. valentina Says:

    Non credo più nelle istituzioni. Non trovo assolutamente giusto che oggi, disoccupata, devo pagare le tasse perchè il riferimento è il reddito dell’anno precedente. Si stava meglio prima….

  90. Alfredo Says:

    Per valentina vedi di non ascoltare tutto quello che dicono. Le tasse le paghi sè percepirai lo stesso reddito dello scorso anno . Se quest’anno non raggiungerai gli stessi parametri dello scorso hanno puoi tranquillamente riffiutarti di pagare è un tuo diritto.

  91. Rocco Says:

    Signor.Presidente,mi chiamo Rocco,ho 39anni e sono sposato ho un figlio di 13anni,ho lavorato diversi anni per conto di un suolificio nel mio paese.L’anno scorso la ditta ha lasciato a casa diversi operai tra i quali io,non ho potuto usufruire della cassaintegrazione perchè la ditta in passato ha avuto dei problemi con l’INPS.Perciò ho usufruito solo dei 6 mesi di disoccupazione,adesso la disocupazione e finita,il funzionario dell’INPS alla domanda “adesso io senza soldi che faccio”mi ha risposto che sono fatti miei;appunto!Che posso fare, non riesco a trovare un posto di lavoro e lo stato non mi dà una mano ad andare avanti.

  92. gianfranco Says:

    a risalve sono di nuovo gianfranco, volevo dire che ci sono troppe ingiustizie sociali per poter risolvere qualcosa, e la prova sono tutte queste tragedie qui sopra raccontate. Però si potrebbe partire dall’evasione fiscale introducendo come mezzo di contrasto gli stessi cittadini che farebbero il lavoro di un esercito di finanzieri e per lo più gratis o quasi. Mi spiego meglio, se il cittadino avesse la possibilità di scaricare nella dichiarazione dei redditi anche il caffè del bar oltre che ai piccoli lavori domestici ma soprattutto le prestazioni specialistiche nel campo medico, dove il medico nel presentare la parcella al paziente ,omette l’IVA e alla richiesta dello stesso paziente di una ricevuta fiscale lo specialista si sente in dovere di aggiungere alla parcella il 30%, a questo punto il paziente fiutato l’affare non si fà rilasciare la ricevuta e il gioco è fatto.Al cittadino per trasformarlo in un collaboratore fiscale basta dargli in percentuale alla dichiarazione fiscale dei buoni carburante, allo stato costa poco considerando il costo del carburante senza tasse, così facendo sicuramente le cose andrebbero meglio. cosa ne pensate? ciao vi aspetto numerosi anche con altre proposte.

  93. gianfranco Says:

    Ho notato che l’orario di invio del messaggio non corrisponde a quello reale perchè. Distinti saluti.

  94. famiglieditalia Says:

    Sono d’accordo con te, Gianfranco. So che in America si può veramente scaricare tutto… e per giunta mi dice un mio referente amico che basta conservare tutte le ricevute, di qualsiasi tipo, che, consegnate direttamente a quelli delle tasse,i funzionari le deducono dagli importi dichiarati facendo risparmiare spese per commercialisti e calcolando loro direttamente il dovuto. Magari fosse così anche da noi!… Per quanto concerne gli orari differenti tra invio e ricezione messaggi, penso che sia dovuto al fatto che questo blog ( Famiglie d’Italia ) è gestito da WordPress con orari e metodologie americani. Ho notato due ore di differenza in meno di partenza quando pubblico ( Questo mio commento dal mio compiuter è partito alle 00,38 e quando si legge appare l’orario 10 e 38 pm, ovvero post meridian, appunto due ore in meno ) . Chiederò spiegazioni tecniche. Io me la cavo solo a scrivere ed a pubblicare fotografie prese da Google con il classico ” copia e incolla “. Ciao e grazie per i toni educati da te usati, Umberto Napolitano

  95. alina Says:

    ho fatto la domanda per asegno di maternita da tre mesi e non ho ricevuto ancora niente che devo fare?ho un figlio di tre mesi e sono disocupata mio marito lavora per 1000 euro al mese e pago l’affito 500 euro e multo dificile per noi,sapete per caso se ci sono altri diritti per noi?Ma il bonus bebe si da ancora per 2009? grazie ALINA.

  96. alfredo Says:

    Sono concorde pure io con quanto detto da Gianfranco .
    Però o che si fà una raccolta popolare per promuovere un referendum in tal senso oppure dimentichiamo uno statto dove vai a vietare L’apropriazione indebita e l’evasione fiscale . Sè ci mettiamo di impegno si possono fare miracoli ma sè aspettiamo questa soluzioni si averi., allora campa cavallo che l’erba cresce .

  97. Teresa Says:

    Sono una calabrese di 27 anni,vedova, con due figlie di quattro e otto anni,disoccupata e senza nessuna fonte di reddito.Non so come pagare luce,gas e rata della macchina. E’solo grazie ai miei genitori che riesco a dare un pezzo di pane alle mie figlie . spero che prendiate a cuore queste poche ma importanti parole .Chiedo veramente aiuto .grazie

  98. vincenzo Says:

    sono vincenzo 43 anni afetto da glaucoma malformativo e ceco dal occhio destro ho una famigualsiasi altria di 9 persone e nessun aito da parte delle autoriti competenti ,premesso io sono disoccupato da tre anni riconosciuto invalido al 50% non mi viene riconosiuta nessuna pensione o aiuto economico la motorizzazione per giunta mi a tolto le patenti .
    adesso ci troviamo a viere con 1500 euro al mese mi spiegate cosa devo fare per far si che i miei figli vadano a scuola e possano anche moangiare se solo di mezzi (pulman)pago gia 200 euro al mese senza contare libri attrezzatura buoni pasto e quando richiedo qualcosa sia al comune sia al inps o a qualsiasi altro organo mi dicono che con un isee di 9000 non mi tocca nienteche siamo benestanti.

  99. Valeria Franchi Says:

    Vorrei non ricevere piu’ le mail dal vostro sito
    Grazie

  100. famiglieditalia Says:

    Mi scusi, ma non credo che questo sito le abbia mandato delle mail, se non partite in automatico quando hanno pubblicato un suo eventuale precedente commento. Credo ci sia un errore dal momento che, a parte una breve iniziativa ( non nostra ) di una decina di mesi fa quando nasceva Famiglie d’Italia, ciò non si è mai verificato. La promozione del sito è stata spontanea attraverso il gradimento dei suoi articoli, iniziative e…tanto passa parola. Se ciò dovesse per lei verificarsi, mi avverta mostrandomi la mail, dandomi la possibilità di rimediare. Un cortese saluto, Umberto Napolitano.
    Ps: Purtroppo, penso che questa mail le arriverà automaticamente( non sono in grado tecnicamente di evitarlarla ) solo perché ho pubblicato la sua cortese e lecita richiesta e le ho risposto personalmente… ma, nel caso, sarà l’ultima.

  101. antonio Says:

    ciao a tutti
    mi chiamo antonio ho 26 anni, ho una famiglia stupenda e sinceramente non so come fare!!!
    sono un operaia metalmeccanico ho un contratto a tempo determinato e il mio stipendio è di circa 700 euro mensili, pago 500 d’ affitto indovinate come soppravivo!?
    quando finisco nel cantiere vado ad iutare chi mi capita per pochi euro, la mia compagna pulisce la casa di una signora nel vicinato.
    spesso quando rientro la mia bambina già dorme.
    mi capita per settimane intere di parlarle solo nel sonno, mi viene da piangere!!!
    pago perfino il lasilo per quanto poco sia ma 30 euro mensili mi pesano.
    non percepisco nemmeno gli assegni famigliari perchè non siamo sposati ma il il matrimonio lo vedo come una metà inraggiungibile.

    cosa deve fare un ragazzo della mia eta che desiderava una famiglia perche non ne ha avuta una?
    forse ho fatto una fesseria con la speranza che le cose sarebbero cambiate?
    magari mi sarei dovuto drogare o andare a rubare!? cosi ora sarei da riinserire nella società e il comune o chi di competenza mi avrebbe aiutato!!!!!!!!!!!
    beh con tutto il rispetto perchì è da riinserire ma, io non sono mai stato “inserito!”
    ringrazio tutti anche se con la certezza che queste due righe non serviranno ma almeno mi sono sfogato.
    GRAZIE!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  102. La voce delle famiglie italiane… riprende « Famiglie d’Italia Says:

    […] […]

  103. Raffaele Says:

    Cari Lettori di Questo sito, sono Raffaele,

    anche io o scritto quì una mia mail il 28 settembre,
    ma come presaggivo non è arrivata nessuna risposta e contatto.

    il consiglio che vi dò, è quello che farò io, subito e immediatamente,
    perchè sono stufo di leggere lettere con augomenti che fanno rabbrividire,
    senza che le istituzioni facciano realmente delle cose concrete per risolvere i problemi della gente, delle famiglie, dei cittadii italiani.
    seguite il mio consiglio.
    queste denuncie che scrivete voi tutti.
    mettetele in RETE di FACEBOOK & YOU TUBE

    mettendo prima i nomi dei ministri a cui volete inviarle.

    scrivete con molta indignazione,tanto questi politici, cambiano colore,
    ma sono sempre gli stessi,
    e magari qualcuno che si salva, i fatti nostri, i loro segretari,o capi cabinetto non gliele passano proprio.

    se ci moviamo tutt insieme, la RETE, smaschererà tutti questi FANNULLONI, CHE PROMETTONO, MA NO FANNO NIENTE.

    IO NON ANDRò A VOTARE, ORMAI LA POLITICA è UNO SCHIFO.

    RAFFAELE

  104. Alfredo Says:

    Io invece voglio dare un consiglio e penso di non sbagliare !!
    Promoviamo questo gruppo su facebook e in tutto il web piano piano aumentiamo il nostro gruppo. Noi rappresentiamo l’istituzione più importante del mondo 😦 la famiglia ) Basta promuovere diritti di questa o quella minoranza se pur giusti , impegnamoci a far grande e a prottegere il vero nucleo della società e del mondo Chiedo a chi è in grado di far crescere questo gruppo ,soprattutto chi capisce e conosce internet deve far di tutto per portarci in un mondo che possiamo far nostro .
    Laici Cattolici uomini di tutto il mondo che credono che la famiglia conti qualcosa facciamoci avanti almeno proviamoci per noi e per i nostri figli e le nostre famiglie .

  105. giusy Says:

    mi chiamo giusy sono sposata ho 3 figlie 2 maggiorenne e 1 quasi3 mio marito fra poco verra licenziato perchè non cè lavoro dove è: stiamo vivendo una situazione veramente tragica come tutte le famiglie io do una mano in casa con 54euro a settimana sono andata dall ssistente sociale per avere un piccolo aiuto mi arrisposto che non ci sono fondi e il comune di firenze e rosso io non so se chi comanda si accorge di ciò che si vive siamo una famiglia di 5 persone e non si può vivere di meno di 1000euro con affitto e tutto il resto da pagare le mie ragazze una studia e una e dissoccupata chiedo se qualcuno può darmi una mano in quasiasi modo grazie

  106. gianfranco Says:

    MI SONO RESO CONTO CHE ANCHE QUESTO SITO è VENDUTO AL SISTEMA POLITICO INSENSIBILE ALLE VERE PROBLEMATICHE DEGLI ITALIANI. SE LASCI UN COMMENTO TROPPO FORTE DAL PUNTO DI VISTA DI UNA TOTALE DISAPPROVAZIONE DELLE ATTIVITA’ POLITICHE, IL MESSAGGIO VIENE CANCELLATO, PER LASCIARE SPAZIO SOLO ALLE TRAGEDIE UMANE CHE NESSUNO DEI POLITICI LEGGE. QUINDI TUTTO CIO LASCIA IL TEMPO CHE TROVA. CARO SIG UMBERTO NAPOLITANO LE VOLEVO DIRE CHE IN ITALIA ESISTE LA LIBERTA’ DI PAROLA E DI PENSIERO MA AVOLTE LA VERITA’ FA MALE, E LACOSA PIU’ SEMPLICE E INBAVAGLIRE CHI LA DICE NON FACENDO SENTIRE LA SUA VOCE. TUTTO QUESTO NON FA CHE RAFFORZARE IL MI PENSIERO E CIOE’ NON CI SALVEREMO PIU’ POVERI FIGLI NOSTRI.

  107. famiglieditalia Says:

    No, caro Gianfranco…io ho cancellato solamente un insulto dato ad un uomo portatore di handicap… io non permetto che sia apostrofato un uomo alto meno di un metro e mezzo col termine di ” Puffo “. Su questo sito uno può esprimere qualsiasi opinione, ma senza parolacce e nel rispetto di tutti… se uno vuole il contrario può farlo in altro siti…
    proprio per rispetto dei nostri figli e per salvaguardarne il futuro… io accetto il contradditorio, ma non l’odio…
    Ero certo che lei avrebbe riscritto. Io non sono venduto a nessun potere, ma sono contro ad ogni estremismo… lei può riscrivere lo stesso commento, ma senza usare termini discriminatori.. io non sono Grillo, io non sparo sentenze, io non offendo, io non urlo verità che sono già sotto gli occhi di tutti… io cerco l’equilibrio ed attraverso quello qualche strada alternativa. Tutto quello che le sto dicendo lo dico con estremo rispetto delle sue opinioni e del suo risentimento…il rispetto, però…deve essre reciproco e deve valere verso tutti. Grazie. Umberto Napolitano

  108. Michele Cassano Says:

    Chi può darci una mano….

    CAPO FAMIGLIA: CASSANO MICHELE (CSSMHL57P16A662K)
    DISOCCUPATO DAL 6.4.2006

    TRE FIGLI A CARICO:

    CASSANO GABRIELLA (CSSGRL78R60A662W E CSSMNL03M49A662V)
    (RAGAZZA MADRE, MADRE DI CASSANO MANILA)
    DISOCCUPATA DAL 16.3.2009

    CASSANO GIUSEPPE (CSSGPP85CO6A662Z)
    DISOCCUPATO DAL 21.10.2007

    CASSANO ROSA (CSSRSO91T65A662D)
    DISOCCUPATA DAL 13.4.2007.

    COME SI FA A VIVERE?????

  109. Alfredo Says:

    Io sono un Grillino, però una cosa voglio dirla il rispetto prima di ogni cosa .
    A ragione Umberto Napolitano noi siamo qui a denunciare come stanno tante famiglie in Italia e che solo metendoci una mano nella coscienza e un altra nel portafoglio possiamo fare un qualcosa . senza retorica dico a tutti di continuare a partecipare attivamente in questo gruppo e soprattutto in modo costrutivo elaborando proposte serie e cercando di capire cosa possiamo fare . dico a Gianfranco di battersi .(con la stessa grinta che pone per attaccare il sistemma), per promuovere attivamente idee per la famiglia . Il numero fa la forza più siamo e più si sentiranno costretti ad ascoltarci . Non offendendo questo o quel politico di turno .

  110. gianfranco Says:

    A risalve sono sempre io, io non sono un estremista,piu tosto un cittadino furioso della cecità e sordità politica. E tutta questa povera gente che urla con tutta l’anima la loro disperazione non hanno nessuna possibilità di salvezza. Però come ci testimonia il sig Michele Cassano “L’Italiano si fa secco ma non muore mai” l’arte dell’arrangiarsi è tipico dell’italiano, un pò di lavoro nero di quà un pò di là e si campa lo stesso forse non troppo tranquilli ma l’importante e avere la pancia piena. Sig Michele io tifo per lei e forse tanti altri che non lo dicono. Coraggio che ce la può fare l’aiuto che cerchi è in TE stesso; cercalo. Buonanotte ore 22:12

  111. mario Says:

    ma vi rendete conto carlo giovanardi sottosegretario alle politiche delle famiglie ah ah ah ah da democristiano all’udc di casini a forza italia al pdl , che dire….molto probabile che a lui interessino le politiche alla SUA FAMIGLIA

  112. gianfranco Says:

    Mi sembra che la nobile idea di questo sito di ascoltare i problemi degli italiani, e cercare una probabile soluzione sia miseramente naufragata. perchè gli Italiani sono stufi delle chiacchiere. E la mazzata più forte l’ha data Mario con lo smascherare la personalità politica di Carlo Giovanardi.
    Infatti non ci sono stati più messaggi dal 15Ottobre.

  113. famiglieditalia Says:

    Caro Gianfranco, mi sembra che tu stia facendo un po’ di confusione. Questo blog è dell’associazione Famiglie d’Italia. Se tu cliccherai su http://www.famiglieditalia.it ti renderai conto che questo è un blog che sta cercando di ritrovare e riproporre delle regole comuni per rinvigorire un progetto di famiglia. Questo non è il sito di Giovanardi o del governo, ed il post su quale ci sono tutti quei commenti ( diminuiti solo quando è finita la pubblicità del http://www.tuttofamiglia.info in televisione ) risale al 16 luglio quando avvertii i miei associati dell’esistenza del sito Inps su iniziativa del sottosegretario alle politiche familiari Giovanardi. Dal 16 luglio, ogni giorno, sono stati editati altri post diretti agli associati ed a chi li legge…. Nel contempo l’Associazione Famiglie d’Italia, nata un anno fa, sta creando aggregazione nazionale con l’intento di scambi di informazioni fra associati per permettere di aprire nuove opportunità di lavoro.( Tra l’altro tra qualche tempo partirà un progetto comune che sarà divulgato ).
    La nostra Associazione è politicamente trasversale, ne di sinistra ne di destra, per rispettare tutte le idee politiche degli iscritti. Collabora sempre con i governi democraticamente eletti…fino a comportamenti contrari…nel senso che le nostre rimostranze avvengono attraverso critiche costruttive o proposte, le cui risposte ricevute saranno valutate al momento delle nuove elezioni. Se tu darai un’occhiata agli altri articoli editati giornalmente, difficilmente troverai commenti sui post, perché rispondiamo personalmente ad ognuno e non li pubblichiamo…per scelta editoriale. Abbiamo lasciato le ” lamentele ” delle famiglie sul post sull’iniziativa Giovanardi solo per permettere loro una possibilità in più, anche se piccola, per arrivare a qualcuno che le potesse recepire. Ho cancellato a suo tempo solo la ” tua ” per i motivi che ti ho già spiegato.
    Questo blog non è nato per fare ” chiacchiere “, ma, soprattutto, per proporre un modo di pensare sereno e corretto e nel contempo preparare, a suo tempo, alternative reali di opportunitàò di lavoro ed interscambi di informazioni.
    Spero che tu andrai a dare un’occhiata al blog sopracitato per permetterti di giudicare con più equilibrio la vera funzione di questo blog. Un saluto rispettoso, Umberto Napolitano

  114. livio Says:

    come si fa a sapere se vale anche per me?

  115. livio Says:

    Ho una famiglia,composta da 3 persone(io,una moglie,e una figlia di quasi 12 anni)ho lavorato in metalmeccanica per anni…Una volta arrivata la crisi sono rimasto senza lavoro.Adesso ho finito anche la disoccupazione,mia moglie prende 678 euro al mese.Ho il mutuo della casa da pagare ed tutte le altre tasse. Cosa devo fare se non trovo lavoro? Da un rispettoso cittadino della provincia di Padona,Fontaniva. Li’ 20/10/09.

  116. luca noce Says:

    ho una famiglia composta da 5 persono io mio figlio di 8 anni 5 anni e 3 anni e mia moglie lavoravo come autista di camion e poi sono stato licenziato per colpa della crisi e quindi sono stato protestato sia bancario che finaziario ho un mare di problemi. vi prego aiutatemi a trovare lavoro fatelo per i miei figli da un cittadino della provincia di napoli grazie distinti saluti 23/10/2009

  117. luca noce Says:

    grazie

  118. rocco Says:

    sono rocco,ho scritto diverso tempo fa,sono stato licenziato a natale messo in disoccupazione per 6 mesi pagati all’80% dello stipendio,e gli altri 2 all’60%,finito questo periodo sono rimasto letteralmente con il c……per terra,perché ho moglie e un figlio di 13 anni che va a scuola 10km lontano da casa e devo spendere 160 euro di benzina al mese,ho persino chiesto aiuto all’assistenza sociale e mi hanno risposto che purtroppo si un aiuto me lo daranno ma 200 o 300 euro una tantum.
    Ho la possibilità di fare il responsabile tecnico in una centrale” neonata”di biomassa,ma, con tutti i documenti in regola e con tutte le licenze rilasciate,si è composto un comitato cittadino”stupido e ignorante a mio avviso”e non gli stanno facendo aprire i cancelli.Vi chiederete perché mia moglie non lavori,molto semplice;un medico per una semplice epicondilite gli ha iniettato del cortisone nel braccio dx ma in una zona sbagliata e così gli a atrofizzato il muscolo dell’avambraccio e non ha più presa.questo è solo piccolo frammento della mia sfortunata vita.Ha dimenticavo nel frattempo risulto anche come cattivo pagatore e protestato. Distinti saluti a TUTTI I POLITICI CHE SI F……Più DI 4000EURO AL MESE PER NON FARE UN C……..con tutti gli annessi e connessi.”scusate il mio sfogo”.

  119. giusi Says:

    Anch ‘io mi rivedo molto nei commenti che ho letto, e affronto giorno per giorno con grossi sacrifici la vita e con la speranza di riuscire a pagare sempre tutto, (bollette, affitto da 500,rette scolastiche), anche sè rimani senza un euro. Ah dimenticavo pochi giorni fa’ mi è arrivata una lettera di sollecito di pagamento di due rette arretrate per il nido di mio figlio da parte del comune, nonostante sappiano che c’e’ un’entrata di solo 700 al mese,perché purtroppo mio marito per problemi di salute nn puo’ lavorare, è una VERGOGNA tutto cio’, l’importante che stiano bene loro , o meglio ancora che aiutano chi ha già una buona posizione, perchè quello che vedo con i miei occhi é “MENEFREGHISMO NELLE SITUAZIONI COME LA MIA O ANCORA CHI STà PEGGIO” aiutano a chi nn avrebbe bisogno, queste cose m’innervosiscono, speriamo bene. SONO MOLTO VICINA A CHI è IN SITUAZIONI DI DISAGIO. SALUTI A TUTTI!!!!!!!!!!!!!

  120. marlene Says:

    mi chiamo marlene ho 29 anni e da piu’ di 2 anni sono disoccupata in quanto devo accudire mia madre che ha 53 anni ha avuto un ictus molto brutto e a tutt’oggi e’ invalida al 100%. Prima della sua malattia lavoravamo entrambe e soparvvivemamo. Oggi viviamo con 740 euro(pensione d’invalidita’ e accompagno) con le quali dobbiamo pagare bollette, condominio, medicine, spese improvvise e a volte una persona che mi aiuti nella casa e x accudire mamma. Ho provato a lavorare e mettere una badante in casa ma alla fine mi sono resa conto che guadagno di piu’ a stare a casa visto che la media di pagamento oraria e’ di 5 euro e la badante ne vuole minimo 7. Sono arrivata al punto di non farcela piu’ ne economicamente e ne fisicamente per non parlare della mia vita personale.
    Pertanto vi chiedo di aiutarmi o di avere informazioni per avere un sostegno economico che mi permetta vi vivere una vita dignitosa peche’ quella che sto vivendo io e mia madre non la chiamerei cosi’.
    Speranzosa di avere Vostre notizie e prendete in considerazione il mio caso Vi saluto cordialmente.
    Marlene

  121. rocco Says:

    Secondo me è inutile che noi perdiamo tanto tempo a scrivere e riscrivere delle nostre vite.delle nostre disavventure e di come noi sopravviviamo. Tanto non ci sarà mai nessun “pezzo grosso”che le leggerà,si è vero questa pagg.è dedicata alle tematiche della famiglia,ma cosa risolve non risolve i nostri problemi.

  122. famiglieditalia Says:

    Caro Rocco,i commenti su questo post sono relativi ad un articolo qui ( http://www.famiglieditalia.it ) pubblicato il 16 luglio 2009; post nel quale informammo le famiglie di un’iniziativa del governo per l’apertura di un sito INPS corredato di notizie utili. I vostri commenti sono pubblicati per permettere di non perdere anche la più piccola delle occasioni per essere visti da ” qualcuno che conta ” o che possa dare una mano. Non ci sono pretese, ma piccole speranze. Nel frattempo noi, con l’iniziativa ” adottiamo una famiglia in difficoltà ” e che per mesi abbiamo proposto, a quanto mi hanno confermato, qualche discreto risultato ha raggiunto. Risultato però ottenuto dall’aiuto di altre famiglie e non di ” pezzi grossi ” politici. Mi risulta anche che questo blog è letto a ” Roma “… però, sinceramente, mi è difficile prevedere l’uso che ne venga fatto. Un caro saluto, Umberto Napolitano

  123. cristina Says:

    mi dispiace moltissimo leggere queste cose tristi di famiglie così disperate e sole.Anche se sono una persona solare e positiva credo che tra un pò mi troverò nella stessa situazione anche io! e sapete perchè? perchè sono incinta e sono stata cacciata via dal mio posto di lavoro appena saputa la notizia,e il bello è che dopo 4 anni di lavoro senza mai nessun litigio e attaccando sempre l’asino dove vuole il padrone,mio cugino carnale, si quel bel pezzo di merda che è il mio titolare di lavoro mi ha liquidato in questa maniera!! Ora sono in maternità anticipata perchè dall’arrabbiatura mi si è alzata la pressione e me la sono vista brutta. Ma a settembre dovrei tornare a lavoro? e che situazione troverei? ve lo immaginate che MOBBING che dovrò subire ?? Dalle molte esperienze lette e sentite so che la maggior parte delle donne mamme fanno molta difficoltà a trovare lavoro…se mai lo trovano poi!! e la parità dei diritti? ma non è lo stato che continua ad appoggiare l’inflazione? gli affitti crescono in maniera vertiginosa anche se si tratta di monolocali, le bollette salgono ,la benzina aumenta! Cominciassero a crostruire delle case popolari,si perchè secondo me non sono neanche più progettate e se lo fossero già sanno a chi darle…certo non ai poveri bisognosi!! Una mia amica di 36 anni sta in una casa popolare intestata alla madre che viveva con lei ma ora è morta da un anno,ha un bimbo ed è stata abbanonata dal compagno, ora il comune sta cercando di sbatterla fuori da questa casa avuta con tante lotte passate.Ma se non è nel vero bisogno lei con un bimbo di 3 anni chi lo è allora? Come si classificano i bisognosi? io non credo nei governi umani,hanno causato solo guai sin dall’inizio dei tempi,dicono e promettono ma fanno solo il 30% di quello che cantano. Mi dispiace dire questo ma è quello che credo. Spero di trovare un lavoro dopo settembre, mi adatterò a fare anche i lavori più umili ma dignitosi pur di dare una mano a mio marito e di avere sempre un piatto di pasta sulla tavola.Sicuramente sarà molto difficile trovare un lavoro dove ti mettano in regola ovvero ti facciano un contratto infatti mi roderebbe molto il sedere aver ” BUTTATO” i miei 10 anni di contributi al vento!!Contratti poi…..se così si possono chiamare!! Con questi tipi di contratti chi si farà una vecchiaia decente? muori di ansia e stress prima del tempo: STRESS DAL CERCARE OGNI 6 MESI UN NUOVO POSTO DI LAVORO PERCHE’ SCADENZA CONTRATTO. Preparatevi gente perchè questa sarà la nuova malattia del secolo oltre già alla depressione che è causata molte volte dallo stesso motivo. La bibbia non sbaglia, l’uomo a causato danno al suo proprio passo. I governanti umani si fanno sempre più ricchi alle spalle del popolo che ormai non ce la fa più.Comunque voglio dire a tutti di non perdere la gioia e di tirare sempre avanti perchè Dioha sempre aiutat tutti ed e vicino ai cuori rotti e affranti: é l’unica cosa che mi da forza nella vita :la mia fede. Un augurio di cuore a tutte le persone in serie difficoltà e speriamo che questa volta lo stato provi veramente a mettersi nei panni della povera gente! CRISTINA

  124. famiglieditalia Says:

    Cara Cristina, ho dato risalto al tuo sfogo pubblicandolo anche sul post di oggi e potrai trovarlo cliccando su ” http://www.famiglieditalia.it “. La mia speranza e che non si perda nell’anonimato dei commenti, ma che arrivi anche alle orecchie di chi sembra averle sempre piene di cerume. Ciao, Umberto Napolitano

  125. mario. Says:

    quando si decide di fare il ministro o sottosegretario alle politiche per le famiglie bisogna mettere da parte l’arroganza e dimostrare di avere rispetto per le stesse anche per la famiglia di Cucchi altrimenti la credibilita’finisce sotto le scarpe capito giovanardi e poi faccia il test antidroga lei e i suoi amici di partito ne guadagnera’ in credibilita’

  126. loredana Says:

    sono solo una delle tante mamme napoletane ,invalide,con marito disoccupato,figlie con hendicap,senza diritti,senza solidarieta’ dai servizi sociali,con problemi di epilessia dall’eta’ di 13 anni,privata 5 anni fa’ del mio diritto all’indennita’ di assistenza continua,che dire?questa cosa e’ un’altra presa in giro,certo non aiutera’ famiglie come la mia ad avere un lavoro o a riavere i miei diritti,questo governo l’ho votato e speravo tanto in leggi che dessero un po’ d’aria a chi come me sta’ affogando,ho lottato per avere dalla precedente amministrazione assistenza ,aiuto nel lavoro,mi sono ritrovata accusata di un’infamia,(estorsione)perche’ adesso a napoli chi lotta forte per i propri diritti all’uguaglianza,chi non vuol essere emarginato ,viene messo a tacere .

  127. rolando Says:

    sono un padre di famiglia caduto in disgrazia,ho 65 anni non chiedo elomosina ma di potere lavorare per guadagnarmi da vivere,sono esasperato perche nessuno mi aiuta,sono stato sfrattato e non so cosa fare,se qaulcuno mi puo aiutare grazie

  128. gaetano Says:

    ormai il tempo passa nn riesco trovare un lavoro nn so cosa fare spesse ke ci sono miei figli si augurano un natale piu possitivo aspettando qualche sopressa.come mi devo comportami?nn so piu cosa invertami ormai sono diventantoscorbutico nn riesco neppure a dialogare.aspetto quacuno ke mi consiglia di trovare serenita con me è la mia famiglia.grazie a voi se mi aiutatemi a trovare un posticino x lavorare come potete immaginare sono di napoli questo è il sud x noi volenterosi famiglie oneste. grazie

  129. famiglieditalia Says:

    La nostra associazione per ora non è in grado di intervenire direttamente nelle problematiche quotidiane delle famiglie. Pubblica però i vostri messaggi sperando che possano essere letti dalle persone giuste.

  130. mario. Says:

    ma non avete capito i soldi promessi sono sempre gli stessi ma vengono promessi a tutti non ci sono soldi in cassa neanche mezzo, ma prometterli non costa niente da qui nasce anche il litigio tra brunetta e tremonti perche’ tremonti non gli da i soldi per le sue riforme e giovanardi e’ messo uguale e’ un parlamento di vongolai senza offesa per i vongolai

  131. luigi Says:

    ma non avete capito i soldi promessi sono sempre gli stessi ma vengono promessi a tutti non ci sono soldi in cassa neanche mezzo, ma prometterli non costa niente da qui nasce anche il litigio tra brunetta e tremonti perche’ tremonti non gli da i soldi per le sue riforme e giovanardi e’ messo uguale e’ un parlamento di vongolai senza offesa per i vongolai

  132. Alfredo Says:

    famiglieditalia Dice:
    Novembre 23, 2009 alle 4:38 pm

    La nostra associazione per ora non è in grado di intervenire direttamente nelle problematiche quotidiane delle famiglie. Pubblica però i vostri messaggi sperando che possano essere letti dalle persone giuste.

    Spero caro Umberto che tale affermazione sia un errere di pubblicazione .
    Questa associazione è in grado di intervenire direttamente , per far muovere le coscienze delle istituzioni e delle persone che governano il paese . E prima di tutto dovette essere vuoi a portare direttamente a chi di dovere le nostre lamentele . Ogni cittadino , ogni politico , ogni persona che ha a cuore l’Italia deve alzarsi la matina e legere quello che molti cittadini scrivono . Vuoi non siete dei perdenti e non fateci credere che volete chiudere questo sito percheè non capacci di combatere insieme a tanti . Non fatemi pensare che Gianfranco ha raggione . ciao

  133. famiglieditalia Says:

    Grazie Alfredo, è solo un errore di interpretazione. ” Direttamente ” sta a significare ” materialmente “. Noi non raccogliamo soldi come fanno altri, la cui destinazione lascio alle loro coscienze. Noi diffondiamo idee e pensieri e non abbiamo nessuna intenzione di chiudere, perché, e spero presto, tra un po’ partiranno iniziative più concrete e che sono allo studio. Noi siamo volontari e non accettiamo finanziatori per non deviare filosoficamente. Ciao, Umberto Napolitano

  134. luigi Says:

    qui a chiacchere stiamo a zero per le famiglie falcidiate dalla crisi messe in ginochio da politiche a favore dell’evasione fiscale e della poverta’ ci vogliono rsposte organiche articolate ma soprattutto governative altro che volontariato la questione e’ molto seria se non avete ancora capito dalle lettere che vi spediscono e per essere piu’ incisivi ci sono gli strumenti istituzionali non ci si puo’ improvvisare dei robin hood

  135. marcomassari Says:

    qui a chiacchere stiamo a zero per le famiglie falcidiate dalla crisi messe in ginochio da politiche a favore dell’evasione fiscale e della poverta’ ci vogliono rsposte organiche articolate ma soprattutto governative altro che volontariato la questione e’ molto seria se non avete ancora capito dalle lettere che vi spediscono e per essere piu’ incisivi ci sono gli strumenti istituzionali non ci si puo’ improvvisare dei robin hood

  136. riccardo contatti Says:

    qui a chiacchere stiamo a zero per le famiglie falcidiate dalla crisi messe in ginochio da politiche a favore dell’evasione fiscale e della poverta’ ci vogliono rsposte organiche articolate ma soprattutto governative altro che volontariato la questione e’ molto seria se non avete ancora capito dalle lettere che vi spediscono e per essere piu’ incisivi ci sono gli strumenti istituzionali non ci si puo’ improvvisare dei robin hood

  137. famiglieditalia Says:

    I commenti che leggete e che scrivete fanno parte dello spazio dedicato ai commenti in calce ad un post da me scritto e pubblicato sul blog dell’Associazione Famiglie d’Italia ( http://www.famiglieditalia.it ) il 16 luglio 2009. Post nel quale portavo a conoscenza dei lettori l’iniziativa del sottosegretario alle politiche della famiglia Carlo Giovanardi con la creazione, in collaborazione con l’Inps, di un sito per le problematiche familiari, ovvero http://www.tuttofamiglia.info. Se voi cliccate sul sito di Famiglie d’Italia, vedrete che non siamo un sito governativo, bensì quello di liberi cittadini che commentano fatti del giorno,offrono critiche costruttive alle attività parlamentari violente e volgari della maggior parte dei politici, indipendentemente dai colori di appartenenza. Ci occupiamo, inoltre, di ambiente, energie alternative, alimentazione, etc., proponendo incontri e dibattiti per rendere pubbliche le iniziative interessanti. Inoltre stiamo lavorando ad un progetto ( siamo a buon punto, anche se i tempi non sono corti ) che permetterà, attraverso lo scambio di informazioni,la possibilità di attività lavorative tra associati e non, in modo autonomo e senza bisogno di aspettare la manna che cada dall’alto dei cieli governativi.
    Quindi, non solo chiacchiere, ed il volontariato sta a significare che è un qualcosa che è nato dalla volontà di fare e non di speculare.
    Se andrete a leggere qualche post, vi renderete conto che non ci sono molti commenti in calce, in quanto è stata scelta la politica di rispondere personalmente a tutte le persone educate ed evitare, non pubblicandoli se non i casi rarissimi, che gli stessi servano poi a creare solo discussioni e contrapposizioni che il più delle volte trascendono in volgarità o, appunto, in inutili chiacchiere.
    Al contrario mi sono comportato con il post dedicato a http://www.tuttofamiglia.info , il sopracitato articolo del 16 luglio u.s. in quanto mi pareva giusto che la voce delle famiglie avesse qualche opportunità in più di arrivare alle orecchie di chi ci governa, essendo il nostro blog osservato costantemente.
    Spero di essermi spiegato, perché è un peccato venire confusi con qualcosa che non ci appartiene.
    Umberto Napolitano

  138. Mariarosaria Says:

    Le auguro un Nuovo Anno ricco di iniziative.

  139. famiglieditalia Says:

    Grazie, gradisco e ricambio di cuore gli auguri per un 2010 migliore, in grado di correggere gli errori dell’anno che, per fortuna, se n’é appena andato. Umberto Napolitanp

  140. Gilda Says:

    salve non so se dovevo scrivere qua o chissa’ dove ma non riesco nemmeno piu’ a connettere
    Sono una ragazza invalida al 100% percepisco 260 euro circa al mese vivo con mia madre che come tanti ha perso il lavoro e dato che tutti gli dicono che e’ vecchio per prenderla a lavorare e’ disoccupata fa lavori saltuari anche se adesso ha trovato a fare polizie prendendo come me ma cio’ sara’ per 2 mesi poi stara’ a casa poi vive con me il mio angelo mio figlio di un anno e 9 mesi, siamo indietro con l’affitto di 4 mesi luce e gas viene pagata quando possiamo e’ gia’ arrivata la lettera di mora
    Beh sto chiedendo aiuto, credetemi e’ stato fatto di tutto ma nulla e nessuno e’ disposto a darcelo
    La storia e’ lunga ed io con il mal di schiena non riesco piu’ a stare qua davanti al pc, mi ripeto lo so ma chiedo aiuto, signor umberto ci aiuti perfavore non ce la facciamo piu’

  141. famiglieditalia Says:

    Cara Gilda, quello che posso fare immediatamente è pubblicare il suo appello, come ho fatto per gli altri, sperando che qualche ulteriore persona capisca che per aiutare chi necessita non c’è bisogno di andare in Africa… ma basta restare in Italia. Io non ho mai indetto raccolte di soldi perché non ci credo, ma qualcuno che ha raccontato le sue difficoltà mi risulta che sia stato contattato e le auguro di cuore che questo avvenga anche per lei. Un caro saluto, Umberto

  142. Alfredo Says:

    Ma possibile che una famiglia debba vivere in queste condizioni! Dove sono finiti i nostri diritti , la casa , il lavoro , lo studio la nostra libertà ?
    Forse le la nostra carta costituzionale ha essaurito la sua funione ?No queste famiglie hanno bisogno di avere i diritti che gli spettano .
    Dove sono le case popolari che ogni cittadino in difficoltà deve poter avere su la testa ? Lasciamo che Affituari senza scrupoli e senza onore schiaccino la dignità di queste persone . Non va assolutamente bene e chiedo a famiglieditalia e al signor Umberto se si può creare un gruppo ( tutti insieme )che deve muoversi la dove c’è una palese violazione dei diritti inviolabili delle famiglie . Non aiuti in denaro ma aiuti civili, penso e dico che quello che possiamo fare è intevenire presso le pubbliche aministrazioni e chiedere ,solecitare affinchè si faccia tutto il possibile per risolvere problemi come questi della signora Gilda .Tante volte sapere che ci sono persone pronte a farsi carico delle loro difficoltà di rapresentanza è un aiuto maggiore che donare del denaro .

  143. famiglieditalia Says:

    Caro Alfredo, questo è il mio intento.. Famiglie d’Italia è nata solo poco più di un anno fa e, piano piano, sta facendosi conoscere. Il 21 gennaio prossimo farà la sua prima uscita ufficiale ospitata nell’Aula Magna di Agraria dell’Università degli Studi di Milano, presentando un’insieme di iniziative nel campo delle energie rinnovabili. Ho istaurato una linea diretta con il sottosegretario alle politiche familiari Carlo Giovanardi, al quale faccio pervenire tutti i vostri messaggi… Però, sono consapevole che la voce diventa più ” udibile ” col crescere della sua forza… Ti ripeto, mi sto dando un da fare incredibile. Scrivo ogni notte sul sito http://www.famiglieditalia.it . Comunque, dopo il 21 ( ed anche il 22 gennaio, data in cui replicherò quanto presentato il giorno primo, in un’aula consiliare messami a disposizione dal comune di Cavenago di Brianza ) ci metteremo in contatto ed ascoltando i consigli di tutti, i tuoi per primi, vedremo insieme come far arrivare le nostre richieste nelle sedi opportune… Io uso un linguaggio educato, a differenza di altri, ma sono molto determinato. Ciao, Umberto

  144. Farci Alfredo Says:

    Quando è nato questo sito dedicato alla famiglia ,sono stato uno dei primi ad iscrivermi , proprio perchè credo in quello che facciamo ,e che si può fare . Goccia dopo goccia si riempie il vaso . io sono pronto in (base alle mie possibilità )ad offrire il mio contributo; il motivo e proprio perchè so che persone come te Umberto credono in ciò che fanno ,e se già ci crediamo in due allora può nascere qualcosa ( da solo si prega in due si fa messa ) Per questo ringrazio te per la risposta al mio commento e ringrazio quanti fra quelli che hanno commentato su http://www.famiglieditalia.it e vorranno partecipare a questo proggetto pronti ad impegnarsi per le famiglie . Bisogna solo dare il via e poi se sono rose fiorirano .Ciao Alfredo

  145. Gilda Says:

    MI SA KE SI VA A FINIRE A RUBARE PER POTER VIVERE FAR MANGIARE I PIU’ PICCOLI INCONSAPEVOLI DEL DRAMMA, DEL TEMPO IN CUI STA VIVENDO
    Troppi menefreghisti nessuno pensa alla vita degli altri chi sta bene pensa a se’, dicono, pensano e credono STO BENE IO STANNO BENE TUTTI io non ho mai chiesto aiuto a nessuno ho sempre dato ora che ho bisogno io la prendo di dietro proprio da quelli che aiuto da me l’anno ricevuto COME FACCIO E COSA FACCIO ADESSO ufff SONO STANCA ANZHE DI PENSARE

  146. mauri Says:

    ci penserà brunetta ora cambiando l’articolo 1 della costituzione magari riscrivendo che l’italia è una oligarchia fondata sulla povertà la sovranità appartiene al presidente del consiglio che la esercita nelle forme e nei limiti che ritiene piu’ opportuni

  147. mauri Says:

    le famiglie hanno bisogno di servizi lavoro e sgravi fiscali e giovanardi è soddisfatto dell’elemosina del prestito di 5000 euro ai nuovi nati che propone come politiche alle famiglie sembra quasi il tentativo piu’ estremo di strangolamento lanciando le femiglie nelle mani di banche e intermediari finanziari queste non sono politiche a favore della famiglia mi spiace ministro

  148. luciano Says:

    come si fa senza un lavoro e una famiglia da mantenere dove non entrano soldi, ma bollette tasse affito deve essere pagato?
    Io ho due figli di 7 e 11 anni come faccio a dare il necessario senza uno stipendio?
    Al sindaco non interessa

  149. alfredo Says:

    Vademecum affinché la scuola dei vostri figli sia un luogo d’Istruzione ed Educazione

    Psicofarmaci a bambiniDopo tante, troppe, telefonate di genitori preoccupati per l’invasione di psicologi e psichiatri nelle scuole, dalle materne in su, abbiamo deciso di formulare il seguente Vademecum ad uso dei genitori. Forse non sarà la formula migliore, ma saremmo molto negligenti a non fare nulla al riguardo.
    La maggior parte dei genitori non sa che in base a questi test il bambino potrebbe essere classificato come “malato mentale”. Inoltre, nonostante tutte le promesse di approccio multimodale, spesso si inducono i genitori ad accettare la terapia farmacologica senza una giusta enfasi sugli effetti collaterali.

  150. alfredo Says:

    Il Vademecum
    Scopo del vademecum

    Proteggere i bambini e le loro famiglie dalla possibilità di abusi nelle scuole generati da test psicopatologici, false etichette di malattia mentale e somministrazione di psicofarmaci.
    Cosa fare

    1. Recatevi alla Segreteria della Scuola frequentata dai vostri figli e presentate una comunicazione scritta, firmata e protocollata (chiedete alla segretaria di protocollare la lettera e fatevi dare una copia con il timbro della scuola in modo da avere un documento ufficiale), che dichiari il vostro totale rifiuto a far sottoporre i vostri figli a prove di valutazione psicologico psichiatrica, come ad esempio, ma senza limitazioni, test cognitivi, di personalità, del comportamento, questionari di indagine del linguaggio, della valutazione dell’ansia e della depressione, ecc. Questo vi metterà al riparo da qualsiasi intervento a vostra insaputa.

    Per intervenire in modo più approfondito, potete fare quanto scritto di seguito, ma dovreste conoscere gli organi scolastici in cui quali potete intervenire:

    a) Consigli di intersezione (scuola dell’infanzia), interclasse (scuola primaria), classe (secondaria).

    Sono formati da docenti, rappresentanti dei genitori (dagli studenti nelle scuole superiori) e sono presieduti dal Dirigente Scolastico o da un docente da lui stesso delegato. Tra le loro funzioni si evidenziano le seguenti:
    * formulare proposte di carattere educativo, didattico;
    * esprimere pareri sull’adozione dei libri di testo;
    * esaminare la programmazione didattica elaborata dai docenti;
    * verificare ogni due mesi l’andamento dell’attività didattica, interesse, problemi, difficoltà, ecc.

    b) Consiglio di circolo e di istituto.

    È formato dai rappresentanti dei docenti, del personale amministrativo, dei collaboratori scolastici, dei genitori e dal Dirigente Scolastico. È presieduto da un genitore, eletto Presidente. Adotta gli indirizzi generali del P.O.F. (PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA, spiegazione sotto), indica i criteri generali per la programmazione educativa, elabora e adotta gli indirizzi generali della scuola, ecc.

    c) Assemblea di classe.

    È l’espressione fondamentale della partecipazione dei genitori alla gestione della scuola, formata dai genitori della classe e dai docenti operanti in essa; si propone di realizzare una collaborazione costruttiva tra tutte le componenti della scuola attraverso indicazioni e suggerimenti. Durante tale assemblea verrà eletto il rappresentante dei genitori.

    d) Comitato dei genitori.

    È composto dai rappresentanti di classe ed ha lo scopo di promuovere iniziative che migliorino il rapporto scuola-famiglia, promuovere nella scuola e nella famiglia una maggiore attenzione alle problematiche legate all’educazione e a tutelare la sicurezza e il diritto alla salute.
    Altri passi che potete intraprendere:
    2. Recatevi alla segreteria della scuola frequentata dai vostri figli e fatevi dare il P.O.F. (PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA, cioè la carta di identità dell’istituzione scolastica che descrive tutti i servizi che la scuola offre ai suoi utenti). Qualora vi chiedano il perché, potete dire semplicemente che è un vostro diritto sapere il programma di studio. Visionatelo, soprattutto in riferimento ai progetti previsti: in particolare quelli relativi alle attività si screening, vale a dire test cognitivi, psicologici che hanno lo scopo di individuare “disturbi” di apprendimento, “di attenzione e iperattività” ecc. In base a questi test il bambino potrebbe essere etichettato come “handicappato” o affetto da “disturbo da deficit di attenzione e iperattività”, ecc. e segnalato al neuropsichiatria o psicologo infantile che, per risolvere il suo disagio, finirebbe per medicalizzare i suoi problemi ricorrendo persino alla terapia psicofarmacologica (in Italia sono già circa 50.000 i bambini ai quali stanno venendo somministrati psicofarmaci!). Fate attenzione anche ai progetti sull’affettività che spesso vengono gestiti da neuropsichiatri infantili o psicologi che entrano nella classe ad osservare i bambini. Può darsi che nel Piano dell’Offerta Formativa non troviate i progetti nella loro interezza, potreste soltanto vederne citati i titoli o una sintesi. Solitamente ai genitori non viene mostrato il progetto nella sua interezza, ma ne verrete a conoscenza attraverso una circolare, che ne presenta solo un breve riassunto. Il progetto è completo: ecco perchè lo si deve visionare, per evitare sorprese. Avete tutto il diritto di visionarli (in base alla legge sulla trasparenza N. 241), rivolgendovi all’ufficio del dirigente. Così facendo sarete sempre informati su quali sono i progetti che la scuola porterà avanti nel corso dell’anno scolastico e potrete decidere di conseguenza, anche ricorrendo al trasferimento di vostro figlio in un’altra scuola.

    IMPORTANTE: è stato rilevato che gli screening psicologici non sempre avvengono tramite test. Rapporti ricevuti ci dicono che per evitare le lamentele dei genitori si fanno dei temi che vengono visionati dagli psicologi, si ricorre alla semplice osservazione dei bambini impegnati in normali attività di gioco (con giochi proposti da psicologi), ecc. Ultimamente, consegnano persino dei test a casa chiedendo ai genitori stessi di rispondere.
    3. Ricordate che per sottoporre i vostri figli a test e questionari psicologici o dei disturbi dell’apprendimento È NECESSARIO IL CONSENSO INFORMATO DA PARTE VOSTRA E CHE VI POTETE OPPORRE. Nel caso in cui i vostri figli siano stati sottoposti a test psicologici a vostra insaputa potete fare un esposto per la violazione della legge sulla privacy (D. Lgs. 196/03), che potrete inviare ad esempio al Direttore dell’Ufficio Scolastico della Regione in cui risiedete, all’Assessore all’Istruzione e Formazione della Regione, al Garante della Privacy (Piazza Monte Citorio 121, 00186 Roma), ecc. Copia dell’esposto potete inviarlo anche al Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani, Via Medardo Rosso, 11 – 20159 Milano.
    4. Proponetevi come rappresentante dei genitori della classe; in tal modo, presenziando alle varie riunioni, potrete monitorare meglio la situazione didattico-educativa della classe. Inoltre avrete la possibilità di avere una maggiore comunicazione con le insegnanti di classe e collaborare con loro, aiutando in tal modo l’istituzione scolastica nelle scelte educative e nel genere di istruzione da impartire ai vostri figli.
    5. Proponetevi di far parte del Consiglio d’istituto e, diventando così parte attiva e responsabile della vita scolastica vi impegnerete, insieme ad altri genitori, a restituire la scuola ad insegnanti professionisti che guidino gli alunni, affinché possano crescere in modo sano ed equilibrato, sviluppando la loro personalità e consolidando, potenziando le conoscenze acquisite che applicheranno poi nella vita.
    6. Qualora vostro figlio, durante un colloquio avuto con gli insegnanti o con il coordinatore del corpo docenti, dovesse correre il rischio di venire segnalato come “affetto” da “handicap”, piuttosto che da “disturbi dell’apprendimento” (disgrafia = incapacità di scrivere in modo corretto, dislessia = incapacità di leggere e capire un testo scritto, ecc.) a seguito di test a cui è stato sottoposto, ricordatevi che voi siete i tutori e responsabili di vostro figlio. Vi consigliamo di raccogliere tutti i dati e di farvi consegnare tutta la documentazione e di intraprendere le azioni necessarie volte a proteggere il vostro bambino.
    7. Qualora vostro figlio sia già stato diagnosticato “affetto da…”, avete tutto il diritto di fare OPPOSIZIONE. Ricordate: I GENITORI SONO GLI UNICI TUTORI RESPONSABILI DEI PROPRI FIGLI, NON È LA SCUOLA! “Le scuole servono per imparare. Non servono per esperimenti psichiatrici su giovani menti”. (Bruce Wiseman, autore di Psychiatry: the Ultimate Betrayal, pag. 385). Vi consigliamo di raccogliere tutti i dati e di farvi consegnare tutta la documentazione e di intraprendere le azioni necessarie volte a proteggere il vostro bambino.

    PER INFORMAZIONE: il Piemonte e il Trentino sono le prime due regioni italiane che hanno approvato una legge che pone il divieto assoluto dei test psicologici nelle scuole; ora questa legge è approdata in Parlamento. Per poter crescere felici devono essere responsabili delle loro azioni senza dipendere da cure psicologiche o psicofarmaci per essere dei “bravi bambini”. I bambini d’oggi saranno i futuri leader del domani!
    © 2005 – 2009 Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani – Onlus
    URL originale: http://www.ccdu.org/vademecum-affinche-la-scuola-sia-luogo-di-istruzione-ed-educazione

  151. paolo Says:

    caro onorevole giovanardi la pubblicità alla droga la fate voi parlamentari non anno zero continui a fare politiche a favore delle famiglie e si applichi di piu’ che già non le riesce bene

  152. gianfranco Says:

    Salve a tutti voi che leggerete questo annuncio io sono il solito italiano incavolato “se non peggio” della politica italiana e di tutti quei magnottoni che si fregano i nostri soldi senza fare niente per chi li a votati. E’ di oggi la notizia che per tutelare la privacy di noi cittadini il ministro garante dei delinquenti “pardon della privacy”qualora venisse installato una telecamera per scongiurare eventuali reati o circostanze particolari, quest’ultimo deve essere segnalato con un cartello così che chi deve commettere un reato è invitato a farlo un po più in là così da non essere ripreso dalle telecamere. Eccolo un altro stupidone di ministro uguale a Brunetta. Con questa soluzione si alleggerisce il lavoro dei giudici perché con questa soluzione si acchiappano meno delinquenti. Ma la volete smettere di prenderci per il culo? Come diceva mio nonno “facete schifo”

  153. Roberto Says:

    Intanto la mafia incalza, il 12 maggio è vicino. Altro che incontro di boxe! Punto di domanda:”quale banca è in grado di restituire i risparmi in 5 giorni?”. E allora, come si è intervenuto per il SBI che si intervenga pure per i poveri Cristi quali noi siamo come sudditi. Ormai, tutti lo sanno ma scrivetelo a chiare lettere!

  154. luigi Says:

    Buonpomeriggio a tutti i lettori, io voglio rivolgermi al sottosegretario Giovanardi, riguardante l’argomento dei mutui, il suo governo a promesso che aiutando le banche…”che se sò magnati milioni, dico milioni di euro…..non si sà perchè…bohhhh” avrebbe, a sua volta aiuto le famiglie in seria difficoltà??????……secondo me è una cavolata, non voglio esprimermi in mal modo perchè non mi faranno passare il messaggio, questo perchè, le faccio presente la mia situazione per capirci: io, capofamiglia, con moglie e 3 figli a carico, stipendio €. 2100, posto fisso, ho chiesto ad una banca….non voglio dire il nome, 88.000,00 di capitale per rinegoziare il mutuo 1ª casa, mi hanno risposto pikkee……non riuscivo a pagare le rate per 25 anni di mutuo richiesto….per me è una cavolata..mi spiega ste banche a chi approvano i mutui????….se non accettano la mia domanda, mi può dire un ragazzo precario, con uno stipendio da fame, ma questo quando si comprerà casa me lo dice?????questi sono gli aiuti che il suo governo ci ha promesso, secondo me sono tutte prese di fondelli………meglio che mi fermi quìììììììììì…è meglio arrivederci.

    Luigi.-

  155. ALEX 51 Says:

    hò 58 anni e sono invalido al 100% vivo da 5 anni con la mia compagna che lavora partime io prendo 260€ di pensione al mese nonostante che hò 15 anni di contributi versati prima del 1992 sono invalido da luglio 2007,vi scrivo questo come denuncia per una causa civile che il tutto è stato risolto senza dover andare a sentenza ,il tutto si è chiuso con 4000€che la ditta per la quale è stata citata in giudizio da noi ci ha rimborsato tramite geometra nominato dal giudice,ebbene volete sapere quanto ha chiesto di parcella il nostro avvocato? la bellezza di quasi 8000€ glie ne abbiamo già dati circa 4600 ,vi chiedo se qualcuno può aiutarmi a risolvere questo csino perchè l’avvocato ci ha mandato una raccomandata che vuole essere saldato altrmenti ci ha minacciato che manderà tutto al recupero crediti con ulteriori spese ,naturalmente noi non abbiamo più un becco di un quttrino. se qualcun è pratico di queste cose ci fà una cortesia di risponderci grazie

  156. alfredo Says:

    Ti dò un consiglio Alex 51 . Non dovevi dare neppure 5 lire all’avocato in questione in quanto se la causa la hai vintà tu lui doveva farsi restituire la somma dalla parte di chi ha perso . Non farti timorire da assurde pretese di avocati senza scrupoli . Continua per la tua stradda prendi la raccomandata che ti ha inviato ma noon buttarla. Gira il biglieto e ci scrivi sopra 😦 Andate… ) Dai reta a me e più facile . Ti consiglio di denunciare l’accaduto all’avocatura di stato che sapra loro come raddrizzare l’avocato .

  157. Roberto Says:

    Si tramette giusto un resoconto del fatto di ieri per cui ci si lamentava è apparso sul ns sito veramente iniziativa unica in Italia che fan ben sperare per il futuro.Arrivati a questo punto come si dice nel sito è importante anche sapere il finanziamento per uscire da questa vera e propria lotta contro la banca.Sia ben chiaro che in termini giuridici più o meno siamo ad armi pari per essere modesto, si tratta di una semplice revoca di fido ma non è in modo selvaggio che si chiede il rientro soprattutto per chi è in attività.Quindi finanziamento anche per supporto giuridico ma onestamente e lo posso dire per chi non è nato litigioso come il sottoscritto un pessimo accordo è sempre meglio di una causa vinta.Finanziamento nel senso che la banca lo sa benissimo quali danni irreparabili provoca al cittadino con una semplice revoca di fido senza stato mai stato scoperto di un euro o di una lira,il danno è l’esclusione dal sistema bancario italiano e l’iscrizione al CRIF.Quindi finanziamento nel senso che si chiede a questo ministero un elenco degli istituti che sono obbligati a mettersi a disposizione dei cittadini,con le dovute garanzie bancarie per tacitare un pò alla volta la banca come dice anche la cassazione. Comunque grazie.

  158. consolidamento debiti Says:

    mi sembra una gran bella iniziativa…

  159. piero.c Says:

    dopo aver letto i dati sullo stato della socetà e soprattutto sulla povertà mi sembra evidente che non è chiaro quale sia il ruolo di giovanardi forse il ciocolataio?

  160. salvatore Says:

    da pochi giorni sono diventato papà di una bella bimba alessia anna. io e la mia compagna siamo conviventi, che agevolazioni abbiamo x la nostra bimba?

  161. stefania Says:

    il mio contratto scadeva il 20-07-10 ed io sono in maternita’ anticipata a rischio dal 20-05-10!se tutto va bene dovro’ percepire la maternita’ fino al terzo mese di vita del bimbo!il mio quesito e’ questo:per poter accedere anche alla disoccupazione dopo questo periodo devo iscrivermi adesso al collocamento o aspettare che finisca la maternita’?sono stata presso il caff e mi ha detto di aspettare,una signora dell’inps mi ha detto di iscrivermi subito al collocamento!cosa devo fare?

  162. gianfranco Says:

    OOOOhh!!! sono 5 mesi che nessuno scrive su questo forum, forse perchè la nostra voce resta come sempre inascoltata, TANTO COME DICE IL PROVERBIO: PANZA PIENA NON CREDE A CHI DIGIUNA. Che bella l’italia ma che shifo chi la gaverna. ciao da GIANFRANCO il solito itttaliano incazzato.

  163. Fausto Says:

    Al numero 803164 non risponde nessuno da MESI!!
    E’ impossibile avere il PIN per vedere lo stato della tua contribuzione.
    Mi è arrivata una lettera a casa dell’INPS in cui mi si dice che per avere il PIN da inserire online devo contattare lo 803164 .
    Ebbene: ALL’ASSISTENZA TECNICA NON RISPONDE NESSUNO O TI BUTTANO GIU’ IL TELFONO!
    Che bel servizio di merda

  164. veronica Says:

    ciao mi chiamo veronica e sono una moglie e mamma disperata ho mio marito che e disoccupato da 26 mesi abbiamo lo sfratto questo mese dovremmo uscire e non posso andare dalla mia famiglia ogni uno di loro anno i loro problemi l’asistenti sociali anno detto che non possono fare nulla perche’ mio marito risulta moroso ma non e’ per sua volonta finche a lavorato noi abbiamo pagato regolarmente ogli mese l’affitto ho un figlio di 18 anni che frequenta ancora la scuola l’unico aiuto che ci da l’asistente sociale e’ un po di spesa una volta al mese ditemi voi come si fa a vivere con queste paure e ansie non si dorme piu’ si va in depressione io sono veramente disperata ovunque vada trovo tutte le porte chiuse mi sembra una maledizione mio marito e’ giu’ di morale lui pensa che avendo 57 anni nessuno lo voglia piu’ a lavorare sono mesi che fa curicurum senza avere nell’ sun risultato ogli giorno vivo con le palpitazzione perche’ so che dobbiamo uscire e non sappiamo dove andare non posso permettermi nemmeno il trasloco ciao mi auguro che tu legga il mio problema scusami se ho fatto qualche errore spero tanto che mi rispondete grazie mille ciao sono davvero disperata

  165. marco Says:

    io sono marco marito di veronica mi aggrego alla lettera di mia moglie aggiungendo qualche esperienza negativa. il 22 dicembre 2008 (dopo 2 contratti di 4 mesi cadauno dove mi avevano promesso che mi assumevano a tempo indeterminato non l’hanno fatto prima perche era una questione di risparmio di contributi)mi arriva un telegramma di licenziamento per fine contratto.incomincia la mia odissea senza lavoro ho trovato un impresa artigiana x 3 mesi di contratto con possibile rinnovo a natale 2009 gli chiedo 1000 euro di acconto me li dà ma dopo natale licenziato.a luglio 2010 trovo con un altro artigiano il quale mi fa assumere da un’azienda idraulica(metalmeccanica)io sono muratore specializzato mi trovo a essere penalizzato perche il contratto nn è uguale, lo dico al capo e mi dice che era una cosa momentanea pero nn pagavano e mi sono dimesso dopo ho imparato che l’azienda è fallita.non si trova da lavorare e se si trova ci sono in giro i truffaldini.

  166. famiglieditalia Says:

    Noi il contributo che per ora possiamo dare è quello di pubblicare la storia di Marco e Veronica, una storia dolorosa simile a molte altre… sperando che arrivi agli occhi e alle orecchie di qualcuno in grado di accoglierne il grido, recepirlo, trasmetterlo e trasformarlo in uno spiraglio di speranza. Purtroppo la situazione internazionale con gli sporchi giochi finanziari ha portato molte famiglie sull’ orlo della depressione e della disperazione. Noi, ripeto… per ora, siamo in grado di offrire solo conforto e comunicazione mediatica dei vari casi con relative mail di contatto. Vorremmo fare di più, ma non siamo dei magnati: stiamo preparando un progetto che possa offrire opportunità e lavoro… ci vuole un po’ di tempo ancora, ma speriamo, con l’aiuto di Dio, di poter accorciare i tempi. Rispettiamo il vostro affanno e la vostra dignità. FAMIGLIE D’ITALIA

  167. Giuseppe Says:

    Siamo consapevoli delle gravi condizioni che le famiglie meno abbienti si ritrovano nel nostro bel paese,ad affrontare con mille difficolta sfratti imminenti e licenziamenti inaspettati,Anche pur lavorando onestamente e con il sudore della fronte con l’arrivo della crisi si e solo fatto il minimo indispensabile con un’inadeguamento delle linee guida per favorire maggiormente le famiglie.Non dimentichiamoci che il futuro della nostra italia dipende da come noi riusciamo o meno nei nostri impegni e nella crescità di essi,un progetto nato ed attuato per dare respiro a chi respiro non ne a più e solo un ulteriore aggravio e depenalizzazzione morale,che ci fa intendere il contrario senza aver risolto niente! Il vero probblema è che le Famiglie affrontano ogni giorno migliaia di difficolta arrivando a fine mese stressati e senza un centesimo di euro in tasca,e con la benzina che continua il suo rialzo esagerato € 1,61,00 e senza controllo da parte del nostro Governo come si potra migliorare la vita delle Famiglie meno abbienti? Bisogna rivolgere un appello a chi abbia capacità progettuali ed onganizzative nuove,che facciano valutazioni e scelte giuste e concrete per dare fiato e concreto bessere per tutti nessuno escluso.Solo cosi si potra dire di aver provveduto seriamente a risolvere i probblemi urgenti alla soglia del 2000 altri paesi Europei affrontano meglio di noi le probblemaiche delle Famiglie noi siamo rimasti un paese del terzo Mondo.

  168. gianfranco Says:

    Salve a tutti i disperati e ai poveri italiani che per campare in questo paese si devono arrangiare. Vi faccio sapere, e spero che chi di dovere si vergoni per tutto ciò: a Vasto provincia di chieti uno zingaro sconusciuto elle agenzie delle entrate, qualche tempo fà è stato arrestato nella sua lussuosa villa per detenzione di 13 KG di droga, fino a qi forse nulla di strano!!!!! fatto sta che questo soggetto malgrado nulla tenente quindi povero si permette il lusso di essere assistito dagli avvocati Giacomucci, e Cerella i migliori del foro di Vasto ma la cosa più scandalosa è che è assistito anche dall’avvocato Pecorella e bene sì è proprio lui l’avvocato del Sig. Silvio Berlusconi….. Ma a questo punto come fà uno a non perdere la pazienza Si può sapere come CA–O!! è possibile che una cosa simile possa accadere e lo stato la polizia la finanza i carabinieri i vigili urbani l’esercito, comunque qualcuno che intervenga per mettere fine a questo scempio????? sono schifato.

  169. mario.f Says:

    a

  170. mario.f Says:

    DOPO 4 ANNI CHE L’ONOREVOLE GIOVANARDI SI OCCUPA DI POLITICA ALLE FAMIGLIE NOI FAMIGLIE ITALIANE ABBIAMO POTUTO VERIFICARE CHE NON HA PRODOTTO ALCUNCHE’ ANZI LE CONDIZIONI DELLE FAMIGLIE SONO PEGGIORATE IN MANIERA COSTANTE ED ESPONENZIALE CONDANNANANDO MIGLIAIA DI FAMIGLIE ALLA POVERTA’E SENZA SPERANZA PER IL FUTURO.TUTTAVIA IL MINISTRO HA CONTINUATO AD OCCUPARE IL SUO INCARICO OMBRA IMPRODUTTIVO COME GLI FOSSE STATO ASSEGNATO DA DIO UN VERO SCANDALO.L’UNICA FAMIGLIA DI CUI SI E’ OCCUPATO E’ STATA LA SUA.ORA A FRONTE DEI SUOI INSUCCESSI PER NON DIRE ALTRO E DOPO LA FIGURETTA SULLA VICENDA CUCCHI HE MINACCIATO LE DIMISSIONI .EBBENE UN UOMO DEGNO DI QUESTO NOME CONSEGNA LE SUE DIMISSIONI E NON FINGE.MA IO HO L’IMPRESSIONE CHE GIOVANARDI SIA UN SALTIMBANCO UN PRESTIGIATORE UN FUNAMBOLO. INCOMPATIBILE CON INCARICHI AUTOREVOLI

  171. gianfranco Says:

    Non ci salviamo più. Provate a leggere il libro di Mario Giordano “Le sanguisughe” Le pensini d’oro dei politici o forse è meglio dire “dei porcitici” che schifo mi vergogno di essere italiano

  172. Roberto Says:

    Salve,

    come si evince dagli allegati, non sarò di grande aiuto al candidato “Petraccone” all’elezione di ballottagio al comune di Cassino.

    Una persona degna e preparata, ci conosciamo da illo tempore. Come Vede negli articoli che ho pubblicato in occasione della campagna elettorale ho affrontato problemi contingenti per la città ma anche d’importanza nazionale.
    Come la prevenzione dei fenomeni di subsidenza, come la questione dei debiti fuori bilancio, come la questione degli statuti comunali e della figura del “difensore civico”.

    Auguri, ci sarò al Suo comizio in Cassino.

    Per quanto riguarda poi di questo manifesto per una manifestazione che si terrà il 16/06/2011 contro le banche, è stato prelevato all’interno del bar del Tribunale di Cassino.
    Questo a scanso di ogni responsabilità, ma si condivide pienamente quanto riportato. Peraltro il sottoscritto non sarebbe capace di usare violenze neanche con le parole, come dice De Crescenzo nel suo ultimo libro sui Santi, anche lui aspira a qualche posticino in purgatorio, perchè lui – dice – “ha avuto la fortuna di essere nato e non aver fatto mai del male a nessuno”.

    Per quanto poi riguarda “Le Monde”, e il caso DSK, noto un degrado mondiale specialmente nelle istituzioni che dovrebbero rappresentare tutta l’umanità. Sarà perchè sono socio di Banca Etica, sarà perchè negli allegati riporto un caso di strupro, non vi è altra definizione, nei miei confronti il 18/05/2011. Si è vero, essendo io uomo di legge me la vedo nelle aule di tribunale, ma noto intorno a me una omertà che non mi piace.

    Io posso anche soccombere di fronte ad una ingiustizia, contro un colosso bancario. Ma mai va accettato un caso come quello che diceva la tv oggi, non ricordo per quale fatto, giustamente il giornalista, mi pare del TG5, si chiedeva: “…come mai il giudice prima di prendere una decisione non si è recato sul posto?”

    Ora che ricordo si trattava di un disabile alla cui abitazione erano state tolte le scale e non riusciva più ad uscire di casa. Siamo di fronte ad un caso della recessione della società.

    Ringraziando per l’attenzione riservatami, colgo l’occasione per porgere
    Cordiali saluti

    Dott. Roberto Pelagalli

  173. gianfranco Says:

    Per i politici italiani. un annuncio importante Andate tutti A… bas.!!!!!!

  174. famiglieditalia Says:

    Scusami Gianfranco, se ho tolto le parolacce anche se non completamente…ma vorrei che almeno noi non usassimo lo stesso linguaggio ed atteggiamenti scurrili e volgari dei nostri politici. Siamo superiori. Ciao, Umbi

  175. gianfranco Says:

    la situazione politica italiana è scandalosa, lultima manovra ne è la prova, ma la cosa più sconcertante è che l’europa ha avallato l’operato del governo. non solo ci prendono per cretini i nostri politici adesso ci si mette pure il governo europeo. che chifo

  176. gianfranco Says:

    che schifo !!!! se ne andato uno che aveva buone potenzialità, e quel rinc….. di Napolitano ci ha messo un incompetente che dei cittadini comuni non gliene frega assolutamente niente Mario Monti. Anche mio figlio di 5 anni saprebbe agire come lui se volesse un giochino e io non gli dessi i soldi per comprarlo, basterebbe che andasse dalla nonna, e che fosse a conoscenza di dove tiene i soldi li ruba e ci si compra il giochino. Vergogna politici o tecnici ma comunque magna pane a tradimento. Non me voglia signor Umberto per quello che sto per dire, tanto in questo sito ci scrivo solo io, anzi sono quasi sicuro che lie ora sarà daccordo con Me: NOI veri ITALIANI ci siamo rotto i coglioni di questo schifo di modo di governare L’Italia. Io a casa mia se non ho i soldi al ristorante non ci vado però se i soldi non sono miei oltre che andare al ristorante , mi compro la macchina , una casa e vado anche a troie. alla faccia di chi paga. E alla cafona maniera,questo è stota il modo di governare L’Italia fino ad ora.
    Distinti saluti e votate ai Grillini.

  177. cribari lucia Says:

    sono disperata stiamo passando la fame o tre figli non so più come fare aiutooooooooooooooooooo
    3498108238 cè qualcuno che a un cuore per noi mi basterebbe poco sono andata a pisa perchè il più piccolo nn sta bene già 6 volte

  178. crescita finanziaria Says:

    My spouse and I stumbled over here coming from a different page and
    thought I may as well check things out. I like what I
    see so now i am following you. Look forward to checking out your web page
    again.

  179. famiglieditalia Says:

    The page is http://www.famiglieditalia.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: